Volley, SuperLega – Le pagelle della terza giornata: Vettori torna grande, che Lube!

Luca-Vettori-SuperLega-volley.jpg

Ieri si è disputata la terza giornata della SuperLega, il massimo campionato di volley maschile. Di seguito le consuete pagelle.

 

LUCA VETTORI e MATTEO PIANO: 9. Coppia diabolica. L’opposto riscatta pienamente l’opaca partita di domenica, il centrale si replica. Sono proprio i due azzurri a spedire in alto Modena che sconfigge Monza, infila la terza vittoria consecutiva e vola al comando del campionato.

Vettori giganteggia soprattutto nel primo set e nel secondo parziale è incisivo con un bel turno al servizio: chiuderà con 15 punti, il 68% in attacco, 1 ace e 1 muro.

Piano martella a più non posso dai nove metri, trova addirittura cinque aces, spina nel fianco della ricezione brianzola.

STEFANO MENGOZZI ed ENRICO CESTER: 8,5. Sono ancora i due centrali a far volare una Ravenna sempre più da sogno. I romagnoli espugnano Città di Castello e conquistano la terza vittoria consecutiva in SuperLega, confermandosi al comando. I due italiani brillano e la loro diga risulta insuperabile al cospetto degli attacchi laziali (4 e 5 muri a testa). Mengozzi brilla col 69% in attacco e mettendo a terra addirittura 15 punti, uno solo in meno del top scorer Renan.

ALEKSANDAR ATANASIJEVIC: 8. Lui c’è sempre. Il serbo non delude mai ed è l’assoluto protagonista della vittoria di Perugia sul campo di Latina. L’opposto piazza 21 punti (53%) con ben 3 aces. Accanto a lui una super coppia di centrali: Buti e Beretta giganteggiano (3 e 4 muri a testa). Gli umbri escono dall’incubo e conquistano la prima vittoria in questa stagione.

LUBE BANCA TREIA: 8. Di fronte a una prestazione così corale è impossibile individuare un solo trascinatore. Il libero Henno è sontuoso (79% positiva, 64% perfetta) e la ricostruzione del gioco diventa così semplice. Baranowicz smista palloni su tutto il fronte d’attacco (60% di squadra in fase offensiva) e verrà premiato da un ispiratissimo Sabbi (16 punti, 3 aces, 3 muri), da Kurek (14 muri, scatenato sottorete con 5 muri), da Parodi (8 punti). Al centro assente Podrascanin causa infortunio, viene ben sostituito da Shumov affiancato dall’esperto Stankovic (3 muri e 4/4 in attacco). I Campioni d’Italia riprendono al meglio dopo il turno di riposo, sconfiggono agevolmente Padova e conquistano il secondo successo in campionato.

KEVIN LE ROUX: 7,5. Il francese è uno dei grandi protagonisti di questo avvio di stagione. Piacenza è in una situazione difficilissima, causa problemi societari (Ardelia pagherà?), ma i giocatori non mollano un colpo. Il martello fa sentire la sua importanza nell’importantissima vittoria su Verona. 14 punti, 48%, 4 muri affiancato da capitan Zlatanov.

FILIPPO LANZA: 7. Il giovane cresce per maturità in una piazza importante e si sta confermando una delle pedine più importanti di Trento. Nel facile turno infrasettimanale contro Molfetta non si smentisce: 15 punti, forza al servizio (3 aces), ben presente col 50% in attacco.

 

ANDREA GALLIANI: 4,5. Dopo la super partita contro Piacenza, il bomber di Monza si arena al Pala Panini: 2 punti, 13% in attacco, 17% di ricezione perfetta (5 errori) sono i numeri impietosi di una serata no.

TAYLOR SANDER e AIDAN ZINGEL: 4. I due uomini di franchigia crollano nel big match di giornata. Verona viene demolita da Piacenza con i due big sottotono: il bomber si erma a 5 punti con un modesto 27% in attacco il 18% in ricezione, il centrale mette giù solo un muro e non andando oltre il 29% in fase offensiva.

PADOVA: 5. La squadra non è male e si sono visti sprazzi di buon gioco. Purtroppo però è arrivata la terza sconfitta consecutiva, complice un calendario sfortunatissimo che ha costretto la neopromossa ad affrontare tre big del campionato. Avranno modo di rifarsi nelle prossime partite.

 

(foto Legavolley)

Lascia un commento

scroll to top