Tuffi, Mondiali Kazan 2015. Tania Cagnotto: “Un sogno che si realizza”

Tania-Cagnotto-3-tuffi-foto-davide-gioco.jpg

Finalmente ce l’ha fatta. Tania Cagnotto si aggiudica la medaglia d’oro al Mondiale di Kazan 2015 nella gara del trampolino da un metro femminile. Un’impresa straordinaria, battute le fenomenali e perfette cinesi. L’azzurra entra nella leggenda dello sport italiano.

Queste le sue parole di gioia a RaiSport dopo la conquista della medaglia più bella della sua carriera: “E’ un sogno che si è realizzato. Ho sempre messo sullo stesso piano vincere un Mondiale o prendere una medaglia olimpica. Volevo raggiungere uno di questi due obiettivi, finalmente è successo: sono al settimo cielo. Una bella soddisfazione. Devo dire che avevo una sensazione strana già dall’eliminatoria, ieri è stata una giornata infinita, non mi sono allenata, non vedevo l’ora che finisse. Sapevo che potevo farcela, ero partita però demoralizzata perché non mi aspettavo che Shi Tingmao potesse fare peggio di me. Due anni fa (a Barcellona, ndr) sarebbe potuta essere un po’ più semplice. Ho iniziato bene, dopo il doppio e mezzo avanti ho perso qualche anno di vita, poi ho continuato la gara al meglio. All’ultimo tuffo ho pensato a Barcellona 2013, ma questa volta avevo un gran vantaggio di 10 punti, dunque non dovevo strafare. Non ho fatto il mio miglior tuffo, ho rischiato, per fortuna questa volta ho vinto io di un punto. Ho chiuso in bellezza dal metro, è uno dei momenti più belli della mia vita”. 

Brevi dichiarazioni anche per il padre e allenatore Giorgio Cagnotto: “Ci mancava una vittoria mondiale, c’erano i presupposti visto l’andamento della gara. Tania stava bene, l’ho visto dal primo tuffo, aveva il ghigno giusto. Ha affrontato la gara con la determinazione giusta”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: Davide Gioco

Lascia un commento

Top