Volley, Grand Prix: le pagelle di Italia-Cuba

oa-logo-correlati.png

Ieri pomeriggio un’ottima Italia sconfiggeva Cuba nel quinto match del Grand Prix e infilava la quarta vittoria nella manifestazione. Di seguito le pagelle delle ragazze scese in campo.

 

FACILTA’ DISARMANTE: 10. Un’ora tonda tonda per superare le caraibiche con un nettissimo 3-0. Alla vigilia si prospettava un incontro più difficile, ma le ragazze sono riuscite a interpretarlo al meglio e a infilarsi nel canale migliore verso la vittoria.

 

UN GRANDE MURO: 10. Come i punti che hanno segnato le ragazze nel fondamentale contro gli zero delle avversarie. Lì si è deciso l’incontro e la muraglia cinese torna a essere decisiva.

I QUATTRO PASSAGGI: Muro, attacco, errori avversari, convinzione. Le quattro chiavi di un successo easy, ma non per questo da sminuire.

 

MARTINA GUIGGI: 8. Un superlativo 87% in attacco (7 punti su 8 tentativi), una prestazione maiuscola a 360° e in netta ripresa rispetto a quanto visto con la Russia. La capitana ruggisce ancora una volta ed è la vera trascinatrice della formazione.

VALENTINA ARRIGHETTI: 7,5. Sei attacchi su 8 finiscono a terra, 3 stampatone sul fragile reparto offensivo caraibico, una consistenza granitica nel fondamentale che ha spaccato in due l’incontro e una grande convinzione mentale.

 

INDRE SOROKAITE: 7. Ancora top scorer come contro la Russia (ma è quasi scontato visto che è opposta), ma questa volta è meno stratosferica rispetto al match con le padrone di case. Sbaglia abbastanza in fase offensiva (solo 41%). Passa dalle sue mani, comunque, la maggior parte dei palloni che consente di affondare Vargas e compagne.

 

CATERINA BOSETTI :7. Le sue bombe al servizio (ben quattro aces) e una consistenza importante nel fondamentale contribuiscono a creare uno dei solchi decisivi. In attacco c’è molto da rivedere rispetto alle ultime uscite.

CAROLINA COSTAGRANDE: 6,5. Ci convince tantissimo a muro (3), ma in fase offensiva non riesce a liberare il suo braccio e va spesso in difficoltà.

 

NOEMI SIGNORILE: 6,5. Il solito proverbiale ordine e la pulizia in palleggio tornano a pagare come nel weekend di Montichiari.

MONICA DE GENNARO: 6. Non corre grossissimi pericoli (se si escludono alcune bombe di Alvarez e Vargas) e chiude tranquillamente il match.

VALENTINA FIORIN: S.V. Qualche scambio nel quarto set, ma riesce ad andare a referto (1).

Lascia un commento

Top