Seguici su

Senza categoria

Atletica, Campionati Italiani 2022: Jacobs e Dosso in trionfo. Dallavalle show, Crippa e Fantini ruggiscono

Pubblicato

il

Allo Stadio Guidobaldi di Rieti è andata in scena la prima giornata dei Campionati Italiani Assoluti 2022 di atletica leggera. Prestazioni interessanti e tanti big impegnati nella cittadina laziale, quando mancano soltanto tre settimane ai Mondiali e meno di due mesi agli Europei. Sono stati assegnati tredici titoli individuali. Di seguito tutti i risultati di sabato 25 giugno.

RISULTATI CAMPIONATI ITALIANI ATLETICA 2022

100 METRI (MASCHILE) – Marcell Jacobs torna in gara dopo l’infortunio e vince in 10.12 con 0,9 m/s di vento contrario. Il Campione Olimpico batte il sempre più lanciato Chituru Ali (10.16), Filippo Tortu (10.24) e Lorenzo Patta (10.28). Clicca qui per la cronaca completa.

100 METRI (FEMMINILE) – Zaynab Dosso conferma il pronostico della vigilia e si impone in 11.30 (0,4 m/s di brezza alle spalle), ma deve sudare per vincere la resistenza di una scatenata Vittoria Fontana (11.34). Clicca qui per la cronaca completa.

SALTO TRIPLO (MASCHILE) – Andrea Dallavalle continua a volare e timbra uno splendido 17.28, confermandosi al quinto posto delle liste mondiali stagionali e al primo di quelle europee. L’azzurro migliora di tre centimetri la prova di settimana scorsa e guarda ai Mondiali con grande ottimismo. Clicca qui per la cronaca completa.

LANCIO DEL MARTELLO (FEMMINILE) – Sara Fantini si era presentata a Rieti per cercare di migliorare il record italiano siglato sette giorni fa a Madrid (75.77 metri). L’emiliana non riesce nell’intento, ma il 71.57 metri con cui conquista il titolo è decisamente interessante. Clicca qui per la cronaca completa.

Marcell Jacobs torna in gara e vince i Campionati Italiani: 10.12 con vento contrario, battuti Ali e Tortu

5000 METRI (MASCHILE) – Yeman Crippa è una delle stelle di questa rassegna e si merita il primo titolo italiano sulla distanza con assoluta disinvoltura. Il trentino chiude la prova in 13:26.11, spegnendo negli ultimi due giri la resistenza di Pietro Riva (13:33.10) e Osama Zoghlami (13:34.97).

110 OSTACOLI – Hassane Fofana si conferma ai vertici della specialità e avvicina anche il suo personale, chiudendo con il tempo di 13.45 davanti a Lorenzo Simonelli (13.74) e a Giuseppe Filpi (13.89).

SALTO TRIPLO (FEMMINILE) – Non si va oltre i 14 metri e Dariya Derkach conquista il titolo con un balzo da 13.99 metri (vento contrario di 1,5 m/s), precedendo Ottavia Cestonaro (13.90) ed Erica Fabbris (12.88).

100 OSTACOLI – Elisa Maria Di Lazzaro sfiora la sempre importante barriera dei 13 secondi e conquista il titolo col tempo di 13.01. Alle sue spalle Nicla Mosetti (13.12) ed Elena Carraro (13.23).

5000 METRI (FEMMINILE) – Micol Majori vince una gara intensissima col tempo di 16:00.08, avendo la meglio in volata su Letizia Di Lisa (16:00.19) e su Gaia Colli (16:00.26).

SALTO CON L’ASTA (MASCHILE) – Max Mandusic conferma il pronostico con un salto a 5.50 metri. Alle sue spalle Simone Bertelli 85.35) e Eugeniu Ceban (5.30).

TIRO DEL GIAVELLOTTO (FEMMINILE) – Paola Padovan vince con 56.96 metri, battendo Sara Jemai (56.86) e Carolina Visca (55.02).

TIRO DEL GIAVELLOTTO (MASCHILE) – Sigillo del favorito Roberto Orlando (75.14 metri), che ha la meglio su Roberto Bertolini (74.88) e Jhonatam Maullu (73.38).

LANCIO DEL DISCO (MASCHILE) – Alessio Manucci vince con un solo centimetro di vantaggio su Enrico Saccomano: 60.01 contro 60.00. Terzo posto per Giovanni Faloci (58.78).

BATTERIE:

400 METRI (MASCHILE) – Tutti i big della vigilia si nascondono e rimandano l’appuntamento alla finale di domani: Davide Re chiude col miglior tempo (45.80) precedendo Edoardo Scotti (46.04), Lorenzo Benati (46.05), Alessandro Sibilio (46.07) e Vladimir Aceti (46.20).

400 METRI (FEMMINILE) – Le favorite della vigilia non si scoprono: Alice Mangione (52.56), Virginia Troiani (52.58), Anna Polinari (52.62) e Giancarla Trevisan (52.79) sono avvantaggiate rispetto a Maria Chigbolu (52.97) e Raphaela Lukudo (53.02).

800 METRI (MASCHILE) – Catalin Tecuceanu mette già in chiaro le cose (1:48.47) in vista dell’atto conclusivo, ma Francesco Pernici (1:48.56) e Giovanni Lazzaro (1:48.96) sono molto vicini, da considerare anche Simone Barontini (1:49.22).

800 METRI (FEMMINILE) – Federica Del Buono risulta la migliore del turno (2:04.23) davanti a Eloisa Coiro (2:04.76) e Joyce Mattagliano (2:05.38). L’attesa Gaia Sabbatini non ha preso il via.

400 OSTACOLI (MASCHILE) – Josè Bencosme (50.33), Mattia Contini (50.76) e Mario Lambrughi (50.76) si coprono in vista della finale di domani.

Foto: Francesca Grana/FIDAL

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online