Seguici su

Live Sport

LIVE Scherma, Mondiali 2023 in DIRETTA: Tommaso Marini campione del mondo! Milano ai piedi del Signore del fioretto!

Pubblicato

il

Daniele Garozzo

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

IL MEDAGLIERE DEI MONDIALI DI SCHERMA

LA CRONACA DELL’ORO DI MARINI

19.40 Termina qui la DIRETTA LIVE testuale del terzo giorno dei Mondiali di Scherma 2023. Italia ancora protagonista con Tommaso marini che si laurea campione del mondo nel fioretto. Vi ringraziamo per aver scelto di seguire questa giornata insieme a noi e vi invitiamo a rimanere sempre aggiornati sul nostro sito. Appuntamento a domani per le prove a squadre. Buon proseguimento di giornata a tutti.

19.38 Nella giornata di oggi oltre ai tornei individuale di sciabola femminile, vinto da Misaki Emura, e del fioretto maschile, vinto da Tommaso Marini, si sono disputati i primi incontri dei tornei a squadre. Sia la Nazionale di spada femminile che quella di sciabola maschile hanno raggiunto i quarti di finale.

19.36 Marini in questo modo migliora il risultato ottenuto lo scorso anno a Il Cairo, in cui si era arreso alla stoccata decisiva in finale ad Enzo Lefont. Qui a Milano l’azzurro si è prima preso la rivincita del transalpino in semifinale, per poi vincere sull’americano Itkin.

19.34 Tommaso Marini porta in alto l’Italia in una giornata non brillantissima nella sciabola femminile, in cui una sola atleta è arrivata ai quarti. Nel fioretto maschile, nonostante le eliminazioni a sorpresa di Foconi e Garrozzo, è arrivato il titolo.

19.32 L’Italia torna sul gradino più alto del fioretto maschile dopo il Mondiale del 2018. Tommaso Marini succede al compagno di squadra Alessio Foconi.

19.30 Grandissima vittoria di Tommaso Marini, che ha condotto l’assalto dall’inizio alla fine, gestendo bene il rientro dell’americano, il quale dall’undici-sei aveva ritrovato in parità.

SIIIIIII!!! OROOOOOO! Tommaso Marini batte 15-13 Nick Itkin e si laurea campione del mondo nel fioretto maschile.

In precedenza Tommaso aveva subito una botta al polso sinistro. Ora però sembra pronto per riprendere.

Chiede l’alt Tommaso Marini per un fastidio alla mano.

Marini-Itkin, 14-13: stoccata vincente per l’americano, che ancora una volta accelera improvvisamente dal fondo della pedana.

Marini-Itkin, 14-12: va a segno sul fianco l’azzurro. Tommaso ad una stoccata dalla vittoria.

Rimane impuntato il piede di Itkin, che però dopo un poco di ghiaccio spray è pronto per ripartire.

Marini-Itkin, 13-12: ancora una volta accelerazione vincente per lo statunitense.

Marini-Itkin, 13-11: stoccata in bersaglio nullo per Tommaso.

Marini-Itkin, 13-11: stoccata in allungo vincente per l’azzurro.

Marini-Itkin, 12-11: torna ad attaccare Tommaso, che va a segno e si riporta avanti.

Marini-Itkin, 11-11: ultime tre stoccate hanno avuto lo stesso andamento. L’americano prova ad addormentare l’assalto per poi accelerare improvvisamente.

Marini-Itkin, 11-10: accelerazione impressionante dell’americano.

Riparte l’assalto tra Marini ed Itkin.

Questa pausa interrompe la striscia di 3 stoccate consecutive messe a segno da Itkin, che è tornato in scia nel punteggio.

Termina qui la prima frazione. Si va alla prima pausa con Tommaso Marini avanti di due lunghezze.

Marini-Itkin, 11-9: abbassa il ritmo l’americano, che poi all’improvviso accelera e coglie di sorpresa l’azzurro.

Marini-Itkin, 11-8: va a segno indietreggiando lo statunitense, che prova a rifarsi sotto nel punteggio.

Marini-Itkin, 11-7: priorità della stoccata dell’americano.

Marini-Itkin, 11-6: passo avanti ed affondo per l’azzurro. Stoccata accolta a gran voce dal pubblico.

Marini-Itkin, 10-6: grandissima parata di Tommaso, che in allungo piazza la stoccata del +4.

Marini-Itkin, 9-6: va a vuoto l’azzurro, che viene infilato dall’avversario.

Marini-Itkin, 9-5: grandissima stoccata in allungo dell’italiano, che era stato confinato al limite della pedana.

Marini-Itkin, 8-5: l’azzurro va a bersaglio sulla schiena dell’avversario.

Marini-Itkin, 7-5: lo statunitense ruba il tempo all’italiano.

Marini-Itkin, 7-4: va a segno in allungo l’azzurro, che ritorna avanti di 3

Marini-Itkin, 6-4: dopo un controllo al monitor viene confermata la stoccata all’americano.

Marini-Itkin, 6-3: indietreggiando l’italiano tiene bene la linea e piazza la stoccata.

Marini-Itkin, 5-3: parata e risposta dell’americano.

Marini-Itkin, 5-2: subito a segno l’italiano, il quale torna a +3.

Marini-Itkin, 4-2: va a vuoto l’azzurro, che viene infilato dall’americano.

Marini-Itkin, 4-1: tocca ancora Tommaso.

Marini-Itkin, 3-1: ancora una volta priorità per l’azzurro, che piazza la terza stoccata consecutiva.

Marini-Itkin, 2-1: la priorità della stoccata è dell’italiano, che passa in vantaggio.

Marini-Itkin, 1-1: l’azzurro chiude nell’angolo della pedana l’avversario e poi va a segno in allungo.

Marini-Itkin, 0-1: l’americano ruba il tempo all’azzurro e mette a segno la prima stoccata dell’assalto.

Marini-Itkin, 0-0: due bersagli mancati consecutivi per lo statunitense.

INIZIATO L’ASSALTO TRA MARINI E ITKIN!

19.07 L’ingresso di Tommaso Marini è accolto da un boato del pubblico milanese.

19.06 Salgono ora in pedana i due finalisti.

19.04 È il momento della finale del fioretto maschile! In pedana Tommaso Marini contro Nick Itkin.

Secondo titolo consecutivo per Misaki Emura!! La giapponese batte la greca Despina Georgiadu 15-11 e conquista il secondo oro al Mondiale, dopo quello dello scorso anno.

Georgiadu-Emura, 11-14: terza stoccata consecutiva per l’ellenica.

Georgiadu-Emura, 10-14: indietreggiando la greca riesce ad andare a segno.

Georgiadu-Emura, 9-14: parata e risposta vincente per l’ellenica.

Georgiadu-Emura, 8-14: altre due stoccate rapidamente per la nipponica, che è ad una stoccata dalla vittoria.

Georgiadu-Emura, 8-12: una stoccata a testa messe a segno rapidamente.

Georgiadu-Emura, 7-11: nuova serie di stoccate messa dalla giapponese, che ritorna avanti di 4.

