Magia azzurra a Canmore: Dorothea Wierer rimonta e vince la mass start! L’Italia è in festa

DSC_0439-min.jpg

Dorothea Wierer completa la festa italiana a Canmore, in Canada. Dopo il successo di Dominik Windisch la finanziera di Anterselva ha concluso in prima posizione la mass start valida per la Coppa del mondo di biathlon femminile in terra canadese. 

Probabilmente motivata dal successo del compagno di squadra, Wierer ha preso di petto la gara sin dal primo giro condotto in testa sino al poligono. Un errore le ha tarpato inizialmente le ali, ma già dopo la seconda sessione di tiro l’azzurra era tornata a contatto con le migliori. Con il passare dei giri il poligono ha fatto selezione e al comando sono rimaste la francese Marie Dorin Habert, Gabriela Soukalova e Dorothea Wierer, le migliori della classifica che sono arrivate a giocarsi il successo all’ultimo poligono.

 

WINDORFUL ITALIA – Brividi nella neve di Canmore, il Biathlon Azzurro scrive la leggenda da “Io c’ero”

SOGNO E SON DESTO! Impresa di Dominik Windisch: trionfo nella mass start

BIS DA LEGGENDA! Dorothea Wierer domina la mass star di Canmore. Epopea Italia

 

Cinque colpi in rapidissima successione senza errori: Dorothea Wierer ha lasciato in piazzola le avversarie con una rapidità al tiro che non ha eguali nel circuito. Per di più, le concorrenti per il podio hanno mancato un bersaglio a testa e l’ultima tornata è stata una vera e propria passerella per la 25enne altoatesina che è andata a completare una giornata storica per l’Italia del biathlon. Alle sue spalle ha chiuso la francese Dorin Habert, ad oltre 20” nonostante ne abbia recuperati diversi nell’ultima parte della tornata dedicata ai festeggiamenti mentre Gabriela Soukalova si è rialzata per completare il podio a 50” di distacco da Wierer. Quattro errori, di cui tre nella prima serie, per la finlandese Kaisa Mäkäräinen, autrice di una rimonta furiosa che l’ha portata fino in quarta posizione. A seguire Hildebrand e Bescond, con Dahlmeier settima.

Troppi errori al tiro sia per Karin Oberhofer che per Federica Sanfilippo, in difficoltà nel trovare il giusto feeling con il poligono. Le due azzurre hanno chiuso rispettivamente in 20esima e 27esima posizione.

Per Dorothea Wierer si tratta del terzo successo stagionale in una gara individuale, il primo della carriera nella mass start, format che fino a questo momento non le aveva regalato particolari soddisfazioni. La prova di forza, sopratutto mentale, dell’ultimo poligono potrebbe proiettare Dorothea in una nuova dimensione: seconda nella classifica generale, è perfettamente in corsa per portarsi a casa la Sfera di Cristallo. Le avversarie sono Soukalova e Dorin Habert con la ceca che ha margine sulle due concorrenti dirette e può gestire da quei alla fine anche se non è parsa brillantissima sugli sci stretti pur con percentuali spaventose al poligono. E con quattro podi consecutivi Dorothea Wierer inizia a far paura

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Romeo Deganello

Lascia un commento

Top