Judo, Mondiali cadetti: Manzi argento, il Giappone domina al femminile

Judo-Elios-Manzi.jpg

I Mondiali cadetti di Miami (Florida) sono iniziati subito con una medaglia per l’Italia. Se i judoka senior non sono riusciti a brillare nelle ultime competizioni internazionali, lo stesso non si può dire di Elios Manzi, capace di raggiungere la finale nella categoria -55 kg. Il 17enne azzurro si è arreso solo in finale al forte kazako Bauyržan Žauyntayev dopo un combattuto incontro, terminato solo al golden score. Sul podio della categoria sono poi saliti anche il britannico Peter Miles e l’olandese Tornike Tsjkadoea, entrambi sconfitti proprio da Manzi rispettivamente in semifinale ed ai quarti di finale. Dopo il titolo europeo e la medaglia d’argento mondiale del 2011, Manzi può aggiungere così un nuovo metallo alla sua bacheca.

Nell’altra categoria maschile impegnata ieri, quella dei -50 kg, il titolo iridato è andato all’azero Natig Gurbanli, vincitore della finale tutta caucasica contro il georgiano Robinzon Beglarašvili. Le medaglie di bronzo sono andate invece al mongolo Amartuvshin Bayaraa ed al belga Jorre Verstraeten, che aveva eliminato l’italiano Andrea Carlino al secondo turno.

Passando al settore femminile, tra le -40 kg la giapponese Honoka Yamauchi ha avuto la meglio sull’azera Leyla Aliyeva, mentre sul terzo gradino del podio sono salite la brasiliana Juliana Rodrigues e la bulgara Tsvetelina Tsvetanova.

Altro oro giapponese nella categoria -44 kg, dove si è imposta Mari Suzuki, trionfatrice nell’atto conclusivo contro l’ungherese Kincso Mihalovits. Maruša Stangar (Slovenia) e Anastasija Turčeva (Russia) hanno completato il podio.

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

ISCRIVITI E COMMENTA SUL NOSTRO GRUPPO

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top