Georgiadu-Emura, 7-10: dopo un controllo al monitor l’arbitro dà stoccata da destra.

Georgiadu-Emura, 7-9: la priorità della stoccata è della giapponese.

Georgiadu-Emura, 7-8: rientro dalla pausa super propositivo per l’ellenica che piazza tre stoccate consecutive.

Georgiadu-Emura, 5-8: subito all’attacco l’ellenica.

Georgiadu-Emura, 4-8: primo allungo importante per la giapponese. Si va così alla pausa.

Georgiadu-Emura, 4-7: stoccata vincente per la nipponica.

Georgiadu-Emura, 4-6: torna nuovamente avanti di due lunghezze la giapponese, che stringe all’angolo l’avversaria.

Georgiadu-Emura, 4-4: non si fa attendere la risposta della giapponese.

Georgiadu-Emura, 4-3: parata e risposta per l’ellenica, terza stoccata consecutiva per lei.

Georgiadu-Emura, 3-3: non desiste la greca, che si getta all’attacco e ristabilisce la parità.

Georgiadu-Emura, 1-3: prova subito ad allungare la nipponica.

Georgiadu-Emura, 1-1: due stoccate rapidissime in apertura di finale, una per parte.

Inizia la finale Georgiadu-Emura.

18.53 La finale del fioretto maschile sarà tra Tommaso Marini e Nick Itkin. I bronzi vanno alla Francia, grazie ad Enzo Lefort, e al Giappone, grazie a Kyosuke Matsuyama.

18.51 A breve sarà il momento della finale della sciabola femminile tra Georgiadu ed Emura.

Assalto vinto anche psicologicamente, con l’azzurro bravissimo a sottolineare all’arbitro i due errori del francese, che gli sono valsi i cartellini gialli e la stoccata di penalità.

Tommaso Marini è autore di un grandissimo assalto contro il campione del Mondo in carica Enzo Lefort. L’azzurro batte il francese per 15-13 e vendica la sconfitta in finale di 12 mesi fa.

SIIIIII!! Tommaso Marini batte Lefort 15-13 ed accede in finale! L’azzurro vince l’assalto grazie al secondo giallo per il francese, che chiude il bersaglio con la testa.

Marini-Lefort, 14-13: parata e risposta per l’azzurro, che si porta ad una stoccata dal match.

Marini-Lefort, 13-13: parte forte il francese che coglie di sorpresa l’italiano.

Marini-Lefort, 13-12: parata e risposta dell’azzurro. Grande reazione dopo le due stoccate subite.

Marini-Lefort, 12-12: più attento sulla difesa in questo frangente il transalpino, che ristabilisce la parità.

Marini-Lefort, 12-11: priorità della stoccata che è del francese.

Marini-Lefort, 12-10: parata e risposta in bersaglio non valido per l’azzurro.

Riprende l’assalto.

Si va alla prima pausa con Tommaso Marini avanti di due lunghezze. Assalto molto equilibrato fino a questo momento.

Marini-Lefort, 12-10: stoccata assegnata all’azzurro dopo un lungo controllo al monitor. Alla fine della revisione l’arbitro assegna la priorità della stoccata all’italiano.

Marini-Lefort, 11-10: accelera l’azzurro, che colpisce il francese dietro la schiena. Arriva il giallo per il francese, che ha provato a proteggersi con la maschera.

Marini-Lefort, 10-10: bersaglio non valido per il transalpino.

Marini-Lefort, 10-10: attacco con il ferro per il francese.

Marini-Lefort, 10-9: si allunga benissimo l’italiano, che ritorna avanti.

Marini-Lefort, 9-9: tiene bene la linea l’azzurro, che poi riesce a trovare il bersaglio. Grandissimo equilibrio.

Marini-Lefort, 8-9: ancora subito propositivo il francese, che parte subito fortissimo.

Marini-Lefort, 8-8: l’italiano va a bersaglio in allungo, sfruttando le sue lunghe leve.

Marini-Lefort, 7-8: l’azzurro para la stoccata dell’avversario, ma manca il bersaglio e si espone al francese.

Marini-Lefort, 7-7: non si fa attendere la risposta del francese, che accelera il ritmo e piazza due stoccate consecutive.

Marini-Lefort, 7-5: grande stoccata in allungo per l’azzurro.

Marini-Lefort, 6-5: parata e risposta per l’italiano, che ritorna avanti di uno.

Marini-Lefort, 5-5: tocca in allungo il francese, che coglie di sorpresa l’azzurro.

Marini-Lefort, 5-4: stoccata in contemporanea, ma la priorità questa volta è di Tommaso.

Marini-Lefort, 4-4: ottima parata per il francese, che va a segno con la risposta.

Marini-Lefort, 4-3: passa in vantaggio l’azzurro con la parata e risposta.

Marini-Lefort, 3-3: non trova la schiena dell’avversario il francese, che si espone alla stoccata dell’avversario.

Marini-Lefort, 2-3: lo schema in quest’avvio di assalto è chiaro. Il francese si getta all’attacco per mettere sotto pressione l’azzurro.

Marini-Lefort, 2-2: va a segno Tommaso!

Marini-Lefort, 1-2: fuori misura entrambi. Bersaglio non valido.

Marini-Lefort, 1-2: stoccata quasi in simultanea, ma la priorità è del transalpino.

Marini-Lefort, 1-1: subito all’attacco il francese.

Marini-Lefort, 1-0: l’azzurro chiude nell’angolo l’avversario e porta a casa la prima stoccata di quest’assalto.

Marini-Lefort, 0-0: bersaglio non valido per il francese.

INIZIA MARINI-LEFORT!

Salgono ora sulla pedana Tommaso Marini ed Enzo Lefort.

NICK ITKIN È IL PRIMO FINALISTA! L’americano batte il giapponese Matsuyama e conquista l’accesso in finale.

Matsuyama-Itkin, 10-14: va a segno l’americano, sfruttando la scarsa mobilità del giapponese.

Termina ora il medical break per Matsuyama. Riparte l’assalto.

Dal trattamento a cui stanno sottoponendo Matsuyama pare evidente che si tratti di crampi.

Il problema viene ora sottoposto all’intervento medico. Il problema sembra essere nella zona del ginocchio destro. Il nipponico è steso per terra ed appare decisamente dolorante in volto.

Matsuyama-Itkin, 10-13: va a segno il nipponico, che poi si stende per terra ancora per un problema alla gamba destra.

Matsuyama-Itkin, 9-13: para la prima volta il giapponese, ma nulla può sulla seconda stoccata tentata dall’americano.

Matsuyama-Itkin, 9-12: parata e risposta per il giapponese.

Matsuyama-Itkin, 8-12: due stoccate consecutive per l’americano, che torna a + 4.

Matsuyama-Itkin, 8-10: va all’attacco il giapponese, che para e risponde.

Matsuyama-Itkin, 7-10: grande stoccata in allungo dell’americano, dopo un lungo studio. Si va così alla prima pausa.

Matsuyama-Itkin, 7-9: subito all’attacco il nipponico, che rimane in scia.

