Seguici su

Pallavolo

Volley, la “Lega” lombarda vuole gara5! Milano e Monza puntano a trascinare Trento e Perugia alla bella nelle semifinali playoff

Pubblicato

il

Ran Takahashi
Takahashi/Ipa

La “Lega” Lombarda vuole gara 5. La Mint Monza e l’Allianz Milano giocano la loro seconda e ultima partita della serie di semifinale playoff di Superlega tra le mura amiche con l’obiettivo di portare rispettivamente l’Itas Trentino e la Sir Susa Vim Perugia alla bella, da giocare comunque in casa delle prime due della regular season. Le due serie arrivano a gara 4 con percorsi differenti ma si preannuncia, quella odierna, una serata ricca di emozioni con le due grandi favorite della vigilia che vogliono chiudere per non correre rischi e le due lombarde che vogliono recitare fino in fondo il ruolo di “guastafeste”.

A Milano si sogna di ripetere l’impresa di gara2: una delle più belle partite viste quest’anno in Superlega che ha regalato il momentaneo pareggio nella serie ai milanesi che invece domenica scorsa si sono inceppati dopo aver vinto il primo set contro Perugia, lasciando via libera agli umbri dal secondo parziale in avanti. Una vittoria per 3-1, quella della squadra di Lorenzetti che rischia di aver sparigliato le carte anche dal punto di vista psicologico nella serie con Milano lanciatissima che ha dovuto frenare bruscamente e ora, in fretta, deve ritrovare la determinazione e la qualità dei giorni migliori contro una squadra, Perugia, che ha dimostrato di essere solida abbastanza per poter reggere l’urto.

Il servizio è stato la chiave per gli umbri per riuscire a mettere in difficoltà Milano dopo un primo set in cui i lombardi avevano sfruttato proprio le difficoltà in battuta di una Sir Susa Vim che è cresciuta esponenzialmente in questo fondamentale ed è riuscita a tenere quasi sempre a distanza di sicurezza la squadra avversaria. Per come si è sviluppata, per come Milano è abituata ad affrontare queste sfide da dentro o fuori, fare pronostici è abbastanza rischioso. Di sicuro il pubblico milanese si aspetta uno spettacolo all’altezza del precedente: Perugia parte un gradino sopra ma tutto, in casa Sir, deve funzionare alla perfezione perché Milano è in grado di inserirsi negli ingranaggi della formazione umbra per farli saltare, lo ha già dimostrato più di una volta quest’anno.

Milano scenderà in campo con Porro in cabina di regia, Reggers opposto, i centrali Loser e Vitelli, le bande Ishikawa e Kaziyski in banda e Catania libero. Perugia risponderà con Giannelli in regia, Ben Tara opposto, i centrali Russo e Flavio Gualberto al centro, Plontnytskyi e Semeniuk in banda e Colaci libero. Squadre in campo alle 20.30.

Con le sembianze dei sopravvissuti che si sono costruiti ancora una chance, i “guerrieri” della Mint Monza tornano tra le mura amiche dopo la rocambolesca ma meritata vittoria (3-2) sul terreno dell’Itas Trentino e proveranno a far fruttare il fattore campo per pareggiare il contro contro la dominatrice della regular season che mai nella storia aveva perso in casa contro Monza e che ha viste minate le sue sicurezze domenica scorsa al termine di un match tiratissimo nel quale non tutto ha funzionato a meraviglia in casa Itas. Molto probabile che Eccheli insista sulla formazione con tre schiacciatori, con Loeppky nel ruolo di opposto, Maar e Takahashi in banda, che ha dato i suoi frutti domenica scorsa a Trento.

La partita a singhiozzo di Michieletto, la prova sottotono di Rychlicki, finito in panchina e sostituito da un Nelli comunque in grado di mettere in difficoltà la squadra monzese, la prova meno sopra le righe del solito dell’alzatore di riserva Acquarone che sarà in campo anche oggi a sostituire l’infortunato Sbertoli, hanno costretto Trento alla fatica supplementare e quella di oggi sarà una partita importante anche per controllare la tenuta mentale e fisica della squadra di Fabio Soli, che vorrebbe il finale di stagione coi fuochi d’artificio tra campionato e Champions.

Trento schiererà dunque Acquarone in regia, Rychlicki nel ruolo di opposto, i centrali Podrascanin e Kozamernik, le bande Michieletto e Lavia e Laurenzano libero. Eccheli risponderà con Fernando Cachopa in regia, l’opposto Loeppky, i centrali Di Martino e Galassi, le bande Maar e Takahashi con Gaggini libero. Si gioca all’OpiquadArena alle 20.30.