Calcio – Under 21: Belotti non basta, Slovacchia-Italia 1-1

18_33_bso_f1_689_a_resize_526_394.jpg

Soffre, cresce, passa in vantaggio, subisce il pari, va in affanno ma chiude con ordine. E’ questa la sintesi della trasferta dell’Italia under 21 in Slovacchia, nell’andata dello spareggio verso gli Europei 2015. Belotti non basta: l’imprecisione sottoporta e l’intensità di Ninaj e compagni frenano l’Italia sull’1-1 che lascia tutto aperto in vista del ritorno.

Non particolarmente brillante il primo tempo, con l’Italia che dimostra un ottimo potenziale offensivo a tratti purtroppo ancora acerbo e una fase difensiva non sempre attentissima. La partenza della Slovacchia è aggressiva e i padroni di casa ci provano soprattutto sulla destra, sfruttando gli spazi lasciati da Biraghi. Bardi, comunque, è sempre attento ed evita guai peggiori. Gli azzurrini si affidano a Belotti per scardinare la roccaforte slovacca: l’attaccante del Palermo, dopo una gran giocata di fisico, perde l’attimo davanti al portiere e non riesce a concludere di mancino. Altre occasioni capitano sul piede di Bernardeschi (murato) e sulla testa di Bianchetti (alto), poi al 44′ si sveglia uno spento Berardi. Dribbling in area e tiro di destro a botta sicura, ma Rusov si supera mettendoci il corpo. 0-0 all’intervallo con l’Italia in crescita.

La squadra di Di Biagio deve concretizzare e ci riesce al nono della ripresa. Il marcatore è sempre lui, il bomber Belotti, che ruba il tempo a tutti su un corner dalla destra ed insacca di piede. Prima lo stesso attaccante del Palermo e Battocchio avevano sprecato due limpide opportunità a tu per tu con Rusov. Il gol subito risveglia la Slovacchia, che riprende la pressione dei primi minuti sfruttando un’Italia lunga e priva dei polmoni di Sturaro a centrocampo. Il pubblico rumoreggia per un fallo di mano di Baselli in piena area, poi al 23′, da una palla persa in attacco proprio da Belotti, nasce la ripartenza che Zrelak finalizza nella rete del pareggio con uno splendido diagonale di sinistro.

La stanchezza si fa sentire, il ritmo imposto dagli slovacchi costringe l’Italia a ripiegare in difesa e proteggere un pareggio con gol comunque prezioso. Molina e Crisetig, i nuovi innesti, si rendono più utili in fase di non possesso che in attacco e anche l’ingresso di Longo nel finale non riesce a cambiare il risultato. Al terzo di recupero ultimo brivido, Bardi trema su un bolide da fuori alto di poco. Il verdetto del play-off si conoscerà martedì a Reggio Emilia, appuntamento alle 16 per conquistare Euro 2015.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top