Matsuyama-Itkin, 6-9: torna ad andare a segno l’americano, dopo 4 stoccate consecutive del giapponese.

Matsuyama-Itkin, 6-8: cambia il referto della stoccata l’arbitro dopo un controllo al monitor.

Matsuyama-Itkin, 5-8: va a vuoto lo statunitense, offrendosi alla stoccata del nipponico.

Matsuyama-Itkin, 4-8: in allungo il giapponese piazza la seconda stoccata consecutiva.

Matsuyama-Itkin, 3-8: attacca il nipponico. Para bene l’americano, ma trova un bersaglio non valido.

Matsuyama-Itkin, 3-8: va a segno il giapponese, che interrompe la striscia di otto stoccate dello statunitense.

Matsuyama-Itkin, 2-8: assalto al momento senza storia. Ottava stoccata consecutiva per l’americano.

Matsuyama-Itkin, 2-7: ancora all’attacco lo statunitense.

Matsuyama-Itkin, 2-6: sesta stoccata consecutiva per l’americano, che va a segno in allungo.

Matsuyama-Itkin, 2-5: bersaglio non valido per il nipponico, che nel frattempo prova ad allungarsi sulla gamba destra. Sembrano crampi per lui.

Matsuyama-Itkin, 2-5: in allungo l’americano va a segno.

Matsuyama-Itkin, 2-4: quarta stoccata consecutiva per lo statunitense.

Matsuyama-Itkin, 2-3: duello quasi corpo a corpo vinto dall’americano.

Matsuyama-Itkin, 2-2: bersaglio non valido per il giapponese, mentre va a segno lo statunitense.

Matsuyama-Itkin, 2-1: in allungo l’americano trova la prima stoccata del suo assalto.

Matsuyama-Itkin, 2-0: va a segno il giapponese.

Matsuyama-Itkin, 1-0: prima stoccata del match che va al nipponico.

Iniziata Matsuyama-Itkin!

17.59 Lascino la pedana Marini e Lefort. A breve inizierà l’assalto tra Itkin e Matsuyama.

17.57 Vengono ora presentati i quattro semifinalisti.

17.56 La sfida tra Tommaso Marini ed Enzo Lefort sarà la riedizione della finale dello scorso anno. In Egitto il francese vinse alla stoccata decisiva. Vedremo se quest’oggi l’azzurro riuscirà a prendersi la rivincita, magari sfruttando il pubblico italiano.

17.54 Nel fioretto maschile sono presenti 3 dei 4 semifinalisti del Mondiale di Il Cairo: Itkin, Marini e Lefort. A prendere il posto di Ka Long è il giapponese Matsuyama.

17.52 Nella sciabola femminile la finale sarà tra Georgiadu ed Emura. I due bronzi vanno alla Grecia, con Theodora Gkountoura, e alla Bulgaria, con Yoana Ilieva.

Georgiadu in finale! La greca indietreggiando mette a segno la stoccata vincente.

Ilieva-Georgiadu, 8-14: va a vuoto la greca, che viene infilata dalla bulgara.

Ilieva-Georgiadu, 7-14: attacco vincente per l’ellenica, che si porta ad una stoccata dalla finale.

Ilieva-Georgiadu, 7-13: una stoccata a testa. Si rimane con la greca avanti di 6.

Ilieva-Georgiadu, 6-12: quinta stoccata consecutiva per l’ellenica.

Ilieva-Georgiadu, 6-11: nuovamente riesce a parare la greca, per poi andare a segno con il contrattacco.

Ilieva-Georgiadu, 6-10: parata e risposta per l’ellenica. Massimo vantaggio.

Ilieva-Georgiadu, 6-9: all’attacco la greca, che prova nuovamente ad allungare.

Ilieva-Georgiadu, 6-8: la greca si riporta a + 2. Si va alla pausa.

Ilieva-Georgiadu, 6-7: la bulgara trova due stoccate in modo diverso, dimostrando prima di saper attaccare e poi di saper difendere.

Ilieva-Georgiadu, 4-7: attacca la greca, che si riporta a +3.

Ilieva-Georgiadu, 4-6: due stoccate in rapida successione, una per parte.

Ilieva-Georgiadu, 3-5: la greca nonostante venga stretta all’angolo va a bersaglio.

Ilieva-Georgiadu, 3-4: prova a ricucire lo strappo la bulgara, che in allungo trova due stoccate.

Ilieva-Georgiadu, 1-4: ancora all’attacco la sciabolatrice ellenica, che mette a segno altre due stoccate.

Ilieva-Georgiadu, 1-2: due stoccate in rapida successione per la greca.

Ilieva-Georgiadu, 1-0: subito all’attacco la bulgara.

Iniziata la semifinale tra Ilieva e Georgiadu.

17.40 Il programma ora prevede la seconda semifinale della sciabola femminile, poi le due semifinali del fioretto maschile. Si partirà con Itkin-Matsuyama. Sarà poi il momento di Tommaso Marini contro Enzo Lefort.

La Grecia avrà un altro tentativo di accedere alla finale. Nella seconda semifinale infatti ci sarà l’ellenica Despina Georgiadu contro la bulgara Yoana Ilieva.

EMURA È LA PRIMA FINALISTA! Va a vuoto la greca, concedendo la stoccata alla nipponica. Emura si assicura almeno l’argento.

Emura-Gkountoura, 14-14: parata e risposta della giapponese. Stoccata decisiva.

Emura-Gkountoura, 13-14: parte all’attacco la greca, che riesce a toccare in extremis.

Emura-Gkountoura, 13-13: stoccata quasi all’unisono, ma la precedenza è della giapponese.

Emura-Gkountoura, 12-13: terza stoccata consecutiva per la greca.

Emura-Gkountoura, 12-12: ancora all’attacco l’ellenica, che ristabilisce la parità.

Emura-Gkountoura, 12-11: rapidissima stoccata della greca, che rimane in scia.

Emura-Gkountoura, 12-10: ritorna all’attacco la nipponica, che ristabilisce il vantaggio di +2.

Emura-Gkountoura, 11-10: torna sotto la greca con un ottimo attacco.

Emura-Gkountoura, 11-9: due stoccate in rapida successione, una per parte. Si rimane sul +2 per la giapponese.

Emura-Gkountoura, 10-8: dopo un breve controllo al monitor l’arbitro assegna la stoccata alla greca.

Emura-Gkountoura, 10-7: rientra meglio la nipponica dalla pausa, con due stoccate in rapida successione.

17.32 Queste quindi le due semifinali del fioretto maschile:

Itkin, N. – Matsuyama, K.

Marini, T. – Lefort, E.

Emura-Gkountoura, 8-7: nel frattempo regna l’equilibrio nella prima semifinale della sciabola femminile, con la giapponese avanti di uno alla pausa.

Hamza-Lefort, 14-15: il francese è più propositivo nell’ultima stoccata, conquistando l’accesso in semifinale. Sarà lui l’avversario di Tommaso Marini.

Hamza-Lefort, 14-14: lunghissima azione che si conclude con la stoccata vincente per l’egiziano. Si va alla stoccata decisiva.

Riparte l’assalto tra Hamza e Lefort.

