Seguici su

Judo

Judo, Italia vicina al podio con Pirelli e Carlino nella seconda giornata del Grand Slam Tokyo 2023

Pubblicato

il

Gennaro Pirelli

Buone sensazioni in chiave azzurra al termine della seconda giornata del prestigioso Grand Slam di Tokyo 2023, ultimo appuntamento stagionale del World Tour di judo. Dopo i due podi di ieri nella giornata inaugurale (terzi posti di Manuel Lombardo e Christian Parlati), l’Italia archivia infatti altri due piazzamenti importanti senza riuscire però ad inserirsi nella top3.

Prestazione incoraggiante al rientro dall’infortunio per Gennaro Pirelli, che torna protagonista proprio un anno dopo il clamoroso trionfo dell’ultima edizione, centrando una quinta posizione preziosa e portando a casa 360 punti fondamentali per rientrare virtualmente in zona qualificazione diretta per le Olimpiadi nella categoria fino a 100 kg.

Il 23enne napoletano è stato autore di un percorso esaltante al Metropolitan Gymnasium, superando al debutto l’ostico russo naturalizzato emiratino Dzhafar Kostoev e a seguire il croato Marko Kumric ed il nipponico campione olimpico in carica Aaron Wolf sempre per hansoku make. Pirelli ha poi perso in semifinale con il padrone di casa Dota Arai (ippon in 43″) e nella finalina con l’azero n.2 al mondo Zelym Kotsoiev (due waza-ari).

Judo, doppio podio azzurro nella prima giornata del Grand Slam di Tokyo con Lombardo e Parlati

Indicazioni molto positive anche nei -60 kg per Andrea Carlino, vicino alla grande impresa nei quarti di finale contro il giapponese Naohisa Takato (avanti di un waza-ari fino a pochi secondi dal termine, prima di subire una rimonta completata al Golden Score) e sconfitto ai recuperi dall’azero Balabai Aghayev dopo aver regolato nei primi turni due avversari quotati come l’ucraino Dilshot Khalmatov ed il kazako Yeldos Smetov per waza-ari. Il settimo posto finale gli garantisce 260 punti ed il conseguente avvicinamento alla zona qualificazione per Parigi.

Eliminati prima dei quarti tutti gli altri judoka nostrani impegnati oggi, anche a causa di sorteggi penalizzanti. Due buone vittorie (con il russo Murad Chopanov e l’estone Oscar Pertelson) ed un k.o. agli ottavi contro il fenomeno Hifumi Abe nei -66 kg per Matteo Piras, mentre nella stessa categoria Fabio Basile è uscito subito di scena per mano del tagiko Obid Dzhebov. Out senza grandi rimpianti i giovani Simone Aversa e Daniele Accogli rispettivamente nei -60 e -100 kg contro i nipponici Ryuju Nagayama e Kotaro Ueoka.

Passando al settore femminile, delude la sconfitta immediata di Francesca Milani nei -48 kg con la giovane svedese Tara Babulfath. Era difficile invece chiedere di più a Giorgia Stangherlin (-78 kg), Flavia Favorini e la diciottenne Savita Russo (entrambe nella -63 kg), eliminate da judoka di prima fascia a livello mondiale come Mami Umeki, la canadese Catherine Beauchemin-Pinard e la beniamina locale Miku Takaichi.

Di seguito il riepilogo dei podi della seconda giornata del Grand Slam Tokyo 2023 di judo:

-48 kg F
1 Tsunoda (Jpn)
2 Figueroa (Esp)
3 Costa (Por) e Miyaki (Jpn)

-52 kg F
1 Abe (Jpn)
2 Gneto (Fra)
3 Primo (Isr) e Lkhagvasuren (Mgl)

-63 kg F
1 Takaichi (Jpn)
2 Yamaguchi (Jpn)
3 Takaki (Jpn) e Van Lieshout (Ned)

-78 kg F
1 Aguiar (Bra)
2 Lanir (Isr)
3 Takayama (Jpn) e Yoon (Kor)

-60 kg M
1 Nagayama (Jpn)
2 Takato (Jpn)
3 Bliev (Bul) e Nakamura (Jpn)

-66 kg M
1 Abe (Jpn)
2 Yondonperenlei (Mgl)
3 Vieru (Mda) e Agammedov (Tkm)

-100 kg M
1 Kanikovskiy (AIN)
2 Arai (Jpn)
3 Korrel (Ned) e Kotsoiev (Aze)

+100 kg M
1 Bashaev (AIN)
2 Kim Minjong (Kor)
3 Tasoev (AIN) e Krpalek (Cze)

Foto: IJF