Nuoto, ISL Napoli 2021. Aqua Centurions vincenti e in semifinale! Federica Pellegrini saluta con un secondo posto nei 200 stile

Tris di doppiette servito per l’Italnuoto nella seconda giornata del match 10 della ISL 2021 che vede il successo degli Aqua Centurions che conquistano l’accesso diretto alle semifinali in programma a novembre ad Eindhoven in Olanda, senza passare dallo spareggio di mercoledì e giovedì che vedranno protagoniste le altre tre squadre in vasca ieri e oggi, oltre ai DC Trident con due soli posti a disposizione per la semifinale. La classifica finale vede gli Aqua Centurions vincere il match 10 con 563 punti, secondi gli Iron con 529 punti, terzo posto per i Tokyo Frog Kings con 397 e quarta piazza per i NY Breakers con 272 punti.

Nei 100 stile libero uomini il successo se lo giocano i due motori della 4×100 azzurra d’argento a Tokyo: vittoria per Alessandro Miressi con 46″31, secondo posto per Thomas Ceccon con 46″62, terzo posto per Pijnenburg dei New York Breakers.

Nei 100 misti vince Marco Orsi per gli Iron con il crono di 51″51, secondo posto per Thomas Ceccon per gli Aqua Centurions in 51″84, terzo Morozov per i Tokyo Frog Kings, settimo Fabio Scozzoli in 52″82. La terza doppietta italiana arriva nei 100 rana donne con Arianna Castiglioni che domina in 1’04″09, seconda piazza per Martina Carraro con 1’04″52, terza piazza per Tucker dei Tokyo Frog Kings.

Federica Pellegrini saluta l’Italia (forse per l’ultima volta) con un secondo posto nei “suoi” 200 stile libero. Chiude la sua avventura napoletana con un grande tempo alle spalle della campionessa d’Europa, la ceca Barbora Seemanova degli Iron che vince in 1’53″31. La Divina è seconda in 1’53″83, terza piazza per Steenbergen dei New York Breakers.

Ranomi Kromowidjojo in apertura di serata domina i 100 stile con 51″99, secondo posto per la ceca degli Iron Seemanova e terza piazza per Kameneva degli Aqua Centurions. Ultimo posto per Silvia Di Pietro in 53”62. Nei 200 farfalla donne vittoria per la russa dei New York Breakers Svetlana Chimrova con 2’04″65, secondo e terzo posto per gli Iron con Taylor e Ugolkova. Sesta piazza per Alessia Polieri che chiude in 2’08″94. Grande rimonta nei 200 farfalla uomini finale di Daiya Seto dei Tokyo Frog Kings in 1’51″13, davanti al brasiliano degli Aqua Centurions De Deus, terzo Majerski dei New York Breakers, Matteo Ciampi, prestato alla specialità, chiude con un buon quinto posto in 1’54″69 e porta a casa 4 punti per gli Aqua Centurions.

Nei 100 dorso donne vittoria per la polacca Paulina Peda con il crono di 57″40 per i New York Breakers, seconda piazza per Loyning degli Iron e terzo posto per Catie Deloof dei Tokyo Frog Kings. Tra gli uomini il  rumeno Robert Glinta mette in fila i due italiani. Glinta per gli Iron si impone in 49″60, precedendo Matteo Rivolta degli Aqua Centurions in 50″29, terzo posto per Lorenzo Mora (Iron) in 50″58.

Nei 100 misti il successo va alla polacca dei New York Breakers Alicija Tchorz con 58″43, che per due centesimi toglie la gioia del successo individuale a Costanza Cocconcelli degli Iron che chiude seconda con 58″45, che è il nuovo record italiano della specialità, terza Igarashi con 58″62. Piccola delusione per l’Italia nei 100 rana dove arriva il successo per l’olandese degli Aqua Centurions Arno Kamminga che si impone in rimonta con 56″46, secondo posto per il giapponese dei Tokyo Frog Kings Koseki in 56″66 e solo terzo posto per un Nicolò Martinenghi non brillantissimo in 56″99, quinto Alessandro Pinzuti in 57″35.

Successo molto importante in chiave vittoria finale per gli Aqua Centurions grazie all’australiana Holly Barratt nei 50 farfalla in 25″28, davanti alla coppia degli Iron, l’olandese Kromowidjojo e la francese Henique. In campo maschile fantastica prestazione del brasiliano Santos degli iron che vince avvicinando il record del mondo con 21″83. Alle sue spalle i portacolori degli Aqua Centurions, l’ungherese Szabo e l’azzurro Matteo Rivolta che chiude in 22″63.

Nei 200 stile libero maschile finale stratosferico del britannico Joe Litchfield dei New York Breakers all’ennesimo successo di giornata: 1’43″04 per lui, secondo Richards degli Iron, terza piazza per l’azzurro Matteo Ciampi per gli Aqua Centurions in 1’43″28. Nella 4×100 mista mista rimonta nel finale per Kameneva degli Aqua Centurions su Seemanova degli Iron. Vittoria firmata da Sabbioni, Martinenghi, Di Liddo e Kameneva con il crono di 3’35″96. Secondo posto per gli iron e terzo posto per la seconda squadra degli Aqua Centurions (Ceccon, Kamminga, Di Pietro, Munoz del Campo).

Doppia vittoria giapponese nei 400 misti. In campo femminile si impone la campionessa olimpica Yui Ohashi con il tempo di 4’28″33, davanti a Wood dei New York Breakers e Ugolkova degli Iron che recuperano 14 punti agli Aqua Centurions, senza punti in questa gara. Si rifanno gli Aqua Centurions nella gara successiva. Daiya Seto domina i 400 misti maschili con il tempo di 3’58″65 davanti alla coppia degli Aqua Centurions composta dal russo Borodon e dallo statunitense Kalisz.

Nella skin race femminile sui 50 farfalla successo in rimonta per l’olandese degli Iron Ranomi Kromowidjojo in 26″86, secondo posto per un soffio per Barratt degli Aqua Centurions che conquistano punti pesanti per il primo posto finale. Quarto posto per Elena Di Liddo. Nella skin race maschile sui 50 stile libero il successo va all’olandese degli Iron Tom De Boer che batte in volata l’azzurro Alessandro Miressi che arriva alla sfida finale un po’ scarico e si fa bruciare fin dalla partenza.

Foto Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Pallanuoto, Coppa Italia femminile 2021-2022: termina la prima fase, le qualificate alla Final Six

Laver Cup 2021, trionfo dell’Europa: Resto del Mondo battuto 14-1. Festa anche per Berrettini