Emura-Gkountoura, 3-1: prova a rispondere la greca, che poi vede infliggersi un giallo ed un rosso concedendo una stoccata all’avversaria.

Emura-Gkountoura, 2-0: subito avanti la giapponese con due rapide stoccate.

Inizia la semifinale tra Emura e Gkountoura!

17.25 È ancora sospeso l’assalto tra Hamza e Lefort. L’egiziano ha chiesto i 5 minuti di timeout medico sul punteggio di 14-13 per il francese.

17.24 Queste le due semifinali della sciabola femminile:

Emura, M. – Gkountoura, T.

Georgiadu, D. – Ilieva, Y.

17.23 Nel frattempo salgono sulla pedana le sciabolatrici per l’inizio delle semifinali. Ricordiamo che non ci sono italiane tra le migliori 4 di questo torneo.

17.22 Marini torna quindi a medaglia dopo l’argento conquistato lo scorso anno al Cairo.

17.21 L’incontro tra l’egiziano e il francese è al momento sospeso per permettere le cure al polso di Hamza.

17.20 In semifinale Marini affronterà il vincente di Hamza-Lefort, con il francese al momento avanti 14-13.

SIII! Marini batte Savin 15-9 ed accede in semifinale. Anche oggi l’Italia va a medaglia!!

Marini-Savin, 14-9: si riporta a -5 il francese.

Marini-Savin, 14-8: dopo un lungo controllo alla moviola l’arbitro cambia il referto della stoccata precedente.

Marini-Savin, 13-9: parte meglio il francese che prova una complicata rimonta.

Il primo atleta a qualificarsi per le semifinali è lo statunitense Nick Itkin, che vince l’assalto contro lo spagnolo Llavador per 15-8.

Finisce ora la prima frazione. Ci sarà un minuto di pausa, a cui l’azzurro è arrivato con un vantaggio di 5 stoccate.

Marini-Savin, 13-8: grande stoccata dell’azzurro, che in allungo esce da una situazione complicata.

Marini-Savin, 12-8: seconda stoccata consecutiva per il transalpino.

Marini-Savin, 12-7: prova a rientrare il francese, che attacca bene e va a bersaglio.

Si riprende.

Al momento è fermo l’assalto per problemi tecnici sulla pedana verde.

Marini-Savin, 12-6: terza stoccata consecutiva per l’italiano, che ora ha il doppio dei punti dell’avversario.

Marini-Savin, 11-6: bravo a difendersi l’azzurro, per poi contrattaccare e trovare il +5 in allungo.

Marini-Savin, 10-6: si getta all’attacco l’italiano, che ritorna a +4. Cartellino giallo per il transalpino.

Marini-Savin, 9-6: dopo un controllo alla moviola l’arbitro cambia la propria scelta ed assegna la stoccata al francese.

Marini-Savin, 9-5: lavora con il ferro l’azzurro e va a segno.

Marini-Savin, 8-5: terza stoccata consecutiva per l’italiano. Massimo vantaggio.

Marini-Savin, 7-5: parata e risposta per l’azzurro che torna avanti di due lunghezze.

Marini-Savin, 6-5: il transalpino perde l’arma.

Marini-Savin, 5-5: il francese in allungo va a segno.

Marini-Savin, 5-4: l’azzurro prende bene la misura all’avversario e si riporta in vantaggio.

Marini-Savin, 4-4: continua l’equilibrio, con una stoccata a testa in rapida successione.

Marini-Savin, 3-3: non si fa attendere la reazione dell’azzurro, che si getta all’attacco ed in allungo trova il pareggio.

Marini-Savin, 2-3: terza stoccata consecutiva per il transalpino.

Marini-Savin, 2-2: subito propositivo il francese, il quale ristabilisce la parità.

Marini-Savin, 2-1: attacco a vuoto dell’italiano, che viene poi punito dall’avversario.

Marini-Savin, 2-0: l’azzurro stringe all’angolo l’avversario e si porta avanti di due.

Marini-Savin, 1-0: subito avanti l’azzurro.

Iniziato l’incontro tra Marini e Savin.

17.02 Iniziano ora i quarti di finale del fioretto maschile. Tommaso Marini sfiderà il francese Rafael Savin.

Criscio-Emura, 8-15: finisce con una seconda penalità per Criscio l’assalto. Finisce qui il cammino dell’Italia nel torneo di sciabola femminile.

Criscio-Emura, 7-14: l’azzurra ci prova ma la giapponese riesce a portarsi ad una sola stoccata dal successo.

Criscio-Emura, 6-13: ottima in questo caso la stoccata di Martina, che non ha trovato però continuità in qui.

Criscio-Emura, 5-12: la nipponica riprende però da dove aveva lasciato, colpendo più o meno a piacimento su ogni sortita offensiva.

Criscio-Emura, 5-10: si riparte con una stoccata azzurra!

Si rialza Martina Criscio! L’azzurra è in grado di proseguire!

Chiesti i cinque minuti di pausa per poter permettere le dovute attenzioni all’azzurra. Ci auguriamo non sia nulla di grave.

Criscio-Emura, 4-10: finisce a terra l’azzurra! Il problema sembra essere alla caviglia. Interviene il team azzurro in soccorso.

Criscio-Emura, 4-10: Criscio ha ormai ingaggiato una seconda sfida anche col giudice, oltre a quella con la sua avversaria. Situazione complicatissima con la giapponese che rimane precisissima.

Criscio-Emura, 4-8: urlo liberatorio di Martina che torna a piazzare una stoccata.

Criscio-Emura, 3-8: protesta sopra le righe per l’azzurra che viene penalizzata con una stoccata subita.

Criscio-Emura, 3-7: altra stoccata subita dall’azzurra che ora sembra spazientirsi. Importante non far scappare la giapponese ora.

Criscio-Emura, 3-5: la giapponese mette Martina in un angolo e colpisce. Primo doppio vantaggio.

Criscio-Emura, 3-3: ancora in grande equilibrio la sfida.

Criscio-Emura, 2-2: botta e risposta tra le due, che non hanno certo paura di andare all’attacco.

Criscio-Emura, 1-1: la risposta di Martina!

Criscio-Emura, 0-1: la prima stoccata la porta la giapponese.

16.45 Salgono in pedana Criscio ed Emura! Chi vincerà questo scontro se la vedrà in semifinale con la vincente tra Apithy-Brunet e Gkountoura.

16.43 Criscio si gioca dunque la possibilità di centrare la prima medaglia individuale in carriera in un appuntamento di primissimo livello. Le qualità certo non le mancano, forza Martina!

16.41 Sfida durissima ai quarti per l’azzurra che dovrà vedersela con la testa di serie numero 1, la giapponese Misaki Emura, arrivata ai quarti in totale scioltezza, dominando gli assalti precedenti.

16.39 Torniamo dunque a concentrarci sul torneo di sciabola femminile, dato che tra poco Martina Criscio salirà in pedana per tentare l’accesso alla zona medaglie.

