Basket femminile: l’Italia vola all’Europeo e trova una grande Dotto


L’Italia parteciperà ai Campionati Europei di basket femminile, che si disputeranno il prossimo anno in Ungheria e Romania. Questo è il verdetto dopo l’ultima giornata delle qualificazioni alla rassegna continentale, che ha visto la nostra nazionale vincere contro la Lettonia e inserirsi tra le migliori cinque seconde classificate, posizione utile per staccare il pass europeo.

Non è stato facile e il cammino è stato pieno di ostacoli per la squadra di coach Ricchini, che si è trovata costretta a vincere le ultime tre partite consecutive per poter qualificarsi. L’Italia non ha mai brillato e anche nelle due vittorie con l’Estonia è mancato il gioco e per lunghi tratti siamo andati sotto con una nazionale di secondo/terzo livello. La sconfitta all’andata con il Portogallo è forse stato il momento più basso raggiunto dal gruppo azzurro nell’ultimo quadriennio, ma Masciadri e compagne hanno saputo rialzarsi e reagire anche alla successiva sconfitta con la Lettonia che ci metteva con le spalle al muro. Dopo il successo in terra estone sono arrivati quelli casalinghi con portoghesi e lettoni, che hanno sancito la nostra qualificazione.

La partita più bella è stata proprio quella di ieri sera con la Lettonia. Contro un’ avversaria, che aveva, fino a quel momento, dominato il girone, l’Italia è andata anche sotto di dieci punti, ma poi ha ritrovato improvvisamente il suo gioco e per almeno due quarti abbiamo rivisto quella nazionale capace di sfiorare l’accesso ai Mondiali lo scorso anno.

La squadra rispetto allo scorso Europeo non è cambiata di molto, anche se alcune senatrici come Ress (infortunata) non sono state convocate, ma dalle nazionali giovanili, che ben hanno fatto negli ultimi anni, la sola Cecilia Zandalasini ha trovato spazio con continuità. Un discorso a parte lo merita Francesca Dotto, argento europeo l’anno scorso con l’Under20, ma ormai al centro del nuovo progetto della nazionale maggiore. La play veneta è stata forse la migliore della spedizione azzurra e nelle ultime due sfide ha trascinato le compagne alla vittoria, toccando e superando quota venti punti.

Non bisogna, però, dimenticare l’esperienza, la classe e la voglia di vincere di capitan Raffaella Masciadri, che ieri quando contava ha saputo tirare fuori gli artigli della campionessa. La stella di questa nazionale, però, resta Giorgia Sottana: senza dubbio è la nostra miglior giocatrice, quella da cui andare nel momento di maggior bisogno e che risponde sempre presente. Il mese di preparazione è stato intervallato da qualche piccolo infortunio, che forse non l’ha fatta arrivare al 100% della condizione in queste due settimane.

Ieri era presente anche il Presidente della Fip Giovanni Petrucci e chiudiamo il nostro articolo proprio con le sue parole (prese dal sito della federazione) su questa squadra, da cui ci attendiamo molto il prossimo anno: “Ero a Latina due anni fa a sostenere la Nazionale Femminile da Presidente del CONI e questa sera ho nuovamente applaudito le Azzurre per questa splendida qualificazione all’Europeo: è la vittoria di un gruppo solido, che lavora con grande serenità e ha saputo assorbire le prime sconfitte. Lo dico sempre, quando si gioca col cuore e si onora la Maglia Azzurra si superano tutte le difficoltà”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB federazione

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

 

 

Lascia un commento

scroll to top