Baseball: lo spettacolo dei playoff in due semifinali equilibratissime

oa-logo-correlati.png

Terminata la regular season per gli appassionati del Campionato Italiano di baseball è già tempo di riversarsi sui diamanti degli stadi italiani per assistere ai playoff.

Ormai, dopo una stagione lunga e ricca di partite, sono rimaste solo quattro squadre a giocarsi il tricolore e per laurearsi campione d’Italia ogni collettivo dovrà dimostrare di essere il migliore.

Le semifinali vedranno rispettivamente protagoniste Bologna e San Marino da una parte, e Rimini e Nettuno dall’altra.

Nella prima sfida, tra i campioni d’Europa in carica e i campioni d’Italia uscenti, sicuramente a partire favoriti saranno i bolognesi che in questa stagione stanno mantenendo uno standard di rendimento a livelli stratosferici; ma certamente la sferzata di entusiasmo ottenuta dai sammarinesi, grazie alla qualificazione playoff giunta sul filo del rasoio, potrebbe essere l’arma in più per la banda di Doriano Bindi che per vincere sarà necessariamente costretta sfoggiare una splendida organizzazione difensiva contro il fortissimo line-up della Fortitudo.

Nel secondo duello, invece, a partire con i favori del pronostico dovrebbero essere i “pirati” di Rimini. I romagnoli, infatti, hanno esibito durante tutto l’anno un’ottima costanza dimostrando di poter reggere il confronto con chiunque, senza alcun problema; supportati anche dai fantastici giri di mazza di un reparto offensivo che risulta essere il primo di tutta la lega per numero di valide. Di contro però, non ci sarà una squadra materasso ma bensì Nettuno. I laziali, dopo un girone d’andata splendido ed un ritorno da “montagne russe”, hanno dimostrato di aver ancora frecce nella faretra del loro arco e si apprestano a vivere questa post season con grande spirito, anche perchè nelle prime partite della serie di semifinale saranno trascinati dalla bolgia umana, sempre presente, dello “Steno Borghese” dove quest’anno poche squadre sono riuscite ad uscire con qualcosa tra le mani.

Non resta quindi che aspettare che lo spettacolo abbia inizio.

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top