Milano-Sanremo 2016, DIRETTA LIVE: vince Arnaud Demare!

89730226-bf27-4bbc-a888-d6edcf57de7a1.jpg

Il grande giorno è arrivato. I sogni e le speranze vengono chiuse in un cassetto, ogni aspettativa pronta a scontrarsi con la realtà. Oggi è la Primavera, oggi è la Milano-Sanremo. Assente John Degenkolb, vincitore lo scorso anno, la Classicissima è senza un padrone. La prima Monumento della stagione, quella delle sorprese, quella in cui alla fine vince sempre il più forte. OA Sport, come nell’arco di tutta la settimana passata con analisi e approfondimenti, vi accompagnerà dalla partenza all’arrivo in riviera con la diretta testuale integrale della corsa.

IL PERCORSOI FAVORITI LA START LISTIL MONTEPREMI

Clicca F5 per aggiornare la pagina

17.02: spunta incredibilmente allo sprint Arnaud Demare!

17.01: succede di tutto, caduta per Gaviria.

17.00: ultimo chilometro!

16.59: parte Cancellara! Si attacca alla ruota dello svizzero Matteo Trentin!

16.58: attenzione a Kwiatkowski che se ne va. Terminata la discesa.

16.57: riparte Vincenzo Nibali!

16.55: tutti i migliori all’inseguimento di Kwiatkowski. Dietro Nibali ci sono Sagan, Van Avermaet e Cancellara.

16.55: scollinamento e parte in discesa il nostro Vincenzo Nibali! Il campione italiano si fa vedere davanti.

16.54: a tutta Oscar Gatto che chiude in favore di Sagan, all’attacco c’è l’ex campione del Mondo Michal Kwiatkowski.

16.53: iniziano gli scatti! Gallopin scatta e si muove anche il Team Sky.

16.52: gran scatto per Andrea Fedi del Team Southeast. Nessuno lo segue.

16.51: andatura regolare, non scatta nessuno.

16.49: davanti BMC e Katusha di Van Avermaet e Kristoff.

16.48: siamo sul Poggio! Ora è il momento decisivo

16.47: si viaggia velocemente verso il Poggio.

16.45: stanno per essere ripresi i 5 fuggitivi.

16.41: 15 all’arrivo. 15” il vantaggio dei cinque al comando: non collabora Fabio Sabatini.

16.39: in cinque al comando che viaggiano verso il Poggio. Visconti (Movistar), Stannard (Sky), Oss (BMC), Sabatini (Etixx) e Montaguti (AG2R). 15” il loro vantaggio.

16.38: gruppo a tutta, ripresi Stannard e Visconti da Oss e Sabatini.

16.36: 20 chilometri all’arrivo, 20 secondi di vantaggio per la coppia al comando.

16.33: terminata la salita della Cipressa, Stannard e Visconti a tutta.

16.32: all’attacco Giovanni Visconti (Movistar), lo segue Ian Stannard (Team Sky).

16.31: tira la Tinkoff, velocità sostenuta.

16.29: caduta anche in salita. Coinvolto Diego Ulissi, il gruppo è formato da una sessantina di corridori.

16.27: va fortissimo la squadra kazaka, ripresa in un istante la fuga.

16.26: è il momento dell’Astana! Vincenzo Nibali vuol fare corsa dura.

16.25: iniziata la Cipressa per il gruppo. In testa la Katusha di Kristoff.

16.21: tantissimi big coinvolti nell’ultima caduta. Oltre a Matthews anche Geraint Thomas (Team Sky), Daniele Bennati (Tinkoff).

16.20: ancora una caduta! Stavolta coinvolto uno dei big: Michael Matthews!

16.18: si viaggia rapidamente verso la Cipressa, tensione altissima in gruppo, cadute su cadute.

16.16: ancora nervosismo in gruppo, altra caduta. Haller e Marangoni a terra.

16.14: 35 chilometri al traguardo, stiamo entrando nella fase calda.

16.10: scende sotto il minuto il vantaggio dei fuggitivi. A breve verranno ripresi.

16.02: si vola verso Capo Berta. I Capi sono stati affrontati a velocità altissime.

15.56: è il momento di Capo Cervo, sempre andatura elevatissima per il gruppo.

15.53: si viaggia velocemente verso Capo Cervo. 49 chilometri all’arrivo, 1’30” di vantaggio per la fuga.

15.49: iniziato Capo Mele! Si comincia a far sul serio

15.48: bruttissima caduta in gruppo, rimane a terra un uomo della Lampre Merida, Federico Zurlo.

15.46: velocità altissima in gruppo, tutte le squadre vogliono star davanti. Cala vertiginosamente il vantaggio della fuga.

15.39: 60 chilometri all’arrivo, 3′ il vantaggio dei fuggitivi. Stiamo arrivando nella zona dei Capi.

15.27: il copione è sempre lo stesso. Le squadre dei favoriti controllano la corsa a 3’30” dalla testa. 67 i chilometri alla conclusione della Classicissima. Inizia a salire il nervosismo.

15.10: addirittura meno di 4′. 80 chilometri alla fine. Meno di 30, invece, a Capo Mele.

