Calcio: Italia, l’importanza dei giocatori operai

Leonardo-Bonucci-calcio-foto-profilo-twitter-bonucci.jpg

L’importanza dei giocatori operai. Al posto delle grandi stelle, magari in grado di risolvere la partita con un episodio ma totalmente apatici per tutti i novanta minuti. E’ su questi che punta Antonio Conte per la sua Italia, con l’obiettivo di tornare protagonisti già dagli Europei 2016. E l’avvio sembra dargli ragione, perché da anni non si vedeva una Nazionale così concentrata e guerriera anche contro le piccole.

Le prime tre partite della nuova gestione azzurra hanno infatti dimostrato chiaramente questa intenzione. Immobile – attaccante tutto cuore e movimenti – in rete contro l’Olanda, il gemello Zaza ad aprire le marcature nella delicata sfida contro la Norvegia. E venerdì sera, contro l’Azerbaijan, la doppietta di Chiellini ispirata dall’ingresso provvidenziale negli ultimi venti minuti di Giovinco. Ma anche il grande lavoro di collante tra centrocampo e attacco di Florenzi e le offensive sulle fasce di Darmian e De Sciglio. Senza dimenticare l’infortunato Giaccherini, che nei giorni scorsi è andato a trovare i suoi compagni a Coverciano. Un’Italia non bella, la cui vita è anche resa difficile dagli imponenti catenacci delle rivali, che però vince grazie all’organizzazione e alla grinta.

E’ dunque terminata l’era di una Nazionale ricca di talento ma spesso incompiuta? Difficile dirlo. Di certo con Conte qualcosa è cambiato e cambierà ancora. Meno fronzoli, più disciplina e cattiveria agonistica. Perché quando le avversarie si chiudono, l’unico modo per segnare è spingere sull’acceleratore e spremere i propri giocatori al 100% fino a trovare i gol della vittoria. E’ successo in Norvegia, al termine di un assedio durato novanta minuti, e si è ripetuto a Palermo contro un Azerbaijan sempre e comunque con undici uomini dietro alla linea del pallone. Gli azzurri hanno cercato e voluto a tutti i costi i tre punti: una Nazionale operaia, perché nei cantieri – e quest’Italia lo è, dopo il crollo mondiale – sono fondamentali. Ben più di architetti ed ingegneri.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter ufficiale Leonardo Bonucci

Lascia un commento

Top