16.37 Il tabellone ha dunque proposto l’accoppiamento ai quarti tra Tommaso Marini ed il francese Rafael Savin. Il vincitore di questo assalto si incrocerà poi con chi supererà il quarto tra Enzo Lefort e Mohamed Hamza. Dall’altro lato del tabellone le sfide sono: Llavador-Itkin e Cheung-Matsuyama.

16.34 Sarà Tommaso Marini dunque l’unico azzurro a tentare l’accesso in zona medaglie. Due eliminazioni sorprendenti per Garozzo e Foconi ed il derby che ha tagliato fuori Macchi hanno lasciato la “responsabilità” del risultato solo sulle spalle del 23enne di Ancona.

16.32 Bellissimo l’abbraccio tra i due a fine assalto, compagni di squadra ed amici nonostante l’agonismo mostrato durante la sfida. Marini è stato più preciso, meno irruento ed ha meritato questo passaggio. Applausi per Macchi che ha fatto un ottimo torneo.

Macchi-Marini, 11-15: CHIUDE TOMMASO MARINI CHE VOLA AI QUARTI!

Macchi-Marini, 11-14: Macchi in allungo “annulla il primo match point”.

Macchi-Marini, 10-14: si va alla pausa con Tommaso Marini ad una sola stoccata dai quarti di finale!

Macchi-Marini, 10-14: reazione scomposta di Macchi ad un’altra decisione che non ritiene corretta. Nonostante il derby, l’agonismo non è certo mancato…

Macchi-Marini, 10-13: si scuote Marini che torna a piazzare una stoccata! Macchi non ci sta e si lamenta vistosamente.

Macchi-Marini, 10-12: ancora una stoccata! Assalto tutt’altro che finito!

Macchi-Marini, 9-12: non si arrende Macchi! Marini sembra un po’ subire la sua fisicità ora.

Macchi-Marini, 7-12: torna a farsi sentire Macchi. Marini sta gestendo con grande qualità.

Macchi-Marini, 6-11: Filippo ora sembra attaccare più con disperazione che con attenzione. Il gap aumenta.

Macchi-Marini, 6-9: prova a scappare Tommaso!

Macchi-Marini, 6-7: sul corpo a corpo ha ancora la meglio Macchi. Marini più preciso nelle sue offensive.

Macchi-Marini, 5-6: non si placa la progressione di Marini. Macchi ha chiesto una revisione ma la decisione continua a premiare il suo avversario.

Macchi-Marini, 5-4: ecco la reazione di Tommaso! Assalto bellissimo fin qui, enorme qualità per entrambi.

Macchi-Marini, 5-2: corpo a corpo intenso che premia ancora una volta il più giovane dei due azzurri!

Macchi-Marini, 3-2: Macchi va all’offensiva e trova le due stoccate del sorpasso.

Macchi-Marini, 1-2: parata e risposta di Marini, lo imita subito Macchi.

Macchi-Marini, 0-1: la prima stoccata è dell’argento dello scorso anno.

16.16 Qualche problema tecnico ritarda la partenza, ma ci siamo!

16.14 Salgono sulla pedana verde i due azzurri, acclamati dal pubblico. Tra pochi minuti sapremo chi dei due guadagnerà l’accesso ai quarti di finale, dove li attende il francese Rafael Savin.

16:12 Ci avviciniamo al momento del derby. Pochi minuti al via della sfida tra Tommaso Marini e Filippo Macchi.

16:09 Si salva Llavador. Lo spagnolo chiude la sfida con il punteggio di 15-13 ed approda ai quarti di finale nel torneo di fioretto individuale maschile.

16:04 Non molla invece Dosa. L’ungherese mette in piedi un’ottima rimonta, portandosi sul 10-12.

15:59 Continua ad impressionare Llavador. Lo spagnolo, autore dell’eliminazione del numero uno del seeding Massialas, conduce agevolmente sull’ungherese Dosa.

15:55 Non  prima delle 16.15 sarà tempo di derby tra Tommaso Marini e Filippo Macchi, mentre Martina Criscio tornerà in pedana non prima delle 16.45.

15:51 La situazione aggiornata: missione compiuta per le squadre di spada femminile e sciabola maschile, entrambe promosse ai quarti di domani. Nel fioretto uomini sarà derby agli ottavi tra Marini e Macchi, mentre nella sciabola femminile avanza ai quarti la sola Criscio.

MARTINA CRISCIO-Caitlin Maxwell (GBR) 15-12. ANDIAMO!!! Bellissima la stoccata della vittoria. Ci sarà dunque un’italiana ai quarti. Criscio troverà una delle favorite della vigilia, ovvero la nipponica Emura.

Criscio-Maxwell 14-12. Rapidissima l’azzurra, che beffa l’avversaria.

Criscio-Maxwell 13-12. Con decisione Martina piazza la stoccata del nuovo +1.

Criscio-Maxwell 12-11. Una stoccata da una parte, una dall’altra. Procede l’equilibrio totale.

Criscio-Maxwell 10-9. Martina tiene colpo su colpo. Match che si deciderà nelle battute finali.

Criscio-Maxwell 7-6. Sfida molto equilibrata quella tra la foggiana e la britannica.

ITALIA-Ucraina (sciabola maschile) 45-25. Avanti tutta con Curatoli, Berrè e Samele. Missione compiuta quest’oggi dagli sciabolatori azzurri. Domani quarti di finale contro una tra Canada e Francia.

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 40-23. Tutto sotto controllo. Anche Samele alza i ritmi piegando Humen con lo score di 5-1. A Curatoli il compito di chiudere la contesa.

ROSSELLA GREGORIO-Manon Apithy Brunet (FRA) 10-15. Finisce qui il torneo della campana, a cui non riesce la rimonta. E’ il momento di Martina Criscio, ultima azzurra in pedana nel torneo di sciabola femminile.

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 35-22. Imperterrito Berrè continua a regalare assalti comodi alla propria compagine. +13, ora in pedana Samele contro Humen.

Gregorio-Apithy Brunet 8-10. Due lunghezze da recuperare per la salernitana.

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 30-19. Allungo impetuoso di Samele che ci porta sul +11 a tre assalti dal termine!

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 25-18. Divario che cresce con il passare degli assalti. Bravo Curatoli a piegare Tsap per 5-4. Ora il sesto assalto tra Samele e Yagodka.

Gregorio-Apithy Brunet 6-6. Sfida equilibrata in avvio.

15:28 Riparte il torneo individuale di sciabola femminile. Già in pedana Rossella Gregorio, opposta alla francese Aphity-Brunet.

15:26 Questi i quarti di finale del torneo a squadre di spada femminile:

Corea-Ucraina
Israele-Polonia
Italia-Hong Kong
Svizzera-Francia

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 20-14. Continua a destare un’ottima impressione Berrè, che regola Humen per 5-3 portando a 6 lunghezze il gap tra Italia ed Ucraina.

TOMMASO MARINI-Takahiro Shikine 15-4. Nessun problema per il marchigiano. Sarà purtroppo derby già agli ottavi con Filippo Macchi. Gli unici due azzurri in gara si sfideranno ampiamente prima dei match che assegneranno le medaglie.

