Seguici su

Pallavolo

Volley, l’Italia senza titolari non tiene botta contro la Polonia di Leon: 3-0 in Nations League

Pubblicato

il

Italia volley
Italia volley / FIVB

L’Italia è stata sconfitta dalla Polonia per 3-0 (25-22; 25-21; 25-22) nella Nations League di volley maschile, perdendo la seconda partita stagionale nel prestigioso torneo internazionale itinerante dopo quella contro la Francia al tie-break. I Campioni del Mondo sono scesi in campo a Lubiana (Slovenia) con una formazione B, ovvero priva di tutte le grandi stelle di questo gruppo, rimaste a casa per rifiatare dopo le prime due settimane di partite: il palleggiatore Simone Giannelli, l’opposto Yuri Romanò, gli schiacciatori Alessandro Michieletto e Daniele Lavia, i centrali Gianluca Galassi e Roberto Russo, il libero Fabio Balaso non stanno prendendo parte a questa trasferta in terra balcanica.

Il CT Fefé De Giorgi ha deciso di dare fiducia ai giovani, anche se questa scelta costa punti pesantissimi nel ranking FIVB: l’Italia ne ha persi 7,74 ed è un peccato visto che questa graduatoria determinerà le fasce di merito per il sorteggio dei gironi delle Olimpiadi di Parigi 2024. La nostra Nazionale, che ora si trova al terzo posto in classifica generale con sette successi e 21 punti, alle spalle di Slovenia (9-21) e Polonia (9-21, ma miglior quoziente set), è comunque qualificata alla Final Eight del prestigioso torneo internazionale itinerante. Domani si tornerà in campo per sfidare la Bulgaria.

Tra le fila dell’Italia i migliori sono stati lo schiacciatore Luca Porro (12 punti) e l’opposto Alessandro Bovolenta (11 punti), 7 punti per il martello Francesco Recine (7), 2 a testa per i centrali Mosca e Sanguinetti, Riccardo Sbertoli in cabina di regia. La Polonia era in campo con tutti i big, a trascinare i Campionati d’Europa sono stati Wilfredo Leon (18 punti) e Bartosz Kurek (15).

LA CRONACA DELLA PARTITA

La Polonia prova a scappare via sul 6-6 nel primo set: errore in battuta di Sanguinetti, muro di Bieniek su Mosca, stoccata di Leon per il 9-6. Gli azzurri non demordono e restano in scia con i colpi di Bovolenta e Recine (11-12), ma Leon e Bieniek risultano immarcabili anche se Bovolenta e Porro continuano a esprimersi su ottimi livelli (15-15). Leon e Kurek operano un break di forza (17-15 e 19-16), Sanguinetti e Porro riescono a tenere l’Italia vicina (21-22) ma il pallonetto di Kurek e la fiondata di Leon valgono il 24-22 prima del muro di Chokanowski su Bovolenta.

L’Italia parte meglio nel secondo set e si porta sul +3 (8-5) con un mani-out di Luca Porro, ma Leon si scatena e detta legge (9-9). La Polonia sfrutta un errore in attacco di Bovolenta per passare in vantaggio e poi il muro di Janusz su Recine è una sentenza (13-11). Il primo tempo di Bieniek e il mani-out di Kurek fanno malissimo (17-14), Leon si esalta con un mani-out e un ace (21-17) e a quel punto alla Polonia basta amministrare il vantaggio prima di chiudere con Kurek.

Il terzo set è una lotta punto a punto: Recine, Porro e Bovolenta si distinguono in casa Italia, mentre la Polonia punta sempre su Kurek e Leon (16-16). Gli azzurri mettono seriamente in difficoltà i Campioni d’Europa e tengono botta con grande caparbietà (19-19). Sul 20-20 Huber segna in primo tempo, Fornal mura Recine, Kurek sigla il 23-20 e poi Bieniek chiude i conti.

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online