Calcio, Europei Francia 2016: Italia-Spagna 2-0. Le pagelle, che cuore gli azzurri!

Chiellini-Eder-Giaccherini-italia-calcio-foto-twitter-uefa-euro-2016.jpg

Italia batte Spagna 2-0: decidono Chiellini al 33′ e Pellè al 92′. Le pagelle.

Le pagelle dell’Italia:

Buffon, 7.5: primo tempo inoperoso, è fortunato sul colpo di testa ravvicinato di Morata e attento sulle ultime conclusioni della Spagna. Miracolo su Piqué all’89’. Urla da leader vero.

Barzagli, 6.5: soffre dal punto di vista atletico, com’è logico vista l’età. Ma se non lo prendono subito in velocità poi è un muro invalicabile.

Bonucci, 7: di testa le prende quasi tutte lui, anestetizza Morata e imposta anche basso. Solita partita granitica.

Chiellini, 7.5: quando c’è da uscire palla al piede il suo sinistro non è sempre precisissimo, ma tiene bene la posizione e, soprattutto, firma il gol decisivo da attaccante vero.

Florenzi, 6.5: ara la fascia destra, si propone appena ha spazio e costringe Jordi Alba a limitarsi in fase offensiva. Buon impatto al posto del titolare Candreva. Dall’84’ Darmian, 6.5: assist per il 2-0.

Parolo, 6.5: tatticamente perfetto, soprattutto nell’ottimo primo tempo azzurro. Si vede poco ma è fondamentale per corsa e pressing.

De Rossi, 6.5: non è al meglio ma stringe i denti. Parte in sordina, poi governa d’esperienza la mediana e si toglie pure lo sfizio di superare in tunnel Iniesta. Dal 53′ Thiago Motta, 6: entra nel momento più delicato del match e non convince a pieno.

Giaccherini, 7.5: una furia nei primi 45′, dal gol tentato in rovesciata a un tiro à la Del Piero che costringe De Gea al miracolo. Polmoni infiniti: dove sono quelli che lo criticavano?

De Sciglio, 7.5: Trova in un colpo solo tutto il coraggio mancato in cinque anni di Milan: brillante a destra, propositivo al cross, anche preciso nei passaggi. Quando c’è da difendere, poi, scala per creare una linea a 4: favoloso.

Eder, 6.5: ha l’unica pecca di mangiarsi un gol a tu per tu con De Gea che avrebbe evitato tutta la sofferenza del finale. Ma lotta su ogni pallone e mette in crisi, con la sua velocità, i centrali iberici. Dal suo destro, poi, nasce la punizione dell’1-0. Dall’81 Insigne, 6.5: entra pimpante, con un destro da fuori ribattuto da De Gea.

Pellè, 7: maestro delle sponde, fa a sportellate con Sergio Ramos e Piqué e non esce battuto. Come sempre: sgraziato ma efficace. Come tutta l’Italia. E raddoppia.

All. Conte, 8: prepara una partita (quasi) perfetta. Il primo tempo sarebbe potuto finire due o tre a zero, l’Italia lotta e, soprattutto, è squadra. Poi quando c’è da soffrire soffre, ma alla fine ecco l’urlo liberatorio: quarti di finale!

Le pagelle della Spagna: De Gea 7.5, Juanfran 5, Piqué 6, Sergio Ramos 6, Jordi Alba 5.5, Fabregas 6, Busquets 6, Iniesta 6, Silva 6, Morata 5.5 (dal 70′ Lucas Vazquez sv), Nolito 5 (dal 46′ Aduriz sv, dall’81’ Pedro 5.5), All. Del Bosque 5.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Twitter Uefa Euro 2016

Lascia un commento

Top