Seguici su

Ciclismo

LIVE Tour de France 2023, tappa di oggi in DIRETTA: Asgreen beffa il gruppo e anticipa la volata! Due italiani in top10

Pubblicato

il

Tour de France

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

17.58 La nostra Diretta LIVE si chiude qui, noi di OA Sport vi ringraziamo e vi auguriamo un felice proseguimento di giornata.

17.56 Domani si prevede una tappa dal percorso mosso, che strizza l’occhio ad una nuova fuga. Potrebbe muoversi Van der Poel, ma anche i nostri Trentin e Bettiol.

17.54 Grande beffa dunque per Philipsen, che anche oggi era il più forte, ma il gruppo ha sbagliato a calcolare i tempi ed i fuggitivi l’hanno spuntata.

17.53 Non cambia la classifica dei GPM:

1 CICCONE Giulio 88 Lidl – Trek
2 GALL Felix 82 AG2R Citroën Team
3 VINGEGAARD Jonas 81 Jumbo-Visma
4 POWLESS Neilson 58 EF Education-EasyPost
5 POGAČAR Tadej 49 UAE Team Emirates
6 YATES Simon 40 Team Jayco AlUla
7 JOHANNESSEN Tobias Halland 38 Uno-X Pro Cycling Team
8 HINDLEY Jai 31 BORA – hansgrohe
9 KWIATKOWSKI Michał 30 INEOS Grenadiers
10 WOODS Michael 28 Israel – Premier Tech

17.52 La nuova classifica generale a tre frazioni dal termine:

1 VINGEGAARD Jonas Jumbo-Visma 72:04:39
2 POGAČAR Tadej UAE Team Emirates 7:35
3 YATES Adam UAE Team Emirates 10:45
4 RODRÍGUEZ Carlos INEOS Grenadiers 12:01
5 YATES Simon Team Jayco AlUla 12:19
6 BILBAO Pello Bahrain – Victorious 12:50
7 HINDLEY Jai BORA – hansgrohe 13:50
8 GALL Felix AG2R Citroën Team 16:11
9 KUSS Sepp Jumbo-Visma 16:49
10 GAUDU David Groupama – FDJ 17:57
11 MARTIN Guillaume Cofidis 22:53
12 MAJKA Rafał UAE Team Emirates 55:15
13 MADOUAS Valentin Groupama – FDJ 1:08:54
14 JUNGELS Bob BORA – hansgrohe 1:46:15
15 BENOOT Tiesj Jumbo-Visma 1:47:28
16 IZAGIRRE Gorka Movistar Team 2:22:11
17 KWIATKOWSKI Michał INEOS Grenadiers 2:30:48
18 HOULE Hugo Israel – Premier Tech 2:41:34
19 ARANBURU Alex Movistar Team 2:57:48
20 CAMPENAERTS Victor Lotto Dstny 3:12:40

17.51 La top-ten della diciottesima tappa del Tour de France 2023:

1 ASGREEN Kasper Soudal – Quick Step 4:06:48
2 EENKHOORN Pascal Lotto Dstny 0:00
3 ABRAHAMSEN Jonas Uno-X Pro Cycling Team 0:00
4 PHILIPSEN Jasper Alpecin-Deceuninck 0:00
5 PEDERSEN Mads Lidl – Trek 0:00
6 BOL Cees Astana Qazaqstan Team 0:00
7 MEEUS Jordi BORA – hansgrohe 0:00
8 TRENTIN Matteo UAE Team Emirates 0:00
9 LAPORTE Christophe Jumbo-Visma 0:00
10 MOZZATO Luca Team Arkéa Samsic 0:00

17.49 Alle spalle del danese troviamo Eenkhoorn e Abrahamsen, che coglie un risultato davvero importante per la sua squadra, la Uno-X. Quarto Philipsen, il quale ha vinto la volata dei non fuggitivi, da segnalare l’ottavo posto di Matteo Trentin e il decimo di Luca Mozzato.