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 15-11. Buon lavoro di Samele, che piega Tsap con lo score di 5-4. +4 Italia, torna in pedana Berrè.

Marini-Shikine 12-3. A gonfie vele invece il ventitreenne anconetano.

ALESSIO FOCONI-Abderahman Tolba (EGY) 8-15. Sonora ed inattesa sconfitta per l’azzurro, che saluta ai sedicesimi il tabellone di fioretto individuale.

Foconi-Tolba 7-13. Non arrivano buone notizie dai veterani azzurri del fioretto. Dopo Garozzo rischia grosso anche il romano.

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 10-7. Ispiratissimo Enrico Berrè, tra i migliori del primo turno, rifila un solido 6-2 a Yagodka. Ora Samele-Tsap.

Marini-Shikine 7-1. Superba invece la partenza di Tommaso.

Foconi-Tolba 4-8. Pessimo avvio dell’esperto romano, a cui serve una perentoria rimonta.

Italia-Ucraina (sciabola maschile) 4-5. Primo assalto in cui Humen sorprende Luca Curatoli. Tocca ora a Berrè contro Yagodka.

15:09 Inizia anche l’ottavo di finale del torneo a squadre di sciabola maschile tra Italia ed Ucraina. Tanta carne al fuoco dunque in questi istanti per i colori azzurri.

15:09 Intanto è nota l’avversaria dell’Italia nei quarti di finale del torneo a squadre di spada femminile. Si tratta di Hong Kong, capace di battere agevolmente l’Estonia. La sfida si terrà nella giornata di domani.

15:07 Proseguono le emozioni azzurre con le sfide di Tommaso Marini ed Alessio Foconi, rispettivamente opposti al giapponese Shikine ed all’egiziano Tolba.

FILIPPO MACCHI-Moritz Lechner (AUT) 15-14! SIIII! Finta di attacco da un lato, e fendente dall’altro. L’avversario abbocca, ed il toscano vola col brivido agli ottavi nel torneo di fioretto maschile.

Macchi-Lechner 14-14. Incredibile, altra stoccata netta dell’austriaco. Si deciderà tutto in un sol colpo.

Macchi-Lechner 14-13. Corpo a corpo ravvicinato vinto dall’austriaco. Match ancora lontano dall’essere archiviato. Ora la pausa di un minuto.

Macchi-Lechner 14-11. Due stoccate nette del giovane azzurro. Ne manca soltanto una.

Macchi-Lechner 12-11. Parata e risposta dell’austriaco, che non molla.

Macchi-Lechner 11-10. Torna sotto l’austriaco, con l’azzurro troppo distratto da inutili proteste.

Macchi-Lechner 10-7. Eccezionale la parata e risposta del toscano, che torna sul +3 dopo due stoccate consecutive dell’austriaco.

Macchi-Lechner 8-5. Continua ad essere propositiva l’azione del nostro Filippo.

Macchi-Lechner 6-3. Perfetta la costruzione della stoccata del +3 da parte dell’azzurro.

Macchi-Lechner 4-2. Buono l’avvio del ventunenne di Pontedera.

14:42 L’ottavo di finale del torneo a squadre di sciabola maschile tra Italia ed Ucraina inizierà non prima delle 15.05.

14:40 Sorprese clamorose nel fioretto. Fuori anche la testa di serie numero uno, ovvero Alexander Massialas. L’americano cede per 15-11 all’iberico Llavador. Possibile buona notizia per Foconi, unico azzurro nella parte alta del tabellone.

14:38 Procedono i sedicesimi del fioretto individuale maschile. Tocca ora a Filippo Macchi, opposto all’austriaco Moritz Lechner.

DANIELE GAROZZO-Jon Winterberg-Poulsen 11-15. Arriva la prima vera delusione di giornata. Fuori ai sedicesimi l’oro olimpico di Rio 2016 e l’argento di Tokyo 2020.

Garozzo-Winterberg Poulsen 11-14. Parata e risposta micidiale del danese.

Garozzo-Winterberg Poulsen 11-13. Torna ad allungare il danese. Serve un miracolo…

Garozzo-Winterberg Poulsen 11-11. Arriva la reazione del plurimedagliato olimpico, che con due ottime stoccate annulla il gap di -2.

Garozzo-Winterberg Poulsen 9-10. Con decisione lo scandinavo continua a condurre, anche se di una sola piccola lunghezza.

Garozzo-Winterberg Poulsen 8-8. Siamo nel corso della pausa di un minuto. Sul finire di primo assalto guizzo del danese che trova il pareggio.

Garozzo-Winterberg Poulsen 8-6. Torna avanti l’azzurro, che piazza la stoccata del +2 con un elegante allungo.

Garozzo-Winterberg Poulsen 5-6. Avversario ostico il ventiduenne danese, che finora risponde colpo su colpo.

Garozzo-Winterberg Poulsen 4-3. Entriamo nel vivo della sfida del siciliano.

14:20 Per quel che riguarda la sciabola donne, più tardi spazio agli ottavi. Di seguito le sfide delle italiane:

Criscio-Maxwell (GBR) ore 15.35
Gregorio-Aphity Brunet (FRA) ore 15.20

14:19 Iniziati i sedicesimi di finale del fioretto uomini. Questi gli incroci che vedranno impegnati gli azzurri:

Garozzo-Winterberg Poulsen (DEN)
Marini-Shikine (JPN)
Macchi-Lechner (AUT)
Foconi-Tolba (EGY)

14:18 La situazione: la nazionale di spada femminile ha terminato le fatiche odierne, ed attende domani ai quarti di finale una tra Estonia-Hong Kong. Detto degli sciabolatori, si prosegue con i tornei individuali di sciabola femminile e fioretto maschile.

ITALIA-Bulgaria (sciabola maschile) 45-26. Tutto facile per gli azzurri, che approdano di slancio agli ottavi. Tra poco sarà già tempo di Italia-Ucraina.

Italia-Bulgaria (sciabola maschile) 40-23. Con lo score di 5-1 Samele piega Raikin. A Luca Curatoli il compito di chiudere le ostilità.

Italia-Bulgaria (sciabola maschile) 35-22. Netto 5-1 di un super Berrè. Azzurri in controllo quando mancano due assalti.

14:10 In corso i sedicesimi del torneo di fioretto individuale maschile. A breve toccherà al primo dei quattro azzurri in tabellone, ovvero Daniele Garozzo. Il siciliano sfiderà il danese Winterberg-Poulsen.

Italia-Bulgaria (sciabola maschile) 30-21. Samele mantiene le distanze, ed a tre assalti dalla conclusione concede la pedana al compagno di squadra Berrè.

Italia-Bulgaria (sciabola maschile) 25-16. Parziale di 5-3 messo a segno dal napoletano, che cede il testimone a Gigi Samele sul +9.

Italia-Bulgaria (sciabola maschile) 20-13. Si prosegue con Curatoli-Mandov.

Italia-Bulgaria (sciabola maschile) 18-11. Siamo nel corso del quarto assalto tra Berrè e Raikin.

