Calcio, Serie A 2013-2014: Juve favorita per la lotta scudetto

oa-logo-correlati.png

Pochi giorni al via della Serie A di calcio 2013-2014: il massimo campionato italiano, infatti, inizierà sabato 24 con Verona-Milan e Sampdoria-Juventus. La corsa è tutta contro i bianconeri, vincitori delle ultime due edizioni. La Vecchia Signora, però, non vuole abdicare ma, anzi, si è ulteriormente rinforzata per dare la caccia alla Champions League. Il netto successo riportato contro la Lazio in Supercoppa ne è la testimonianza migliore: non sarà per nulla facile contrastare la corazzata di Antonio Conte, rodata in ogni reparto e con sostituti (quasi) sempre all’altezza della situazione. E in più c’è Paul Pogba, 21enne dal futuro d’oro: questa può essere la sua stagione, un anno che lo lancerebbe al vertice dei centrocampisti d’Europa.

Sulla carta, è il Napoli l’avversario numero uno della Juventus. Persi Edinson Cavani e Walter Mazzarri, in Campania sono sbarcati Gonzalo Higuain dal Real Madrid e l’esperto Rafa Benitez, oltre a molti giovani di talento in attacco e il fidato Raul Albiol per la difesa. L’undici azzurro dovrà trovare la quadratura del cerchio prima di esprimersi al meglio -soprattutto con la nuova fase difensiva a 4 – ma le reti del Pipita sono una garanzia e il San Paolo sogna di mettere i bastoni tra le ruote ai bianconeri. Come anche la Fiorentina, esaltata da un mercato super in cui al posto di Stevan Jovetic sono arrivati giocatori del calibro di Joaquin e Mario Gomez, oltre alla scommessa Giuseppe Rossi sbarcato lo scorso gennaio e reduce da due anni di stop. Il panzer ex Bayern Monaco è una garanzia, il centravanti che mancava ai viola nella passata stagione, ma anche per la formazione di Vincenzo Montella l’incognita maggiore è la difesa, ancora un gradino sotto a quella delle rivali. Davanti, invece, è atteso calcio-champagne.

Nonostante un mercato al singhiozzo, guai a sottovalutare Milan ed Inter. I rossoneri, passando il play-off di Champions League, potrebbero siglare qualche colpo negli ultimi giorni, mentre i nerazzurri hanno preferito puntare sui giovani comprando Mauro Icardi, Ishak Belfodil e Saphir Taider. Non nomi da scudetto, ma buoni per la rifondazione post fallimento di Andrea Stramaccioni. Le squadre sono di discreto livello, sicuramente inferiori alla Juventus ma con il blasone internazionale e l’esperienza potrebbero scatenarsi emozionanti bagarre con Napoli e Fiorentina. Tra le fila del Diavolo, bisogna ricordarlo, c’è infatti un certo Mario Balotelli, uno dei giocatori più forti di tutto il campionato: con lui e Stephan El Shaaraawy tutte le difese sono avvisate. Il Biscione, infine, può e deve affidarsi al carattere di Walter Mazzarri: il livornese ha portato a livelli altissimi un Napoli inizialmente mediocre, San Siro ora ha fame di Champions League. E se clamorosamente tornasse Samuel Eto’o…

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

 

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook e qui per mettere ‘mi piace’ alla nostra pagina.

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top