17.47 KASPER ASGREENNNN! Vince il danese! Nonostante siano partiti un attimo in ritardo, i fuggitivi si sono giocati il successo: prima vittoria per la Soudal-Quick Step in questa edizione del Tour, la dodicesima per Asgreen in carriera.

17.46 Non è ancora detta l’ultima, arrivano gli uomini della Alpecin-Deceuninck per Jasper Philipsen.

17.46 ULTIMO CHILOMETRO!

17.45 2000 metri alla fine, il gruppo è sempre più vicino ai quattro davanti.

17.44 Tre chilometri al termine.

17.42 Sempre più sottile il vantaggio dei battistrada sul gruppo, ormai distante meno di 10″ dalla testa della corsa.

17.41 Meno di venti secondi il distacco degli inseguitori a poco più di 5 km al termine.

17.40 Si fa vedere in testa al gruppo anche la Intermachè-Circus-Wanty.

17.39 Intanto Campenaerts viene premiato come l’uomo più combattivo del giorno.

17.38 Otto i chilometri al termine, sale la tensione.

17.37 Davvero al limite il lavoro sporco degli uomini della Soudal-Quick Step: in particolare Alaphilippe è stato decisamente aggressivo nel rallentare gli avversari.

17.36 Diminuisce ancora il vantaggio: ora il gruppo è a circa 25″ dalla testa della corsa.

17.34 Le forze nel gruppo sono poche: davvero esigui i corridori che tirano il plotone quando mancano poco più di 10 km al traguardo.

17.33 La sezione in discesa può certamente aiutare i battistrada, non sarà facilissimo per il gruppo guadagnare tanti secondi in questa fase.

17.32 Crolla il vantaggio della fuga: ora i quattro davanti hanno meno di 30″ di margine sugli inseguitori.

17.31 Terminato questo strappo, il tracciato sarà in discesa fino al traguardo di Bourg-en-Bresse.

17.30 Quindici chilometri al termine.

17.28 Il percorso, in questo momento, presenta un breve strappo che però può spezzare il ritmo agli atleti.

17.27 Sta calando nuovamente il vantaggio della fuga: ora il distacco è di 37″.

17.25 Campenaerts è quello che si sta sacrificando di più, anche per aiutare il compagno di squadra Eenkhoorn. Dietro i componenti della Soudal-Quick Step provano a bloccare le squadre che si mettono in testa al gruppo in aiuto di Kasper Asgreen.

17.22 Venti chilometri alla fine della tappa.

17.20 E’ risalito il vantaggio del quartetto al comando, il quale possiede 47″ di margine sul plotone inseguitore.

17.17 40″ ora il distacco tra i fuggitivi e il gruppo maglia gialla.

17.16 Si deve fermare Yevgeniy Fedorov (Astana Team) per un guasto meccanico.

17.13 Davanti Abrahamsen sembra essere davvero alle corde: il norvegese pare meno collaborativo rispetto a qualche minuto fa.

17.12 Scende ancora il distacco del gruppo maglia gialla, il quale ora perde dai quattro fuggitivi 45″.

17.10 Trenta chilometri al traguardo.

17.08 In questo momento il vento spira contro agli atleti: ciò non aiuta di certo i fuggitivi che infatti perdono una decina di secondi.

17.06 C’è molta collaborazione tra i primi quattro, i quali non cedono di un millimetro. Dietro intanto il gruppo si apre a ventaglio, si affaccia anche la Lidl-Trek.

17.04 Più ci si avvicina al traguardo, più le possibilità per i fuggitivi aumentano: 1’09” il margine sul gruppo a 35 km dalla fine.

17.02 Non accenna a diminuire il distacco del gruppo sui quattro fuggitivi, anzi il vantaggio è in continua crescita.

16.59 Quaranta chilometri alla conclusione.

16.56 Davanti invece è Abrahamsen a tirare i propri compagni di fuga, il vantaggio dei quattro battistrada è di oltre un minuto in questo momento.

