Volley, è nata l’Italia del futuro! Giovane e talentuosa: da Egonu a Orro, sognando le Olimpiadi

Egonu-Danesi-Italia-volley.jpg

Doveva essere l’Italia del futuro, è subito diventata l’Italia del presente. Ad Ankara, tra mille difficoltà e paure, al termine di una settimana da cardiopalma e che rischiava di spedirci nel baratro, la nostra Nazionale di volley femminile è rinata poggiando le basi sul futuro.

Le Olimpiadi 2016 non erano mai state così lontane. Sembravano totalmente un miraggio quando il Belgio ebbe il match-point per sbatterci fuori. Sembravano così lontane dopo la batosta presa dall’Olanda in semifinale. Sembrano così dure da raggiungere prima della combatuttissima finalina poi vinta contro la Turchia, davanti ai suoi 7500 spettatori.

Rio era troppo importante, una vetrina per tutto il movimento, assolutamente da agguantare per non fare un salto indietro di vent’anni. Certo il pass per il Maracanazinho è ancora da conquistare ma ora siamo molto più ottimisti visto che il torneo mondiale di maggio è molto accessibile (clicca qui per saperne di più).

 

Sapevamo di avere fenomeni del calibro di Paola Egonu (una bomber già fantascientifica, trascinatrice contro Belgio e Polonia, risolutrice nel complicato terzo set contro la Turchia), della palleggiatrice Alessia Orro (ancora imprecisa in alcune sue alzate ma con un talento ben visibile e tutto da sgrezzare, ha piazzato il muro del successo su Ozsoy e compagne), della centrale Anna Danesi (che bei muri e che belle fast, giocate con maturità), senza dimenticarsi dell’altro martello Anastasia Guerra poi rimasta fuori per lasciare spazio a un’altra centrale visti i problemi di Chirichella.

Due 17enni e una 19enne, una Nazionale U20 (non a caso siamo Campioni del Mondo U18 e bronzo iridato nella categoria superiore) che rappresenta il presente del nostro Paese. Siamo arrivati male a questo torneo (e questo è anche colpa dei maghi del calendario), la preparazione non è stata delle migliori, soprattutto si è deciso in origine di puntare su un gruppo veterano (Ferretti, Bosetti, Centoni) che ha ampiamente deluso e che è poi stato smantellato durante il torneo.

 

Un cambio così netto, radicale e coraggioso nel torneo più importante. Se si fosse meditato prima, magari già nel 2015 senza creare i due gruppi estivi e poi una formazione spenta per gli Europei, saremmo probabilmente arrivati in miglior modo ad Ankara e non avremmo sofferto così tanto.

Invece, dal nulla, il nostro trio del Club Italia, del tanto criticato Club Italia, è stato catapultato in questo contesto e ha giocato meravigliosamente. Tanti non volevano queste ragazze (forse le veterane stesse?), tanti le pensavano ancora acerbe e invece hanno ottenuto la loro meritata vendetta.

Ci sono ancora tanto buchi tecnici (che potevano costare caro) ma ci sarà tutto il tempo per riappianarli. L’Italia non dovrà aspettare un ciclo intero, potrà già lottare per Rio. Proprio con queste ragazze che stanno cercando di non far pesare un ricambio generazionale che sarebbe potuto costare molto caro.

Aggiungiamoci anche Valentina Diouf (23 anni oggi, Buon Compleanno!) e Cristina Chirichella (22 tra un mese esatto), giovani anche se già con tante esperienze in Nazionale. Un’Italia da 25 anni di età media e che ha davanti a sé un bel futuro. Migliorandosi e provando a essere più convinta in sé, ma con tanto cuore e grinta, carattere che ha cancellato gli errori e che ha emozionato tutti in una settimana da autentico cardiopalma.

 

Articoli correlati: 

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Viaggio all’Inferno e ritorno. Il grande cuore delle azzurre, il sogno Rio è vivo

Qualificazione Olimpiadi 2016 – E’ nata l’Italia del futuro: da Egonu a Orro, sognando le Olimpiadi

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Tutti i i premi individuali: l’Italia fa festa con Egonu e Sansonna

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italiaaaaaa! Vinta la crociata: Turchia ko! In corsa per le Olimpiadi 2016, andiamo al mondiale

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia, le avversarie del torneo mondiale e tutte le regole. Cosa fare per volare a Rio

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia, riparte la rincorsa alle Olimpiadi. Tutti i prossimi ostacoli verso Rio

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Epica Italia: le pagelle dell’impresa sulla Turchia. Del Core, Egonu, Orro fanno festa

Qualificazione Olimpiadi 2016 – Italia batte Turchia: le parole delle azzurre. Bonitta: “Brave tutte”. Del Core e le giovani

Qualificazione Olimpiadi 2016 – VIDEO: che show di Egonu! 4 punti consecutivi, 2 aces filati, vince il terzo set da sola

Qualificazione Olimpiadi 2016 – VIDEO: l’ultimo punto dell’Italia. Murone di Orro e la festa in mezzo al campo

Qualificazione Olimpiadi 2016 – La Russia vola a Rio! Sconfitta l’Olanda di Guidetti

Lascia un commento

Top