Seguici su

Atletica

Atletica, Alice Mangione scatenata sui 400: solo Libania Grenot ha fatto meglio, seconda italiana di sempre

Pubblicato

il

Alice Mangione
Mangione / Lapresse

Alice Mangione si prende la copertina in casa Italia al Meeting di Madrid, tappa del World Continental Tour (livello silver, il terzo circuito internazionale itinerante per importanza). L’azzurra ha infatti firmato il proprio personale sui 400 metri, abbassando di ventiquattro centesimi il primato siglato di recente agli Europei di Roma e chiudendo al terzo posto con il crono di 51.10.

La siciliana è così diventata la seconda italiana di sempre sul giro di pista, a otto decimi dal record italiano siglato da Libania Grenot nel 2009 (50.30 a Pescara). L’azzurra è stata esuberante allo Stadio Vallehermoso della capitale spagnola, cercando di rimanere attaccata all’irlandese Sharlene Mawdlesy, che con 50.82 ha poi chiuso al secondo posto, sorpresa nel finale dalla belga Naomi Van Den Broeck (50.80). Un’italiana non correva così veloce sul giro della morte dalle Olimpiadi di Rio 2016.

Alice Mangione, argento con la 4×400 mista durante la rassegna continentale, ha espresso la propria soddisfazione attraverso i canali federali: “Mi sono sentita stanca, avevo poche energie dopo Roma. Sono però contenta, sapevo di poter fare bene: il sub-51 era l’obiettivo e speriamo di poterlo ottenere agli Assoluti di La Spezia“. Anna Polinari, anch’ella seconda con la staffetta mista nella capitale, ha chiuso al quinto posto in 51.90.

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online