Trofeo Matteotti 2021: Matteo Trentin trionfa in solitaria e lancia un segnale verso i Mondiali

Un segnale importante verso la prova in linea del Mondiale di ciclismo di domenica prossima arriva da Pescara: a trionfare nella 74ma edizione del Trofeo Matteotti è un super Matteo Trentin, che bissa il successo di due anni fa, andando in fuga e staccando tutti i rivali, arrivando in solitaria sul traguardo.

Velocità alte nella prima parte di gara, diversi attacchi, che hanno portato il gruppo a spezzarsi in più tronconi. Alla fine sono riusciti a formare l’azione di giornata dodici uomini: Matteo Trentin e Alessandro Covi (UAE Team Emirates), Hector Carretero e Davide Villella (Movistar Team), Mattia Bais e Jhonatan Restrepo (Androni Giocattoli-Sidermec), (Androni Giocattoli-Sidermec), Samuele Zoccarato (Bardiani CSF Faizanè), Samuele Rivi (Eolo-Kometa), Valentin Ferron (Total Energies), Samuele Battistella (Nazionale Italiana), Matrvz Govekar e Felix Engelhardt (Tirol Ktm Cycling Team).

Tentativo ricco di nomi di lusso che ha messo sicuramente in difficoltà il plotone principale. Costretta a tirare la Eolo-Kometa, che in ogni caso non è riuscita a ridurre il gap, rimasto sempre attorno ai 2′. Hanno provato l’accelerazione i ragazzi del gruppo principale, costretti però a desistere.

A giocarsi la vittoria i fuggitivi, con sette dei dodici che a circa 50 chilometri dall’arrivo sono riusciti ad allungare: Matteo Trentin (UAE Team Emirates), Samuele Zoccarato (Bardiani CSF Faizanè), Valentin Ferron (Total Energies), Samuele Battistella (Italia), Davide Villella (Movistar), Jhonatan Restrepo (Androni Giocattoli-Sidermec) e Matevz Govekar (Tirol KTM Cycling Team).

Nell’ultima tornata accelerazione importante di Trentin al quale è riuscito a resistere il solo Ferron: l’azione dell’ex campione europeo è stata molto incisiva ed è riuscito in un secondo momento a scrollarsi tutti di dosso, chiudendo in solitaria sul traguardo a braccia alzate. Secondo posto per Jhonatan Restrepo (Androni Giocattoli-Sidermec) che ha battuto in volata Valentin Ferron (Total Energies).

Photo LiveMedia/DPPI/Laurent Lairys

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Giro di Slovacchia 2021, Itamar Einhorn vince la quarta tappa. Peter Sagan conquista la classifica

Equitazione, dressage Aachen 2021: torna a vincere Isabell Werth, sconfitta Dinja van Liere