Boxe, Mayweather-Pacquiao: il compenso dell’arbitro. Money provoca: “Io meglio di Ali”

boxe-floyd-mayweather-usatodaycom.jpg

Mancano cinque giorni all’attesissima sfida del secolo, che a Las Vegas metterà di fronte Floyd Mayweather e Manny Pacquiao per decretare chi, tra i due, sia il più forte rappresentante dei pesi welter ai nostri giorni e forse nella storia.

In un match che stabilirà tanti record monetari, come dimostrato anche dai prezzi dei biglietti, anche l’arbitro potrà godersi non solamente la notorietà per dirigere un match così importante, ma anche una lauta ricompensa. L’esperto Kenny Bayless, scelto dalla commissione pugilistica dello stato del Nevada, guadagnerà 25.000 dollari, mentre ai tre giudici Bert Clements, Dave Moretti e Glenn Feldman spetteranno 20.000 dollari a testa.

Nel frattempo, il padrone di casa “Money” ha continuato a rilasciare dichiarazioni con il chiaro fine di innervosire il suo avversario filippino. Lo statunitense ha infatti affermato di essere il miglior pugile della storia: “Sono ancora meglio, senza mancargli di rispetto, di Mohamed Ali. Ali era una leggenda, ho molto rispetto per lui e per altri campioni del passato. Ma io ho dedicato tutta la mia vita a questo sport, penso di aver fatto per la boxe più di quanto non abbia fatto Ali. Non ha vinto titoli mondiali in categorie diverse come me, io sono molto difficile da battere per chiunque. A trentanove anni, ho ancora le armi ben affilate“. Il pugile dalle quarantasette vittorie in altrettante sfide da professionista ha poi concluso: “Sono il migliore in quello che faccio. So che sarò criticato per quello che dico, ma non me ne frega davvero niente. Credo fermamente in quello che dico“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Usa Today

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top