Pattinaggio di figura: il Trophée Bompard senza Papadakis e Cizeron, ma con tante stelle

Pattinaggio-Gabriella-Papadakis-Guillaume-Cizeron-FB.jpg

Proprio nei giorni precedenti il Trophée Éric Bompard 2015, la Francia del pattinaggio di figura ha perso alcuni dei suoi protagonisti più importanti: dopo la rinuncia di Florent Amodio (clicca qui per saperne di più), anche la coppia formata da Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, campioni europei e mondiali di danza, ha dovuto dichiarare forfait per la quarta tappa del Grand Prix 2015/2016. Papadakis è infatti ancora alle prese con l’infortunio subito ad inizio anno, ed ha preferito prendere delle precauzioni in vista della difesa dei titoli europeo ed iridato nella seconda parte della stagione.

Nonostante l’assenza dei fuoriclasse francesi, che dunque non potranno essere della partita alle finali di Barcellona, dove l’anno scorso conquistarono la medaglia di bronzo, la danza avrà comunque diversi spunti di interesse. Secondi nel 2014 alle spalle dei padroni di casa, i canadesi Piper Gilles e Paul Poirier avranno la possibilità di raccogliere un nuovo risultato di prestigio dopo il terzo posto di Skate America. I loro avversari principali saranno gli statunitensi Madison Hubbell e Zachary Donohue, che scopriranno le loro carte dopo aver saltato l’appuntamento di Milwaukee. Il podio potrebbe vedere protagonista anche la coppia russa formata da Alexandra Stepanova ed Ivan Bukin, ma i medagliati di bronzo europei dovranno vedersela con i rientranti britannici Penny Coomes e Nicholas Buckland.

Gli appassionati italiani seguiranno soprattutto le altre coppie, quelle di artistico, dove saranno presenti Nicole Della Monica e Matteo Guarise. Recentemente terzi all’Ice Challenge di Graz, in Austria, dove hanno stabilito un nuovo primato nel corto (58.34) gli Azzurri saranno chiamati ad una prova ben più difficile, trovandosi di fronte ad alcune delle coppie più forti del mondo. Dopo un anno di pausa, tornano infatti sul ghiaccio i campioni olimpici Tatiana Volosozhar e Maxim Trankov, che dopo aver esordito questa stagione con la vittoria al Nebelhorn Trophy cercheranno conferme a Bordeaux. Per il podio concorrerà anche la seconda coppia russa, quella dei medagliati europei Evgenia Tarasova e Vladimir Morozov, già secondi a Skate Canada, ma attenzione anche ai cinesi Peng Cheng e Zhang Hao, quarti agli ultimi Mondiali. Grande curiosità ci sarà anche per la coppia di casa formata da Vanessa James e Morgan Ciprès, che recentemente hanno realizzato in allenamento il quadruplo salchow lanciato (clicca qui per vedere il video).

Presenza italiana anche al femminile, dove gareggerà Roberta Rodeghiero, venticinquenne di Schio che quest’ano ha già vinto al Lombardia Trophy e si è classificata quarta a Sofia ed ottava a Bratislava, dove ha realizzato tutti i suoi nuovi primati con un totale di 156.64 punti. Sul ghiaccio di Bordeaux si terrà anche la grade sfida tra la campionessa mondiale in carica, la russa Elizaveta Tuktamysheva, e la sua connazionale Julia Lipnitskaia, alla ricerca della forma della stagione 2013/2014, quando fu la grande rivelazione dell’anno. Entrambe, però, non hanno convinto a pieno nelle prime uscite, ed allora ad approfittarne potrebbe essere la statunitense Gracie Gold, seconda a Skate America, senza dimenticare la giapponese Kanako Murakami.

Dopo il successo di fronte al pubblico amico di Lethbridge, il canadese Patrick Chan vorrà certamente confermare di essere tornato sul ghiaccio per dominare come fece quando vinse tre titoli mondiali consecutivi. Il pattinatore dell’Ontario avrà però avversari temibili come Max Aaron, vincitore a Skate America, ed il campione mondiale junior, il giapponese Shoma Uno, che ha già dimostrato di essere all’altezza delle competizioni senior. Sul ghiaccio troveremo anche un altro nipponico Daisuke Murakami, mentre non ci aspettiamo molto dal kazako Denis Ten, che anche quest’anno sembra intenzionato a prendere il Grand Prix sottogamba per puntare tutto sui Mondiali. Da seguire anche il russo Maxim Kovtun, atteso alla stagione della maturità dopo i tanti errori alternati a grandi prove dell’anno scorso.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Gabriella Papadakis / Guillaume Cizeron (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top