Volley, Europei 2013: le pagelle di Italia-Francia

oa-logo-correlati.png

Ieri pomeriggio l’Italia batteva la Francia nel secondo match degli Europei di volley e si portava in testa alla Pool B. Ecco le pagelle delle azzurre scese in campo.

 

CAROLINA COSTAGRANDE: 8. Una grandissima prestazione per il martello italo-argentino che attacca con delle percentuali di assoluto rilievo: 56% nell’arco dell’intero incontro, 70% senza contare il brutto terzo set della nostra Nazionale. 22 punti a referto con quattro preziosi muroni (top di giornata) avrebbero meritato l’MVP, ma…

 

CATERINA BOSETTI: 5,5. Gli organizzatori la proclamano miglior giocatrice dell’incontro, ma è lei stessa a meravigliarsi per un giudizio tutt’altro che veritiero. Di banda non riesce a spingere come sa, ferma a 6 punti (30%) e spesso bloccata dal muro francese, e nel terzo set alcune carenze in ricezione (decisive per il successo transalpino nel parziale) passano per le sue mani.

 

VALENTINA DIOUF: 7,5. Solita bombardatrice. Attacca forte, spesso viene stoppata ma alla lunga riesce ad avere ragione della difesa avversaria. Conclude la giornata con 19 ottimi punti, ma le percentuali in fase offensiva vanno assolutamente riviste.

 

VALENTINA ARRIGHETTI e MARTINA GUIGGI: 8. La solita super accoppiata di centrali che risulta invalicabile: questo potrebbe essere il punto forte su cui puntare per provare ad arrivare fino in fondo a questo Europeo. 10 punti a testa per entrambi: tutti in attacco per la capitana (71%),7 in fase offensiva per Piske (78%) che condisce con tre muroni ammazza Francia.

 

NOEMI SIGNORILE: 6,5. Partita pulita e ordinata, come ci ha abituato. Se continua a viaggiare su queste linee, con giocate ordinarie può portare lontana la Nazionale. Gli eventuali cambi di ritmo che serviranno contro Nazionali di spicco saranno il vero crocevia del destino italiano in questa rassegna continentale.

MONICA DE GENNARO: 5. Sbaglia molto in ricezione e alcuni blackout del terzo set risultano decisivi.

 

 

INDRE SOROKAITE: 6,5. Non esageriamo con il voto perché è stata poco in campo, ma quando subentra dà un contributo davvero di spicco come ha più volte ribadito nel Grand Prix. Chiude con tre punti.

LUCIA BOSETTI: Dopo l’esordio con la Svizzera, ancora in campo dopo un mese dall’infortunio alla mano. Non può attaccare, ma fa tanto piacere rivederla in pista e darà un contributo importante.

CRISTINA BARCELLINI: S.V.

 

SBALZI D’ATTENZIONE: 4. Il match di ieri ha confermato l’impressione che abbiamo avuto per tutta l’estate: quando le ragazze incontrano un avversario nettamente inferiore spesso non mantengono alta la concentrazione per tutta la durata dell’incontro. Il ko nel terzo set è frutto di questo atteggiamento: passi in partite di certo livello dove il risultato non è in discussione, ma non dovranno ripetersi nei match importanti.

 

RICEZIONE: 5. Forse il vero tallone d’Achille di questa squadra. Quando è stata messa a dura prova dalle bombe di Bauer e Jupiter sono arrivati i dolori. Poi un controllo agevole. L’insufficienza è stata data perché il fondamentale è stato valutato in prospettiva.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top