Seguici su

Pallavolo

Volley, Trento e Civitanova a un passo dalla semifinale di Champions! Piacenza: serve la vittoria in Polonia

Pubblicato

il

Marlon Yant
Yant/Ipa

Due set per Civitanova e Trento, una vittoria per Piacenza: questo serve alle tre squadre italiane impegnate nei quarti di Champions League per accedere alle semifinali del massimo torneo continentale. L’Itas Trentino ha strapazzato a domicilio i tedeschi del Berlin Recycling Volleys, si è potuto permettere di far riposare qualche titolare nella sfida contro Perugia e cercherà di archiviare al più presto la pratica qualificazione.

Non potrà permettersi distrazioni la Lube Civitanova, reduce tra l’altro dalla secca sconfitta casalinga contro Piacenza, nella sfida casalinga contro l’Halkbank, dopo la bellissima vittoria (3-1) della gara di andata in Turchia. Si riparte, invece, dal 3-2 dell’andata a Jastrzebie Zdroj dove la Gas Sales Bluenergy Piacenza va a far visita allo Jastrzebski Wegiel in una partita che potrebbe trasformarsi in una vera e propria battaglia.

Si inizia proprio dalla Polonia, da Jastrzebie Zdroj mercoledì 28 febbraio alle 18.00 per la sfida tra Jastrzebski Wegiel e Piacenza che ha vinto 3-2 in casa, arriva dalla splendida vittoria che potrebbe valere il terzo posto in classifica in Superlega 3-0 sul campo di Civitanova e dovrà cercare di vincere anche questo match oppure di conquistare almeno due set per andarsi a giocare la qualificazione al Golden Set. I polacchi guidano la classifica della Plus Liga con 3 punti di vantaggio sullo Zawiercie dopo 23 giornate e sono reduci dal successo 3-1 sul campo del Cuprum penultimo della classe dove il tecnico Marcelo Mendez ha potuto fare anche un po’ di turnover, a differenza di Andrea Anastasi.

Lo Jasztrebski Wegiel in regia può contare sul palleggiatore campione olimpico francese Benjamin Toniutti, che in Italia ha giocato a Ravenna nel 2013/14, poi dal 2015 in Polonia prima al Kedzierzyn Kozle e poi dal 2021 Jasztrebski Wegiel. L’opposto è un altro francese, Jean Patry, in Italia a Cisterna e poi a Milano e trasferito in Polonia da questa stagione.

In banda giocano l’idolo di casa Tomasz Fornal, da cinque in forza allo Jasztrebski e anche nel giro della Nazionale polacca e il 28enne polacco Rafal Szymura, alla quarta stagione allo Jasztrebski, ma attenzione anche auna vecchia conoscenza del campionato italiano, il croato Marko Sedlacek, ex Piacenza, Monza e a Cisterna lo scorso anno. I centrali sono il monumentale Norbert Huber per tre anni campione d’Europa con lo Zaksa e da questa stagione in forza ai rivali di sempre e l’ucraino Jurij Gladyr, nel 2018/2019 in Italia a Siena e poi sempre allo Jasztrebski Wegiel. Il libero è Jakub Popiwczak, altro giocatore nel giro della Nazionale, vera e propria bandiera di questa squadra visto che è all’undicesima stagione con la maglia dello Jasztrebski Wegiel.

Mercoledì 28 alle 20.30 sarà la volta della Lube Civitanova tentare l’assalto alla semifinale di Champions nella sfida casalinga dell’Eurosuole Forum contro l’Halkbank Ankara. All’andata la squadra marchigiana giocò una partita di grande sostanza imponendosi 3-1 in casa dei turchi che oggi tenteranno il tutto per tutto, facendo leva sui due uomini di maggiore classe, che una settimana fa furono limitati dalla Lube: Ngapeth e Nimir Abdel Aziz.

L’Halkbank guida il campionato turno con 21 successi su altrettante partite disputate e con 2 punti di vantaggio sul Fenerbahce. Sabato scorso i turchi hanno vinto 3-0 tra le mura amiche contro il Bigadic Bld penultimo in classifica. L’alzatore dei turchi è lo statunitense Micah Ma’a, al secondo anno in forza all’Halkbank dopo l’esperienza in Polonia al Katowice, mentre l’opposto è Nimir Abdel Aziz, in Italia per tante stagioni, tra Belluno, Cuneo, Milano, Trento e Modena, alla seconda stagione nelle file dell’Halkbank. Gli schiacciatori titolari saranno Earvin Ngapeth che in Italia ha giocato a Cuneo ma soprattutto a Modena fino alla scorsa stagione ed è prevista una volata tra il canadese John Gordon Perrin, lo scorso anno in forza al Verona e già in Italia con la maglia proprio di Piacenza nel 2015-2016, e il fratello di Adis, Mirza Lagumdzija (partito titolare la settimana scorsa), arrivato quest’anno dall’Arkas Spor. Al centro giocano il turco Mert Matic, al secondo anno con l’Halkbank, e un altro turco, Yunus Emre Tayaz, anche lui alla seconda stagione nelle file della squadra campione di Turchia. Il libero è Done Volkan, un’istituzione all’Halkbank dove gioca dal 2019.

Giovedì sera alle 20.30, infine, l’Itas Trentino, già certo del primo posto nella Regular Season, ospiterà il Berlin Recycling Volleys, formazione tedesca uscita nettamente sconfitta dalla compagine di Fabio Soli nella gara di andata. Trento arriva dalla sconfitta 3-1 sul campo del Perugia (arrivata dopo ben 11 vittorie a fila in campionato) dove Soli ha lasciato a riposo qualche titolare, mentre Berlino che guida la classifica della 1. Bundesliga con due punti di vantaggio sul Giesen, è reduce dalla vittoria casalinga 3-2 contro il Luneburg quarto in graduatoria.

L’alzatore è il tedesco Johannes Tille che è rientrato l’anno scorso in patria dopo una stagione, la prima fuori dai confini nazionali, Saint-Nazaire in Francia, l’opposto è il ceco Marek Sotola, 23 anni, già da tre stagioni a Berlino. In banda giocano due ex protagonisti della Superlega, il francese Timothee Carle, quattro anni fa in Italia con la maglia di Vibo Valentia, prima di trasferirsi in Germania, e il tedesco Ruben Schott, nel 2017/18 in forza a Milano e a Berlino da due anni anno dopo tre stagioni in Polonia. Al centro vengono schierati l’estone Timo Tammemaa, 32 anni da quest’anno a Berlino e lo sloveno Saso Stalekar, al secondo anno a Berlino dopo l’esperienza al Panathinaikos. Il libero è il giapponese Satoshi Tsuiki, arrivato quattro anni fa in Germania e trasferitosi due stagioni fa a Berlino.