14:00 Programma che prosegue senza sosta. E’ in corso il sedicesimo di finale del torneo a squadre di sciabola maschile tra Italia e Bulgaria. Stanno inoltre per cominciare i sedicesimi del torneo individuale di fioretto uomini.

ITALIA-Canada (spada femminile) 45-30! Missione compiuta per le azzurre, che volano senza patemi ai quarti di finale. Troveranno una tra Estonia ed Hong Kong.

13:53 Tabellone di sciabola donne che si allinea agli ottavi. Queste le sfide delle azzurre:

Criscio-Maxwell (GBR) ore 15.35
Gregorio-Aphity Brunet (FRA) ore 15.20

Italia-Canada (spada femminile) 34-21. Prosegue il dominio della squadra italiana. Ultimo assalto tra Fiamingo e Mackinnon.

MARTINA CRISCIO-Nisanur Erbil (TUR) 15-13. Gran rimonta della pugliese, brava a risalire dal 12-13 e ad imporsi sulla rivale. Saranno due dunque le azzurre agli ottavi del torneo individuale di sciabola: Rossella Gregorio e Martina Criscio.

Criscio-Erbil 11-12. Finale incerto anche in questa sfida. L’azzurra deve tenere duro.

Italia-Canada (spada femminile) 28-15. Azzurre in controllo a due assalti dal termine. Torna in pedana Santuccio, opposta a Xiao.

13:42 Intanto arriva la decisione della FIE. Squalificata anche l’Ucraina dal torneo di sciabola a squadre. Il cartellino nero rifilato a Kharlan provoca un brutto colpo in vista di Parigi 2024.

Criscio-Erbil 6-3. In pedana anche la pugliese, partita bene nel suo sedicesimo di finale.

Italia-Canada (spada femminile) 24-12. Continua l’assolo di Rossella, che chiude in bellezza portando le azzurre sul +12.

Italia-Canada (spada femminile) 21-12. Parziale di 2-0 della siciliana in avvio di sesto assalto.

MICHELA BATTISTON-Hengyu Hyang 14-15. Sconfitta beffarda per la friulana, che si fa recuperare dal 13-10 uscendo dal torneo individuale di sciabola femminile.

Italia-Canada (spada femminile) 19-12. Finisce qui il quinto assalto. Si prosegue con Fiamingo-Xao.

Italia-Canada (spada femminile) 18-10. Stupenda la parata e risposta dell’azzurra, che si issa sul +8.

Italia-Canada (spada femminile) 15-8. Avvio in controllo di Navarria, opposta nel quinto assalto alla canadese Mackinnon.

Battiston-Yang 10-10. Lotta l’azzurra, che agguanta la cinese nei sedicesimi di sciabola femminile.

Italia-Canada (spada femminile) 13-6. Cambio di passo importante della nostra Alberta, che con un netto parziale di 4-1 passa il testimone a Mara Navarria.

Italia-Canada (spada femminile) 9-5. E’ il momento di Santuccio-Verret.

Battiston-Yang 1-5. Intanto è in pedana Michela nel suo sedicesimo di finale del torneo di sciabola femminile. Partenza sprint della cinese.

Italia-Canada (spada femminile) 9-5. Termina qui il terzo dei nove assalti in programma.

Italia-Canada (spada femminile) 8-3. In allungo Mara piazza il colpo del +5.

Italia-Canada (spada femminile) 6-2. Due stoccate nette a segno per l’azzurra.

Italia-Canada (spada femminile) 4-2. In pedana Mara Navarria, opposta alla canadese Xiao.

ROSSELLA GREGORIO b. Elizabeth Tartakovsky 15-10. Ottima prestazione dell’italiana, che approda così agli ottavi nel torneo individuale di sciabola femminile.

Italia-Canada (spada femminile) 4-2. In corso il secondo assalto con Rossella Fiamingo che sfida Verret.

Gregorio-Tartakovsky 12-7. Con decisione Rossella piazza 4 stoccate consecutive scappando sul +5.

Gregorio-Tartakovsky 8-7. Non molla l’americana, che torna ad una lunghezza dalla campana.

Gregorio-Tartakovsky 8-5. Perfetta la stoccata dell’azzurra, che vola sul +3.

Gregorio-Tartakovsky 7-5. Buon avvio della salernitana.

13:08 Tra circa un’ora si tornerà a parlare di fioretto maschile con i sedicesimi di finale che vedranno impegnati i quattro azzurri presenti nel tabellone.

13:06 Tornando alle prove individuali, stanno per rientrare in pedana le sciabolatrici azzurre per i sedicesimi di finale. Spazio a Martina Criscio, Rossella Gregorio e Michela Battiston, che sfideranno rispettivamente la turca Erbil, l’americana Tartakovsky, ed infine la cinese Yang.

13:04 Per quanto riguarda le prove a squadre sono in pedana Italia e Canada, compagini che si giocano un post nei quarti di finale del torneo di spada femminile. A breve spazio anche ai sedicesimi del torneo di sciabola maschile tra Italia e Bulgaria.

13:01 Ancora qualche istante di attesa per le spadiste. Programma ricchissimo quest’oggi, con il prossimo aggiornamento vi daremo il punto della situazione.

12.55: Sono in pedana ora le spadiste azzurre per l’ottavo di finale contro il Canada.

12.47: Marini conclude il suo assalto e si qualifica per i sedicesimi di finale.

12.45: Marini è in vantaggio per 13-8.

12.41: 11-5 per Marini.

12.39: Marini allunga. 8-4 contro il tedesco Paul.

12.38: Marini si porta avanti sul 5-4 contro Paul.

12.37: Paul è in vantaggio per 4-2 contro Marini.

12.34: Sta per cominciare l’assalto di Tommaso Marini.

12.26: A breve l’assalto di Tommaso Marini ed il tedesco Paul.

12.17: Filippo Macchi accede ai sedicesimi. Vittoria facile per 15-3.

12.15: 13-2 per uno scatenato Macchi.

12.10: 7-0 per Macchi.

12.08: Macchi comodamente avanti 4-0.

12.06: Comincia l’assalto di Filippo Macchi e dell’israeliano Finsterbush.

12.04: Passa il turno anche Daniele Garozzo, che supera per 15-8 l’ucraino Yunes.

12.03: Le spadiste azzurre si qualificano per gli ottavi di finale. L’Italia batte 45-22 la Finlandia.

11.57: Garozzo è in vantaggio per 9-4 contro l’ucraino Yunes.

11.54: 40-18 per le spadiste azzurre contro la Finlandia.

11.49: Le spadiste azzurre sono in vantaggio 31-17 contro la Finlandia.

11.47: Garozzo comanda agevolmente per 5-1.

11.43: Comincia l’assalto di Daniele Garozzo contro l’ucraino Yunes.

11.40: Intanto la posizione ufficiale della FIE sul caso Kharlan-Smirnova è che l’assalto è sotto investigazione.

11.35: A brevissimo anche l’inizio degli assalti del fioretto maschile.

11.34: Le spadiste azzurre hanno sono in vantaggio 18-8 contro la Finlandia.

11.23: Iniziato il match dei sedicesimi della prova a squadre di spada femminile tra Italia e Finlandia. Vi terremo aggiornati anche su questo incontro.

