Judo, Europei junior: Odette Giuffrida è d’oro!

Judo-Odette-Giuffrida.jpg

La prima giornata dei Campionati Europei junior era quella che vedeva più speranze di medaglia per l’Italia. Nonostante qualche risultato sotto le attese, la spedizione azzurra ha potuto raccogliere un titolo continentale grazie alle prodezze di Odette Giuffrida, medaglia d’oro nella categoria -52 kg.

La miglior prestazione italiana, per l’appunto, è arrivata dalla categoria -52 kg femminile, dove erano impegnate Odette Giuffrida e Daniela Raia. Odette Giuffrida si è laureata campionessa europea con un percorso perfetto, che l’ha vista sconfiggere nei primi tre turni la macedone Elena Maneva, la polacca Karolina Pieńkowska e l’ucraina Marija Skora. In semifinale, l’azzurra ha battuto la rumena Alexandra Larisa Florian per waza-ari, mentre nell’atto conclusivo si è imposta contro la francese Julia Rosso per yuko, facendo valere ancora la sua esperienza acquisita combattendo tra i senior.

Daniela Raia, invece, ha chiuso al quinto posto: sconfitta ai quarti dalla russa Zarina Babinjan, ha po battuto l’israeliana Shira Hayat ai ripescaggi, ma proprio la rumena Florian, sconfitta in semifinale dalla Giuffrida, l’ha privata del podio con un ippon. Assieme alla Florian, sul terzo gradino del podio è salita la kosovara Distria Krasniqi, che in questa manifestazione gareggia sotto la bandiera della Federazione Internazionale (IJF).

Delusioni azzurre tra i -60 kg, dove Carmine Maria Di Loreto è stato eliminato al suo primo incontro dal georgiano Lukhumi Chkhvimiani. Fabio Basile, invece, è arrivato alle semifinali, ma non è riuscito a contrastare l’azero Rashad Rafullayev, che lo ha battuto per ippon, nonostante l’azzurro avesse messo a segno uno yuko ed un waza-ari. Nella finale per il bronzo, Basile ha subito un’altra sconfitta dallo spagnolo Francisco Garrigos, che lo ha privato della medaglia. Proprio Rashad Rafullayev si è laureato campione europeo, vincendo la finale contro il turco Ahmet Şahin Kaba per ippon. Oltre a Garrigos, sul terzo gradino del podio è salito l’azero Oruj Valizada.

Anche nei -66 kg l’Italia nutriva speranze di medaglia con Matteo Piras: l’azzurro però non ha potuto fare meglio di un settimo posto, sconfitto ai quarti di finale dal greco Georgios Azoidis ed ai ripescaggi dal serbo Ilija Čiganović, che poi sarebbe salito sul terzo gradino del podio assieme all’ungherese Martin Végvári. L’oro è finito poprio nelle mani di Azoidis, che nella spettacolare finale ha vinto per waza-ari il tedesco Anthony Zingg, a sua volta capace di mettere a segno uno yuko.

Tra i ragazzi dei -55 kg, il titolo continentale è stato conquistato dall’azero Davud Mammadov, che ha battuto il francese Vincent Manquest, argento, con un doppio waza-ari (il secondo per osaekomi). Medaglie anche per l’ungherese Akos Bartha e per l’altro azero, Mehman Sadigov. In questa categoria, Graziano Piredda ha esordito battendo il lettone Ruslans Soha, per poi essere travolto proprio da Manquest in appena un minuto.

Nella categoria -44 kg femminile, la bulgara Borislava Damjanova ha vinto l’oro sconfiggendo la serba Julijana Savić in finale con uno yuko. La slovena Maruša Štangar e la rumena Andreea Stefanescu si sono aggiudicate le medaglie di bronzo.

Nella finale tutta russa della categoria -48 kg, Irina Dolgova ha avuto la meglio sulla compagna Anna Dimitrieva con uno splendido ippon. Il podio è sttao completato dalla svizzera Tamara Silva e dalla moldava Cristian Budescu. L’azzurra Francesca Milani è stata sconfitta la primo turno dall’ungherese Reka Pupp.

Clicca qui per la pagina facebook JUDOKA ITALIANI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: EJU – Marina Mayorova

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top