Equitazione: Vrieling vince in Coppa del Mondo, Gaudiano in Marocco

Equitazione-Jur-Vrieling.jpg

È l’olandese Jur Vrieling il primo leader della Coppa del Mondo 2014-2015 di salto ostacoli: il campione iridato a squadre, in sella a Vdl Zirocco Blue N.O.P. ha infatti trionfato ad Oslo grazie ad un percorso netto nel jump-off con un tempo di 34″22, aggiudicandosi i primi venti punti della stagione. Alle sue spalle, si sono classificati il tedesco Marco Kutscher su Cornet’s Cristallo (34″29) ed il campione olimpico di Londra 2012, lo svizzero Steve Guerdat su Nino des Buissonnets (35″22), che in classifica generale acquisiscono rispettivamente diciassette e quindici punti. Fuori dalla zona punti, invece, tutti gli italiani, con Francesco Franco su Banca Popolare Bari Cassandra che ha chiuso ventunesimo con quattro penalità.

Sempre nella capitale norvegese, il brasiliano Marlon Módolo Zanotelli si è aggiudicato la prova con jump-off ed ostacoli ad 1,45 metri d’altezza. In sella a Vera, il cavaliere verdeoro ha chiuso il percorso decisivo senza errori e con un crono pari a 34″22, sufficiente per superare due binomi irlandesi: quello formato da Cameron Hanley e Caretina de Joter, secondo in 34″90, e quello composto da Shane Breen e Farao van T Vennehof, terzo in 35″46. Buona prova per Luca Maria Moneta, ottavo in sella a Connery con quattro penalità al jump-off (45″24).

Parlando di Brasile, i padroni di casa hanno ottenuto una tripletta nella prova conclusiva del CSI due stelle di San Paolo, con Doda De Miranda e Willen che, in 75″24, hanno preceduto Lucas Mesquita su Selected Sport Horse Ernita (79″90) e Fabio Sarti su Evian Van’T Heike (77″01).

Successo per Emanuele Gaudiano e Caesario 6 al CSI tre stelle di Marrakech, per il Marocco Royal Tour: nella prova a due fasi, il binomio azzurro ha chiuso in prima posizione con un tempo decisivo di 35″02, naturalmente senza errori, precedendo così il francese Nicolas Deseuzes su Cosmos (36″82) ed il padrone di casa Samy Colman su Quavala du Hutrel (36″86). Decimo posto per Roberto Arioldi su Little Queen (36″90 con 4 penalità).

Sempre nella competizione nordafricana, un successo è arrivato anche per l’amazzone svizzera Nadja Peter-Steiner su Celeste 26 (61″87 senza penalità) davanti alla belga Fabienne Daigneux-Lange su Venue D’Fees Des Hazalles (68″48 con tre penalità) ed al qatariota Bassem Hassan Mohammed su Cantaro 32 (50″86 con quattro penalità). Arioldi ha chiuso nono su Loro Piana Viper (58″25 con cinque penalità), mentre Gaudiano si è classificato undicesimo in sella ad Admara 2 (51″77 con 8 penalità).

Nella località frances di Le Lion D’Angres, si sono invece svolti i Campionati Mondiali di completo per Cavalli giovani. Tra i cavalli di sei anni, si è imposto il tedesco Michael Jung su Star Connection, davanti all’australiano Christopher Burton su Dutch Man Retto ed al britannico Piggey French su Cooley Dream Extreme (tredicesimo Roberto Rotatori su Castlerichmond SRS). Nella classifica dei cavalli di sette anni, invece, primo posto per il francese Thomas Carlile su Tenareze, secondo per il britannico Tom McEwan su Toledo de Kerser e terza l’altra britannica Laura Collet su Pamero 4.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top