Seguici su

Salto con gli sci

Salto con gli sci, Coppa del Mondo Hinzenbach 2022. Si torna dove Lara Malsiner ha conquistato il suo unico podio

Pubblicato

il

Con i Giochi olimpici di Pechino 2022 passati agli annali, riparte la Coppa del Mondo femminile di salto con gli sci, che ha in calendario ancora tantissime competizioni da qui a fine marzo. Nel weekend è programmata una “classica” del massimo circuito rosa, poiché si gareggerà a Hinzenbach, in Austria.

La località dell’Oberösterreich ha grande tradizione, essendo un centro dove la disciplina viene praticata sin dagli anni ‘30. Cionondimeno, il primo trampolino in grado di ospitare appuntamenti di carattere internazionale è stato edificato solo nel XXI secolo e per di più ha avuto una costruzione tormentata. La laboriosa erezione dell’Aigner-Schanze è infatti durata quattro anni (2006-2010), venendo rallentata sia da lungaggini burocratiche che dai danni causati al cantiere da una “bomba d’acqua” estiva. Nonostante il costo della struttura sia più che triplicato rispetto al previsto, essa è stata alfine completata, diventando la punta di diamante del complesso denominato “Energie AG-Skisprung Arena”, che da allora ospita regolarmente competizioni di Coppa del Mondo femminile. In questo 2022 se ne disputeranno ben tre, due individuali e una a squadre.

Il team event sarà una novità assoluta per Hinzenbach, dove invece si sono già tenute ben 17 gare individuali valevoli per la Sfera di cristallo (solo Lillehammer e Zao possono vantarne di più). Sull’Aigner-Schanze si sono finora imposte sei diverse saltatrici. Fra di esse chi ha raccolto più successi è la giapponese Sara Takanashi, issatasi a quota 8 (sempre due per volta nel 2014, 2016, 2017 e 2021). Si contano inoltre 3 affermazioni per l’austriaca Daniela Iraschko-Stolz (due nel 2012, una nel 2015). Hanno festeggiato in 2 occasioni la norvegese Maren Lundby (bis nel 2019) e l’austriaca Chiara Hölzl (doppietta nel 2020). Infine si conta 1 acuto anche per la tedesca Carina Vogt (2015) e per la slovena Nika Kriznar (2021).

https://www.oasport.it/2022/01/classifica-coppa-del-mondo-salto-con-gli-sci-femminile-2021-2022-kramer-in-testa-takanashi-e-kriznar-gia-attardate/

Se si guarda ai podi, si sommano addirittura diciassette donne tuttora in azione ad aver raccolto almeno un piazzamento nella top-three. Anche questa graduatoria è comandata da Takanashi, che proprio lo scorso anno ha staccato Iraschko-Stolz.
10 – TAKANASHI Sara [JPN] (8-1-1)
8 – IRASCHKO-STOLZ Daniela [AUT] (3-5-0)
5 – LUNDBY Maren [NOR] (2-1-2)
4 – VOGT Carina [GER] (1-2-1)
3 – KRIZNAR Nika [SLO] (1-2-0)
3 – ALTHAUS Katharina [GER] (0-1-2)
2 – HÖLZL Chiara [AUT] (2-0-0)
2 – PINKELNIG Eva [AUT] (0-1-1)
2 – OPSETH Silje [NOR] (0-0-2)
1 – SEYFARTH Juliane [GER] (0-1-0)
1 – KLINEC Ema [SLO] (0-1-0)
1 – VTIC Maja [SLO] (0-0-1)
1 – KYKKÄNEN Julia [FIN] (0-0-1)
1 – ROGELJ Spela [SLO] (0-0-1)
1 – SEIFRIEDSBERGER Jacqueline [AUT] (0-0-1)
1 – MALSINER Lara [ITA] (0-0-1)
1 – KVANDAL Eirin Maria [NOR] (0-0-1)

Volgendo lo sguardo ai vari movimenti nazionali, il Giappone sarà anche il Paese più vincente in assoluto, tuttavia l’Austria padrona di casa ha raccolto un numero superiore di podi, nonostante sia rimasta a secco nelle tre gare del 2021.
13 (5-6-2) – AUSTRIA
10 (8-1-1) – GIAPPONE
8 (2-1-5) – NORVEGIA
8 (1-4-3) – GERMANIA
7 (1-3-3) – SLOVENIA
3 (0-2-1) – USA
1 (0-0-1) – FINLANDIA
1 (0-0-1) – ITALIA
Dunque un podio anche per l’Italia. Merito di Lara Malsiner, la quale ha dimostrato di trovarsi a suo agio sul minuto impianto dell’Alta Austria, particolarmente adatto alle innati doti di esplosività della gardenese, che concluse al 3° posto la gara disputata il 9 febbraio 2020.

Foto: La Presse

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online