MotoGP, Marc Marquez: “Ho sofferto tanto, stavo per gettare la spugna a un certo punto…”

Marc Marquez non molla mai. Il Cabroncito, infatti, chiude al quarto posto il Gran Premio di San Marino, quattordicesimo e quintultimo appuntamento del Mondiale MotoGP 2021, nonostante una condizione fisica ben lontana dall’ottimale. Sul tracciato di Misano, intitolato a Marco Simoncelli, infatti, il sei volte campione del mondo della classe regina ha stretto i denti, con spalla e braccio destri che lo facevano penare e, nonostante tutto, ha chiuso ad un solo posto dal podio.

Lo spagnolo non ha lesinato una stilla di energia sul tracciato romagnolo, andando anche a battagliare con Jack Miller e Joan Mir negli ultimi giri, spuntandola nel confronto diretto. “Nel complesso molto meglio del previsto – ammette a Marca – Non mi aspettavo assolutamente questo tipo di gara e, soprattutto, di finire quarto. L’ultimo sorpasso è stato merito di Joan Mir, non mio. Ho solo sentito odore di sangue. Ho pensato ‘Qui succederà qualcosa’ perché Mir arrivava molto velocemente. Sono andati un po’ lunghi e io ero vicino perché sentivo che poteva succedere qualcosa e, quindi, ho potuto approfittarne. Ma, a parte questo, non importava finire sesto o quarto”.

Marc Marquez spiega quale fosse la sua maggiore preoccupazione: “Per me era importante sopportare costantemente il dolore tutta la gara. Senza esagerare all’inizio e senza soffrire più del dovuto alla fine. Questo è quello che ho ottenuto, l’inizio, forse, l’ho fatto troppo calmo, ma ho preferito fare in questo modo, trattare bene le gomme e, da lì in avanti, iniziare la mia gara. C’è stato un momento nel quale stavo per gettare la spugna, ci sono stati alti e bassi, ma siamo riusciti a fare una bella gara”.

Credit: MotoGP.com Press

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

MotoGP, Francesco Bagnaia: per il Mondiale serve un miracolo. Ma queste vittorie sono i semi per il 2022

Pallamano, Serie A maschile 2021: solo tre squadre a punteggio pieno dopo due giornate