15.01: il lavoro delle squadre dei velocisti funziona. A 87 dal traguardo i fuggitivi mantengono solo 4’15” di margine. Plotone sempre compatto, non ci sono ancora stati scossoni.

14.46: meno di 100 chilometri alla conclusione.

14.36: In testa al plotone la Dimension Data. Mark Cavendish, pur senza i favori del pronostico, resta molto temibile. Anche Etixx, Cofidis, Tinkoff e Orica a tirare. Ora mancano le maglie Tinkoff.

14.33: Gediminas Bagdonas (Ag2r La Mondiale), Serghei Tvetcov (Androni-Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Jan Barta (Bora – Argon 18), Adrian Hurek (CCC Sprandi Polkowice), Roger Kluge (IAM Cycling), Matteo Bono (Lampre – Merida), Samuele Conti (Southeast – Venezuela), Maarten Tjallingii (LottoNL – Jumbo), Andrea Peron (Team Novo Nordisk) e Marco Coledan (Trek – Segafredo) hanno sempre un vantaggio di circa 5′.

14.14: scende ancora il margine dei battistrada che è inferiore ai 5′. La corsa è transitata dal tratto di autostrada inserito per la frana.

13.48: il gruppo sta forzando. Sotto i 6′ il ritardo dagli 11 attaccanti

13.45: sceso il vantaggio dei fuggitivi. 6’40”

13.35: i fuggitivi ormai sono sul Turchino, passaggio storico della corsa. Meno di 150 chilometri al traguardo.

13.30: vi ricordiamo che in testa alla pagina potete trovare tutti i link utili per seguire nel migliore dei modi la corsa.

13.07: in testa al gruppo c’è la Katusha. Kristoff vuole tenere controllata la corsa e impostare un ritmo adeguato.

12.45: la corsa prosegue invariata. I fuggitivi hanno ancora un margine importante sul gruppo che lascia fare. 8’35”

12.33: ecco la conferma del cambio di percorso:

12.12: 200 chilometri all’arrivo, 8′ il vantaggio dei fuggitivi.

12.06: arriva l’annuncio da Radiocorsa: “A causa della frana, la corsa passerà sull’autostrada da Genova Voltri fino ad Arenzano. Un tratto di 9 km, nei quali la corsa continuerà regolarmente”.

11.49: notizia dell’ultima ora! Una frana sull’Aurelia, cambia la strada per la Milano-Sanremo?

Una serie di immagini dalla partenza:

Greg Van Avermaet

Van Avermaet Pier Colombo

Alejandro Valverde

Valverde Pier Colombo

Peter Sagan

Sagan Pier Colombo

Vincenzo Nibali

Nibali Pier Colombo

Alexander Kristoff

Kristoff Pier Colombo

11.03: di 10′ il vantaggio della fuga. In gruppo davanti la Tinkoff del campione del mondo Peter Sagan.

10.55: il gruppo si è fermato. Sfiora i 10′ il vantaggio della fuga.

Le dichiarazioni di Salvatore Puccio (Team Sky): “Aspetteremo fino alla Cipressa per vedere come si accende la gara. Proveremo ad entrare in ogni gruppetto che si forma. Negli ultimi anni sono stato un po’ sfortunato: cercheremo di correre più attentamente e conquistare un risultato”. 

10.41: dopo 25 chilometri il vantaggio della fuga è già superiore ai 4′.

Le dichiarazioni di Moreno Moser (Cannondale): “Proviamo a giocarci le nostre carte, abbiamo una buona squadra con Navardauskas, Clarke e Slagter che vanno forte. Oggi dalla Cipressa in poi posso provarci, nel prosieguo pensiamo al Giro”. 

10.36: il gruppo lascia spazio. Sono già 2′ di ritardo.

10.34: partita ufficialmente la fuga. Undici corridori al comando: Gediminas Bagdonas (Ag2r La Mondiale), Serghei Tvetcov (Androni-Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani-CSF), Jan Barta (Bora – Argon 18), Adrian Hurek (CCC Sprandi Polkowice), Roger Kluge (IAM Cycling), Matteo Bono (Lampre – Merida), Samuele Conti (Southeast – Venezuela), Maarten Tjallingii (LottoNL – Jumbo), Andrea Peron (Team Novo Nordisk) e Marco Coledan (Trek – Segafredo).

10.20: come di consueto scatti e controscatti nella prima parte di gara. Velocità altissime.

10.10: partita ufficialmente la corsa. 199 corridori al via, forfait per Moreno Hofland.

Le parole di Sacha Modolo (Lampre Merida): “La Sanremo è un punto di domanda ogni anno. Noi della Lampre stiamo bene, stiamo andando forte anche se non è ancora arrivata la vittoria. Il primo anno che c’è il sole, fa bene sia a me che alla squadra”.

Queste le dichiarazioni di Manuel Quinziato (BMC) alla partenza: “Abbiamo Greg Van Avermaet che è uno dei favoriti, ma non è un velocista, dunque dobbiamo sperare che ci sia selezione durante le ultime salite. Io organizzo il tutto”.

Ore 10.00: le squadre stanno affrontando i primi chilometri di trasferimento prima di arrivare in Via della Chiesa Rossa, dove avverrà il via ufficiale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top