16.55 Anche il Team Dsm e il Team Jayco-Alula si fanno vedere in testa al plotone.

16.52 Inizia ad allungarsi il gruppo, ciò significa che il ritmo è aumentato: in testa a tutti si trova la Alpecin-Deceuninck, seguita dalla Jumbo-Visma di Jonas Vingegaard.

16.49 Il risultato completo al passaggio intermedio di Saint-Rambert-en-Bugey:

1  ABRAHAMSEN Jonas 20
2  EENKHOORN Pascal 17
3  CAMPENAERTS Victor 15
4  ASGREEN Kasper 13
5  PHILIPSEN Jasper 11
6  COQUARD Bryan 10
7  MEEUS Jordi 9
8  VAN DER POEL Mathieu 8
9  EEKHOFF Nils 7
10  BIERMANS Jenthe 6
11  POLITT Nils 5
12  KRAGH ANDERSEN Søren 4
13  GOGL Michael 3
14  DURBRIDGE Luke 2
15  DILLIER Silvan 1

16.46 Cinquanta chilometri alla conclusione.

16.45 Abrahamsen, dopo i due GPM, taglia per primo anche il traguardo volante di Saint-Rambert-en-Bugey.

16.44 I quattro davanti hanno alzato il ritmo, e infatti il gruppo è tornato sul minuto di distacco.

16.41 Tre chilometri allo sprint intermedio di Saint-Rambert-en-Bugey.

16.38 Scelta interessante quella intrapresa dalla Lotto Dstny, vedremo se produrrà i suoi frutti. Meno di sessanta chilometri al traguardo.

16.35 Campenaerts ha rallentato appositamente per facilitare il recupero del neerlandese sul gruppetto di testa.

16.33 Si è staccato Campenaerts, mentre il compagno di squadra del belga, Pascal Eenkhorn, è scattato dal gruppo e si è ricongiunto con lui.

16.29 Ormai il percorso non presenta alcuna difficoltà: si prospetta quindi un arrivo in volata, a meno che i tre davanti non riescano a mantenere questo piccolo vantaggio.

16.25 Il gruppo si avvicina ancor di più ai tre battistrada: ora il distacco è di circa 30″ da Asgreen, Abrahamsen e Campenaerts.

16.22 Settanta chilometri al traguardo.

16.19 Nel frattempo si ritira Simon Geschke (Cofidis).

16.15 Nulla di fatto, il belga viene immediatamente riassorbito dal plotone.

16.14 Prova a evadere dal gruppo Florian Vermeesch (Lotto Dstny).

16.11 45″ il distacco del gruppo dai tre al comando.

16.09 Abrahamsen taglia per primo anche il secondo traguardo intermedio valevole per la classifica scalatori, ottanta chilometri alla fine.

16.07 C’è movimento nel gruppo, si fa vedere anche Giulio Ciccone.

16.05 Inizia l’ultima scalata del giorno, la Còte de Boissieu, anch’esso GPM di quarta categoria.

16.01 Tre chilometri alla salita della Còte de Boissieu (2.6 km al 4.8%).

15.59 Ormai il distacco tra i tre davanti e il gruppo si è consolidato attorno al minuto.

15.55 Dieci chilometri all’inizio della salita della Còte de Boissieu, ultimo GPM di giornata.

15.52 Poco più di 90 km all’arrivo di Bourg-en-Bresse.

15.49 I corridori sono distanti circa 15 km dall’imbocco della Còte de Boissieu.

15.46 Sempre di circa un minuto il distacco tra i fuggitivi e il gruppo.

15.42 Cento chilometri alla conclusione.

15.37 Dopo quasi due ore di corsa, la velocità media della corsa è stata di 41,7 km/h.

15.35 I tre fuggitivi non sembrano spingere più di tanto in questa fase della corsa, vedremo se più avanti vogliano alzare il ritmo.

