Milano-Sanremo 2016, il percorso: mancano le Manie, arrivo in via Roma

Schermata-2016-03-14-alle-23.08.32.png

Un lungo racconto, 291 chilometri di pura passione. Dal Castello Sforzesco di Milano un viaggio verso il mare e la primavera. La Milano-Sanremo è la prima classica monumento della stagione, quella più aperta e senza punti di riferimento. Il percorso per l’edizione numero 107.

Come detto si prende il via dal cuore di Milano, ma la partenza ufficiale sarà in via della Chiesa Rossa. Da qui oltre 100 chilometri pianeggianti nella Valle del Po, passando per Pavia, Tortona, Novi Ligure e Ovada prima del Passo del Turchino, la prima asperità di giornata. Per i professionisti poco più di un cavalcavia, un passaggio simbolico in un luogo simbolo della corsa ma privo di valore tecnico.

Una discesa discretamente lunga, circa 10 chilometri, porta il gruppo sulla riviera ligure. Il tracciato inizia a farsi più frastagliato, ma per un’ottantina di chilometri è solo pianura. Da Alassio, in rapida successione, Capo Mele, Capo Cervo e Capo Berta, spartiacque fondamentale in particolar modo per la fuga. Tre ascese brevi e con pendenze non eccessivamente impegnative.

A poco meno di 30 dall’arrivo inizierà la salita della Cipressa. Sei chilometri con una pendenza media del 3,9%, con i due chilometri centrali che si tengono sul 5%. Un primo banco di prova per i velocisti in gruppo che però difficilmente può trasformarsi in un trampolino di lancio a causa del lungo falsopiano che porta al Poggio di Sanremo, l’ultima salita, che spesso ha fatto rimbalzare anche i più valorosi.

Per quanto riguarda il Poggio, è una delle salite più note del ciclismo mondiale. Uno scenario unico che è diventato il simbolo della corsa: 3 chilometri e mezzo, pendenza media del 3% con una massima, nella parte finale, che arriva all’8. Qui si può provare a fare la differenza prima della picchiata finale e degli ultimi 2500 in pianura che condurranno gli atleti rimasti nel drappello di testa alla volata finale, l’ipotesi maggiormente accreditata.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Tag

Lascia un commento

Top