Seguici su

Formula 1

F1, perché le prime due gare in Bahrain e Arabia Saudita avranno la gara di sabato?

Pubblicato

il

Charles Leclerc
Leclerc | La Presse

L’edizione 2024 del Mondiale di Formula Uno comincia molto presto. Non solo perché, con un calendario composto da ben 24 GP, la stagione è ormai diventata lunghissima. Bensì poiché i primi due appuntamenti, Bahrain e Arabia Saudita, avranno un programma anomalo. Si comincerà di giovedì e il Gran Premio si disputerà al sabato.

Il motivo di questa singolarità è prettamente culturale. La sera di domenica 10 marzo comincia il Ramadan, il mese più sacro della religione islamica. Si è pertanto deciso di evitare la concomitanza con il Gran Premio di Arabia Saudita, Paese di fede mussulmana, anticipando la corsa di un giorno.

Questa decisione ha comportato un rinculo anche sull’antecedente GP del Bahrain. Se a Jeddah si deve scendere in pista già al giovedì, bisogna comunque concedere ai team il tempo di “sbaraccare” da Sakhir, effettuare il trasferimento dal Golfo Persico al Mar Rosso, e installare tutto il necessario in terra saudita.

F1, cambia il format del weekend in occasione delle Sprint Race. Novità anche per Power Unit e DRS

Pertanto, siccome il Circus si è stanziato in Bahrain già da settimana scorsa, si è scelto di anticipare di un giorno anche il programma del Gran Premio del regno retto dalla famiglia Al Khalifa. Dunque, il primo GP al sabato è una conseguenza logistica di quanto deciso in merito al secondo appuntamento della stagione.