11.18: Il ricorso di Smirnova è stato respinto e dunque la russa ha abbandonato la pedana dopo 45 minuti.

11.17: SMIRNOVA HA ABBANDONATO LA PEDANA!

11.16. Martina Criscio ha vinto per 15-12 il suo assalto contro la spagnola Perez.

Ringraziamo Alessandro Gennari di Pianeta Scherma per le foto

11.13: Fermo l’assalto di Martina Criscio per un problema tecnico.

11.11: Criscio in vantaggio per 10-9.

11.10: Criscio è sotto per 9-8.

11.07. Martina Criscio è sotto 8-6 contro la spagnola Perez Cuenca.

11.00: Ricapitoliamo una situazione decisamente incredibile. Il protocollo Covid è ancora vigente e dunque Kharlan ha il diritto di porgere solo la sciabola e di non stringere la mano a Smirnova. La russa ha presentato protesta e dunque la FIE si sta riunendo ora per decidere il tutto. Smirnova è seduta al centro della pedana rossa e il programma è tutto bloccato su questa pedana.

10.51: Si sta vivendo una situazione surreale. Smirnova è al momento seduta su una sedia e non abbandona la pedana rossa.

10.49: Michela Battiston domina il suo assalto contro la kazaka Gulik e vince 15-5.

10-2 Battiston domina!

8-2 Alla pausa Battiston comanda agevolmente.

6-0 Sta dominando l’azzurra contro la kazaka Gulik.

5-0 Altra stoccata di Michela!

4-0 Ancora Battiston!

3-0 Ottimo avvio di Battiston.

1-0 Subito Battiston!

10.41: Iniziano tutti gli assalti tranne quello sulla pedana rossa. Situazione veramente surreale.

10.35: Programma tutto fermo perchè Smirnova non lascia la pedana rossa. Kharlan non ha salutato e dunque dovrebbe prendersi il cartellino nero.

10.34: Ora l’attenzione è tutta per Michela Battiston!

10.31: C’è grande fermento sulla pedana rossa dove Kharlan e Smirnova si sono affrontate. A fine assalto Kharlan non ha salutato la russa e dunque è passibile di squalifica. Al momento grandissimo conciliabolo tra giudici di gara, con ancora Smirnova in pedana ferma ad aspettare.

10.28: Rossella Gregorio accede ai sedicesimi. Battuta 15-10 Lok Man Leung.

10.27: 13-10 per Gregorio.

10.26: Gregorio è in vantaggio per 13-8.

10.24: Kharlan ha vinto per 15-7, ma non ha salutato a fine assalto Smirnova.

10.20: Gregorio in vantaggio per 7-3

10.19: Clamorosa reazione di Smirnova, che passa avanti sul 6-5. Gregorio è in vantaggio 5-3.

10.17: Gregorio è in vantaggio per 3-1. Kharlan sta dominando per 5-1.

10.15: Olga Kharlan è in pedana! Ci sarà dunque l’assalto con la russa Smirnova.

10.12: A breve comincerà anche l’assalto di Rossella Gregorio contro la rappresentante di Hong Kong, Leung.

10.08: Eliminata la prima azzurra in questa giornata. Chiara Mormile si è arresa per 15-12 alla giapponese Takashima.

12-14 Purtroppo Takashima trova la stoccata. Serve la rimonta.

12-13 Tocca Mormile!

11-13 Stoccata della nipponica.

11-12 Accorcia nuovamente Mormile.

10-12 Purtroppo arrivano due stoccate consecutive di Takashima.

10-10 Pareggia Mormile!

8-9 Mormile accorcia le distanze.

10.03: Intanto la notizia di giornata è che Olga Kharlan sarà in pedana. L’ucraina dunque non si ritirerà contro la russa Smirnova nell’assalto del primo turno.

6-8 Vantaggio Takashima alla pausa.

6-6 Agguanta la parità Chiara Mormile.

3-5 Ancora una stoccata di Takashima.

3-4 Vantaggio per la giapponese.

10.00: Iniziato l’assalto di Chiara Mormile. 3-3 tra l’azzurra e Takashima.

9.56: Questi i primi assalti delle sciabolatrici

Mormile-Takashima (Jpn) – dalle 10.00
Criscio-Perez (Spa) – dalle 10.45
Gregorio-Leung (Hkg) – dalle 10.15
Battiston-Gulik (Kaz) – dalle 10.30

9.54: Oggi parte anche l’avventura delle squadre, con i primi turni del tabellone di spada femminile e sciabola maschile. Le spadiste partono contro la vincitrice del match tra Australia e Finlandia, mentre gli sciabolatori se la vedranno con la Bulgaria.

9.50: Più tardi toccherà ai fiorettisti. In questo caso l’Italia sogna in grande con quattro atleti che possono assolutamente puntare alla medaglia d’oro, come Tommaso Marini, Daniele Garozzo, Filippo Macchi ed Alessio Foconi.

9.47: Si comincia con le sciabolatrici dalle ore 10.00. In pedana toccherà a Chiara Mormile, Martina Criscio, Rossella Gregorio e Michela Battiston. Le azzurre sono delle outsider di lusso e hanno l’ambizione di voler stupire e di provare a conquistare una medaglia.

9.43: Dopo le quattro medaglie di ieri, l’Italia vuole ancora essere grande protagonista ai Mondiali di Milano. Oggi scenderanno in pedana i fiorettisti e le sciabolatrici.

9.40: Buongiorno cominciamo la nostra diretta.

Buongiorno e benvenuti nella DIRETTA LIVE testuale della terza giornata dedicata ai tabelloni principali dei Mondiali di scherma 2023. A Milano spazio al torneo individuale di fioretto maschile e sciabola femminile, con gli atleti italiani che vanno nuovamente a caccia di medaglie dopo la scorpacciata di ieri.

Si parte alle 10.00 con il primo turno del torneo di sciabola femminile. Ai nastri di partenza quattro azzurre, con Chiara Mormile, Martina Criscio, Rossella Gregorio e Michela Battiston che si presentano nella città meneghina come autentiche mine vaganti. Favorite d’obbligo la giapponese Misaki Emura e la francesce Sara Balzer, rispettivamente testa di serie numero uno e numero due della kermesse iridata.

Dalle 11.00 via agli incontri del fioretto maschile. In questo caso la squadra italiana punta dritto al podio con Alessio Foconi, Filippo Macchi, Tommaso Marini e Daniele Garozzo. Gli azzurri si giocheranno le loro carte in un tabellone ricco di stelle quali gli americani Gerek Meinhardt ed Alexander Massialas, e del francese Enzo Lefort.

La terza giornata dei Mondiali di scherma inizierà alle 10.00. Sarà possibile seguire gli assalti sin dal mattino in diretta streaming sul canale Youtube FIE Fencing Channel, mentre le finali andranno in onda su Eurosport e RaiSport. OA Sport vi offrirà la DIRETTA LIVE scritta sfida per sfida della giornata. Buon divertimento e forza azzurri!

Foto: Bizzi/Federscherma