Tuffi, Mondiali Kazan 2015: TANIA CAGNOTTO MEDAGLIA D’ORO! Impresa da leggenda

Tania-Cagnotto-tuffi-foto-pagina-fina-dpm.jpg

Quarant’anni dopo Klaus Dibiasi, vincitore da 10 metri a Cali 1975, l’Italia torna sul gradino più alto del podio mondiale nei tuffi. La protagonista non poteva che essere lei, Tania Cagnotto, la più forte azzurra di sempre, che vince l’oro da 1 metro a Kazan 2015 con la gara più bella della sua carriera. Un oro cercato dopo la delusione di Barcellona 2013 (argento per dieci centesimi) e raggiunto con tutte le energie possibili. Battute le cinesi, battute tutte le rivali: risuona l’Inno di Mameli in Russia!

L’avvio di Tania è perfetto: 63.60 nell’uno e mezzo ritornato, 62.40 nel doppio e mezzo avanti. Maddison Keeney, l’australiana con programma maschile e super coefficienti di difficoltà, non sfrutta il suo bonus nel doppio e mezzo rovesciato e rimane staccata. Anche Shi Tingmao ed He Zi, le cinesi, sono solitamente imprecise: dopo due rotazioni la bolzanina è prima con sei punti di vantaggio sulle più dirette inseguitrici.

La situazione è ottimale, anche perché nelle gare femminili rimontare è difficile. Tutto, praticamente, è già nelle mani (e nella testa) dell’azzurra, che può ancora contare sulle rotazioni indietro. Terzo tuffo: Keeney ancora sottotono con il doppio e mezzo ritornato, He Zi in rimonta ma Tania Cagnotto entusiasma con l’uno e mezzo indietro. 58 punti e allungo in vetta alla classifica sull’ucraina Olena Fedorova, altra veterana che sogna l’impresa.

49.45: Fedorova frena nella quarta serie, si avvicina la padrona di casa Nadezhda Bazhina ma, soprattutto, continua a volare Tania. 65 punti con l’avvitamento rovesciato: il tuffo è leggermente abbondante, ma il punteggio è super. Intanto la Keeney si rifa sotto con un ottimo triplo e mezzo avanti raggruppato da 3.0 di coefficiente e, prima della volata, la Cagnotto ha 10 punti di vantaggio sulla seconda.

Si arriva alla chiusura: l’uno e mezzo rovesciato dell’azzurra vale 61.20 punti, nessuno può raggiungerla a 310.85. He Zi chiude a 300.30 ed è bronzo, Shi Tingmao fa venire i brividi ma si ferma a 309.20 e si mette al collo l’argento. Lassù, sull’Olimpo, ci siamo noi.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina

One thought on “Tuffi, Mondiali Kazan 2015: TANIA CAGNOTTO MEDAGLIA D’ORO! Impresa da leggenda”

  1. ale sandro scrive:

    Tania veramente meravigliosa, da lasciare senza fiato. Spero che possa aiutarla questo grande risultato a riprendere il cammino per una grande gara dai 3 metri. Di sicuro aumenterà ancora le sue certezze riguardo il proprio valore, se mai ce ne fosse stato il bisogno. Ancora un paio di grandi obbiettivi per impreziosire una carriera fantastica.

Lascia un commento

Top