15.31 Percorso che continua a salire e scendere con continuità, il gruppo ha mangiato una decina di secondi rispetto ai tre battistrada.

15.27 Situazione molto tranquilla nel gruppo: nessuna squadra vuole realmente tirare in questa fase di corsa, ma il distacco dal terzetto al comando rimane stabile.

15.24 Centodieci chilometri alla fine della corsa, il vantaggio dei tre davanti non è cambiato: sempre un minuto il distacco di Abrahamsen, Campenaerts e Asgreen sul gruppo.

15.20 Il ritmo di gara non è così elevato, anche per via del caldo asfissiante che da giorni accompagna gli atleti.

15.16 Il punto per la classifica scalatori se l’è guadagnato Abrahamsen passando per primo al GPM della Côte de Chambéry-le-Haut.

15.13 Centoventi chilometri al traguardo.

15.09 Scollinata la Côte de Chambéry-le-Haut, ora il percorso spiana prima di una breve ma ripida discesa.

15.07 Il gruppo è trainato dalla Alpecin-Deceuninck di Mathieu Van Der Poel.

15.04 Inizia la scalata della Côte de Chambéry-le-Haut, GPM di quarta categoria.

15.01 Sempre di un minuto abbondante il vantaggio dei tre battistrada sul gruppo.

14.58 130 chilometri al termine di questa diciottesima tappa.

14.56 Nessuno tra gli attaccanti è in classifica per la maglia a pois: Giulio Ciccone può dormire sonni tranquilli per oggi.

14.52 Corsa che sta per arrivare alla Côte de Chambéry-le-Haut: 1.6 km al 4,1%.

14.48 Kasper Asgreen (Soudal-QuickStep), Victor Campenaerts (Lotto Dstny) e Jonas Abrahamsen (Uno-X Pro Cycling Team) sono al comando con un margine di 1’05”.

14.44 Coperti 43.8 chilometri nella prima ora di questa diciottesima tappa.

14.40 Sta per terminare il lungo tratto di falsopiano a favore iniziale: dopo si comincerà lentamente a salire verso l’attacco del primo dei due GPM di giornata.

14.36 Gli uomini di classifica stanno al coperto per recuperare e non spendere ulteriori energie.

14.32 Al comando ci sono sempre Kasper Asgreen (Soudal-QuickStep), Victor Campenaerts (Lotto Dstny) e Jonas Abrahamsen (Uno-X Pro Cycling Team).

14.28 Tappa con pochi attacchi, decisamente tranquilla rispetto alla media di questo Tour che ha visto ben poche frazioni di trasferimento.

14.24 Arriva anche la Alpecin-Deceuninck in gruppo a gestire l’andatura insieme al Team Jayco-AlUla e al Team DSM.

14.21 Carovana che sta transitando ora dalla località di Chamousset.

14.17 Meno di 160 chilometri alla conclusione.

14.13 Vantaggio che sta calando: adesso è attorno al minuto. Dopo il torpore iniziale, il gruppo controlla il distacco.

14.09 Ricordiamo i tre corridori che stanno animando questa frazione: Kasper Asgreen (Soudal-QuickStep), Victor Campenaerts (Lotto Dstny) e Jonas Abrahamsen (Uno-X Pro Cycling Team).

14.05 Corsa che sta comunque procedendo a circa 45 km/h di media in questo avvio grazie alla strada favorevole che aiuta a fare velocità.

14.01 Team Jayco AlLula e DSM in testa al gruppo per mantenere un ritmo costante e tenere a distanza di sicurezza i battistrada.

13.57 Situazione di stallo con un primo tratto di falsopiano favorevole che invita i corridori a non spingere più di tanto.

