Seguici su

Pallavolo

Volley, Perugia è la prima finalista! Milano ribaltata, i Block Devils lotteranno per lo scudetto

Pubblicato

il

Milano Perugia volley
Milano Perugia volley / IPA Agency

Perugia ha sconfitto Milano per 3-1 (18-25; 26-24; 25-20; 25-18) nella gara-4 e si è qualificata alla finale scudetto di volley maschile. I Block Devils si sono imposti all’Allianz Cloud e sono così riusciti a chiudere la serie per 3-1, guadagnandosi la possibilità di battagliare per il tricolore contro la vincente di Monza-Trentino (si deciderà alla bella di spareggio).

Dopo il ko rimediato quattro giorni fa in casa, la corazzata umbra ha saputo rialzare la testa in trasferta, tra l’altro recuperando dopo aver perso il primo set ed essersi trovata sotto per 23-24 nella seconda frazione. Perugia andrà a caccia del secondo titolo della storia dopo quello vinto nel 2018 e dopo le tre finali consecutive perse contro Civitanova tra il 2019 e il 2022 (senza dimenticarsi il ko sempre contro la Lube nel 2014 e contro Modena nel 2016).

Sono risultati decisivi l’opposto Wassim Ben Tara (18 punti) e lo schiacciatore Kamil Semeniuk (18), affiancato in reparto da Oleh Plotnytskyi (15). In doppia cifra anche il centrale Roberto Russo (10) affiancato da Flavio Gualberto (8) sotto la regia di Simone Giannelli (3). A Milano non sono bastati Ferre Reggers (18), Yuki Ishikawa (15) e Matey Kaziyski (13).

LA CRONACA DELLA PARTITA

Milano allunga in apertura di primo set con un ace di Porro, un primo tempo di Loser e due vincenti di Kaziyski (6-2). L’attacco di Ishikawa doppia Milano (10-5) e poi insiste nell’azione, frenando le velleità di Plotnytskyi e compagni (14-8). Ben Tara e Plotnytskyi provano a fare qualcosa, ma c’è poco da fare contro Ishikawa, Mergarejo e compagni, che amministrano il vantaggio e vincono il parziale.

Secondo set in perfetto equilibrio fino al 6-6, poi il pallonetto di Ishikawa e l’ace di Porro per il +2 dei padroni di casa (8-6). Milano commette un paio di errori, poi Semeniuk e Ben Tara portano Perugia in vantaggio per la prima volta nella partita (8-10). Ishikawa pareggia a quota 10 con un ace, ci pensa poi Kaziyski a operare il sorpasso (14-13 e 15-14). Lotta serrata punto a punto fino fino al 23-23, quando Kaziyski firma l’ace che regala un set-point a Milano. Plotnytskyi lo annulla, poi firma un ace (25-26) e Ben Tara chiude i conti.

Terzo set equilibrato fino all’11-11, poi diagonale di Plotnytskyi ed errore di Regger. Ben Tara trova le mani del muro, Ishikawa e Reggers sbaglia (16-11). Perugia amministra, Giannelli timbra il muro del 21-16 e fa festa sull’errore al servizio di Milano. Nel quarto set, sul 13-13, sono i tre vincenti consecutivi di Semeniuk a fare la differenza (13-16). Russo si esalta (21-14), finale di controllo e l’errore di Milano spedisce Perugia in finale.