Calcio, under 21: Slovacchia-Italia, primo atto da non fallire

Under-21-italia-calcio-foto-federico-bernardeschi-fb.jpg

Il grande appuntamento è dietro l’angolo. Domani alle 17 Slovacchia e Italia scenderanno in campo per l’andata del play-off di qualificazione agli Europei 2015 under 21, il ritorno è previsto per martedì 14 alle ore 16 a Reggio Emilia. Centottanta minuti per decretare la vincente dello spareggio: il pronostico pende leggermente dalla parte degli azzurrini, sorridenti dopo un felice sorteggio, ma guai a prendere sotto gamba l’appuntamento. Nel 2011 il flop di Casiraghi con la Bielorussia ha catechizzato Devis Mangia, concentrato due anni fa nel superare la Svezia con il tandem Ciro Immobile e Lorenzo Insigne al centro del progetto.

Da Luigi Di Biagio, dunque, ci si aspettano altre due prestazioni positive e vincenti dopo il dentro o fuori con la Serbia di inizio settembre. Una partita cominciata malissimo, con l’Italia sotto 0-2 dopo neanche dieci minuti, ma terminata 3-2 grazie ad una splendida rimonta tra fine primo tempo e metà ripresa. Poi il 7-1 su Cipro, che tuttavia si era portato in vantaggio sfruttando l’ennesimo errore della nostra retroguardia sulle palle alte, e la qualificazione al primo posto nel girone. Adesso viene il momento di concretizzare l’ottimo lavoro dell’ultimo anno, per volare all’Europeo (eventuale sorteggio dei due gruppi previsto il 6 novembre), tentare di difendere il secondo posto del 2013 e conquistare la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016.

L’infortunio di Romagnoli, bloccato da un problema all’adduttore, ha riaperto le porte a Rugani, pronto a guidare la difesa al fianco del capitano e compagno all’Empoli Bianchetti. Convocato da Antonio Conte, il 20enne di proprietà della Juventus non ha storto il naso al momento di tornare in under 21, dimostrandosi anzi pronto ad aiutare la causa azzurra. “E’ stata un’esperienza bellissima, per me è un onore essere qui – le sue parole in conferenza stampa – Ora è arrivata la chiamata dell’under 21 e vado a giocare qualcosa di importantissimo per me e per la squadra: sono pronto a raggiungere i compagni e a scendere in campo con la massima voglia di fare bene”. In porta confermato Bardi, sugli esterni dovrebbero agire Zappacosta e Biraghi. A centrocampo peserà l’assenza di Sturaro: Benassi potrebbe sostituirlo al fianco di uno tra Crisetig e Baselli, registi della squadra. In attacco lanciatissimo il tridente formato da Berardi-Belotti-Bernardeschi, in grande forma e già protagonisti nel campionato di Serie A a suon di gol e belle prestazioni.

Adesso neanche più l’esperienza manca all’Italia under 21: uscire almeno con un pareggio da Zlate Moravce significherebbe ridurre il rischio di spiacevoli sorprese al ritorno e guardare con velato ottimismo all’Europeo. Sarà fondamentale, però, dare tutto per provare a ripetere il benaugurante 4-1 dell’amichevole datata agosto 2013. Attenzione sulle palle inattive e cinismo offensivo: è questa la ricetta giusta per superare la Slovacchia.

 

La Slovacchia ai raggi X

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Federico Bernardeschi

Lascia un commento

scroll to top