13.54 Come era facilmente intuibile, il gruppo non forza l’andatura e lascia andare i battistrada.

13.51 Da dietro in precedenza aveva provato a evadere Turgis, ma adesso tutto tace. Il vantaggio dei tre sale a 1’25”.

13.48 Questo terzetto ha guadagnato già una trentina di secondi nei confronti del gruppo.

13.45 Subito diversi attacchi in gruppo: si sono sganciati Asgreen, Campenaerts e Abrahamsen.

13.43 INIZIA UFFICIALMENTE LA DICIOTTESIMA TAPPA!

13.41 Non vale quindi la pena per il leader dei grimpeur, Giulio Ciccone, attaccare. La giornata decisiva per l’abruzzese sarà quella di sabato.

13.38 Tappa che dovrebbe essere tranquilla anche per il discorso maglia a pois: ci sono appena due punti in palio in due GPM di quarta categoria.

13.35 Inizia il tratto neutralizzato per i corridori.

13.33 Vedremo se ci sarà terreno per una fuga: dipenderà dall’approccio a questa tappa che sarà verosimilmente blando viste le fatiche accumulate negli ultimi giorni.

13.29 Dopo una cronometro e quattro tappe di montagna, il gruppo si può regalare una frazione di relativa tranquillità con poco dislivello e un arrivo probabilmente in volata.

13.25 Come annunciato in precedenza, Wout Van Aert oggi non è ripartito: per il belga è infatti in arrivo un figlio a brevissimo.

13.21 Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della diciottesima tappa del Tour de France 2023.

10:17 Buongiorno a tutti: siamo ancora ad ampia distanza dall’inizio della tappa, ma c’è una notizia importante che arriva dalle strade di Francia. Wout van Aert ha deciso di ritirarsi per stare vicino alla moglie: lascia senza vittorie di frazione, ma con quattro podi parziali in questa Grande Boucle che lo ha visto molto spesso in appoggio a Jonas Vingegaard.

Buongiorno amici di OA Sport e benvenuti alla Diretta LIVE della diciottesima tappa del Tour de France 2023, appuntamento clou della stagione estiva del panorama ciclistico internazionale.

Frazione decisamente più “soft” rispetto a quella di ieri, in cui era presente la scalata del Col de la Loze, vetta più alta della 110ma edizione della Grande Boucle, conclusasi con la vittoria dell’austriaco Felix Gall. Soltanto due i GPM che gli atleti si contenderanno quest’oggi, entrambi di quarta categoria: la Côte de Chambéry-le-Haut (1.6 km al 4.3%), e la Côte de Boissieu (2.6 km al 4.8%), rispettivamente posti a 123 e 80 chilometri dal traguardo di Bourg-en-Bresse. Non ci sono strappi per poter fare una differenza sostanziale in ottica classifica, ma il percorso di oggi può essere molto interessante per qualche tentativo in fuga. Più difficile che gli sprinter possano giocarsi la vittoria, visto che il percorso, nonostante non presenti asperità degne di nota, è decisamente mosso.

Dopo il tracollo di Tadej Pogacar (UAE Emirates Team), il danese Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma) è ormai a un passo dal secondo Tour consecutivo: a quattro giornate dal termine, il 26enne di Hillerslev ha 7’35” sullo sloveno e 10’45” su Adam Yates (UAE Emirates Team). Considerando che, tra quelle rimaste, solamente la tappa di sabato sarà decisamente impegnativa, i giochi per la maglia gialla sembrano essersi conclusi. Più interessante il discorso relativo alla frazione odierna: il profilo del percorso può stuzzicare la fantasia di Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost), una cui vittoria metterebbe la parola fine alla striscia negativa di 82 frazioni senza successi per i corridori italiani.

La tappa, il cui via è programmato per le ore 13.35, sarà visibile su Eurosport 1, Discovery+, Rai 2, RaiPlay, mentre OA Sport offrirà la diretta testuale integrale della tappa. Non perdetevi neanche un istante della corsa con la nostra Diretta LIVE, vi aspettiamo!

Foto: Lapresse

 

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online