Seguici su

Senza categoria

Scherma, Stefano Cerioni: “Non vinciamo solo per merito mio, grazie ai maestri. Tra gli uomini occhio a Hong Kong”

Pubblicato

il

Oro, argento e bronzo ai Mondiali in casa a Milano. Chiedere di più non si poteva al fioretto femminile italiano, guidato dal CT Stefano Cerioni, che ha commentato così la fantastica prestazione delle sue ragazze: “Quello che uno sogna, che cerca di pensare prima, preparare in qualche maniera. Ovviamente avendo delle atlete forti puoi pensare di poterlo fare, ma non era scontato con un Errigo che viene dai gironi, con due atlete che sicuramente si incontreranno, perchè sapevamo che tra Volpi, Favaretto e Batini due si sarebbero incontrate prima di arrivare alla zona medaglia. Era importante con Arianna essere numero uno dopo i gironi per poter trovare la uno o la due. E’ accaduto tutto. Siamo andati avanti, ci sono stati dei momenti difficilissimi, dei 15-14 e dei 15-13. Però è così che deve essere, quei particolari che poi ti fanno vincere. Ci sono dei momenti, delle scelte, delle situazioni che poi fanno la differenza. Nella scherma in pochi minuti ti giochi i match e bisogna essere pronti in quei particolari”. 

Stefano Cerioni significa vittoria: “Per il momento e per oggi si può dire così, ma anche per gli ultimi anni. Devo solo, però, dire grazie ai ragazzi e a tutto lo staff. Non tutte le ragazze lavorano con me, visto che io lavoro fisso con Arianna e Alice, mentre con le altre solo saltuariamente o comunque nei collegiali con tutte. Ci sono i loro maestri e quindi va ricordato anche il lavoro fatto a casa. Uno staff completo con preparatori atletici ottimi, visto che sono arrivate tutte in perfetta condizione”. 

Il trionfo delle donne oggi, ma domani c’è una prova maschile dove gli azzurri si presentano con grandi ambizioni: “La gara maschile di domani è come sempre durissima. Ci sono tanti avversari. Cercheremo di fare come oggi, sfruttando ancora quei piccoli particolari per fare la differenza”.

Uno sguardo poi alle prove a squadre: “Nelle donne non dobbiamo nasconderci, siamo favoriti e dobbiamo cercare di fare il massimo, quindi vincere. Con gli uomini siamo tra i favoriti, ma ci sono tante rivali e quindi cercheremo sicuramente di fare medaglia. Quest’anno abbiamo perso con il Giappone e gli Stati Uniti. Ci sono squadre come Hong Kong con cui se non si fa attenzione si può perdere. Sarà una lotta fin da subito”. 

FOTO: Bizzi/Federscherma