Atletica, Mondiali 2015 – Quali Record del Mondo verranno abbattuti? Sogno alto e triplo

pichardo.jpg

I Mondiali 2015 di atletica leggera si avvicinano a grandi passi. Lo Stadio Olimpico di Pechino è pronto per ospitare la rassegna iridata della Regina degli sport dal 22 al 30 agosto.

Ma verrà abbattuto qualche Record del Mondo durante questa manifestazione che si preannuncia spettacolare? Ricordiamo che un nuovo primato vale anche la bellezza di 100mila dollari per chi lo realizza.

 

Genzebe Dibaba ha letteralmente stravolto l’atletica lo scorso 17 luglio quando ha cancellato un primato vecchio 20 anni, dando una spugna sulla leggenda del sangue di tartaruga. L’etiope dovrà fare gara su se stessa per migliorare il 3:50.07 sui 1500 metri, ma a un Mondiale senza lepri è quasi impossibile sperare di migliorare un limite già di per sé mitologico.

Si ripongono molte speranze su Anita Wlodarczyk. La polacca ha spedito il suo martello alla vertiginosa misura di 81.08 metri lo scorso 1° agosto e dunque ha assolutamente nelle braccia le potenzialità per avvicinare nuovamente una fettuccia da vera wonderwoman. Difficile ma solo lei può riuscirci.

Liu Hong può marciare sul piede del suo primato mondiale realizzato in Spagna lo scorso 6 giugno. La cinese affronterà 20km tra i suoi connazionali e non vorrà deluderli: 1h24:38 pronto per essere battuto soprattutto se il clima lo permetterà, in una gara probabilmente senza avversarie (dietro speriamo nell’impresa di Eleonora Giorgi).

Anche nella 20km di marcia al maschile è stato realizzato il nuovo record del Mondo nel 2015 per opera del giapponese Yusuke Suzuki. 1h16:36, qualcuno riuscirà a fare meglio?

 

Jonathan Edwards e la barriera indicibile: 18.29 nel salto triplo. Un primato che ha compiuto 20 anni lo scorso 7 agosto, qualcosa che sembrava davvero imbattibile fino a qualche mese fa. Poi le battaglie tra Pichardo e Taylor hanno rinvigorito la disciplina a suon di over 18 metri. Magari con una folata di vento favorevole e con un bel duello chissà che non arrivi l’impresa.

Javier Sotomayor e un muro quasi invalicabile: 2.45 nel salto in alto. Il primato del cubano è stato attaccato più volte nella passata stagione, Bondarenko e Barshim ci hanno provato più volte ma l’asticella è sempre caduta. I primi mesi del 2015 hanno proposto “solo” il 2.41 del qatarino, ora in crisi di condizione. Non c’è profumino di Record del Mondo ma con questi Campioni mai dire mai. E, è bene ricordare, anche Gianmarco Tamberi tentò il primato, già nel 2013 da vero precursore: fu solo un gioco goliardico dopo aver ottenuto il minimo olimpico ma questa volta ci sarà anche l’azzurro a lottare ad alta quota.

 

Capitolo Usain Bolt. I suoi numeri di Berlino sono ormai vecchi di 6 anni: 9.58 sui 100 metri, 19.19 sui 200 metri. Non è questa la stagione per provare a batterli, almeno per quanto visto nei mesi scorsi. Ma il Fulmine è sempre in grado di regalare qualche sorpresina nello stadio che 7 anni fa lo incoronò Campione Olimpico. Quasi impossibile ma quando c’è in pista l’icona dell’atletica leggera la speranze è sempre l’ultima a morire.

Renaud Lavillenie e il suo 6.16 del 2014 sono già leggenda. Il Campionissimo dell’asta è già volato oltre i 6 metri in stagione ma l’assalto al cielo non sembra in programma per questi i Mondiali. Anche se…

Sulle Maratone consueto punto di domanda: dipenderà tutto dal tipo di percorso. Forse qualche sorpresina dal triplo femminile. Salvo cataclismi sono queste le gare che possono regalare nuovi Record del Mondo.

 

Articoli correlati:

Mondiali 2015 – Tutto il programma, orari e tv: show a Pechino

Mondiali 2015 – Tutto il montepremi: quanto si guadagna? Super jackpot per i Record del Mondo

Mondiali 2015 – Tutti i medagliati secondo le liste mondiali stagionali

Mondiali 2015 – Le speranze di medaglia dell’Italia: tutti in marcia e il salto in alto

Mondiali 2015 – Quali Record del Mondo verranno abbattuti? Sogno altro e triplo

Tag

Lascia un commento

Top