Ginnastica, Serie A – Il copione non cambia. La Brixia domina, dietro si lotta: tra esplosioni, novità, conferme

Sofia-Busato-Rimini.jpg

In fondo il vento in Italia non cambia mai direzione. In un modo o nell’altro la Brixia Brescia si conferma la squadra più forte del movimento ginnico al femminile.

Le Campionesse d’Italia trionfano a Rimini nell’overture della nostra Serie A1, infilando il quinto successo di tappa consecutivo e ricominciando da dove avevano lasciato. Qualsiasi squadra, senza due big del calibro di Vanessa Ferrari ed Erika Fasana, avrebbe fatto fatica. Non la Leonessa che ha ribadito il proprio status di corazzata imprendibile.

Gareggiando con Martina Rizzelli e Sofia Busato a mezzo servizio (ma capaci di due botti allucinanti), puntando quasi tutto su una ragazzina terribile come Giorgia Villa, hanno primeggiato per l’ennesima volta. Il distacco sulla seconda classificata è stato di ben 2.7 punti, segno di un dominio in termini di punteggio anche se la gara è stata comunque parzialmente aperta per tre quarti del suo svolgimento.

La realtà è che il bacino brixiano è difficilmente battibile, anche quando costretto (per propria scelta e per bene dell’Italia che punta alle Olimpiadi) a gareggiare a mezzo servizio.

 

Alla vigilia si preannunciava una gara forse più combattuta perché probabilmente non ci si aspettava un’esplosione del genere di Giorgia, non si credeva in un così pronto rientro di Martina e probabilmente era anche difficile prevedere il 15.4 di Sofia.

La gara doveva probabilmente essere più aperta visto che alle spalle c’era una Gal Lissone guidata dalle altre big Carlotta Ferlito ed Elisa Meneghini, ma la caduta della Mini dalla trave ha un po’ bloccato la rincorsa delle brianzole. L’Artistica 81 di Trieste contava su un terzetto di assoluto livello composto da Tea Ugrin, Federica Macrì e Giorgia Campana ma i problemi fisici hanno complicato la rincorsa delle giuliane.

E così il copione è sempre stato il solito, quello che siamo ormai abituati a vedere. Onore al merito alle ragazze di Enrico Casella, indubbiamente le più forti del lotto (non è poi un caso il numero di atlete Nazionali in squadra).

 

Una prima tappa che non ha deluso le aspettative, che ha fatto vedere delle buone cose e che non è dispiaciuta davvero considerando che la prima uscita è sempre interlocutoria. Si ritorna in pedana il prossimo 5 marzo ad Ancona, in contemporanea con l’American Cup, la tappa più importante della Coppa del Mondo (si poteva interpretare meglio il calendario). Un altro mese di letargo, forse troppo per il circuito…

 

(foto Giorgia Urbani)

 

Articoli correlati:

Serie A – Sempre Brixia! Trionfo a Rimini: che rientro Rizzelli, botta Busato, immensa Villa. Ok Ferlito, ottima Mariani sugli staggi

Serie A – Tutti i podi individuali di giornata a Rimini: le migliori sono state…

FOTO – Serie A: un podio rivoluzionario. Materassini Air Track, vincitrice sulla sinistra e…

Lascia un commento

Top