Golf: Patrick Cantlay votato giocatore dell’anno sul PGA Tour, Will Zalatoris miglior rookie

Sono state effettuate le votazioni per le due grandi categorie di migliori giocatori sul PGA Tour, in senso assoluto e in termini di esordienti. Come miglior giocatore è stato nominato Patrick Cantlay, vincitore peraltro del Tour Championship, mentre il miglior rookie è Will Zalatoris.

Cantlay, 29 anni, californiano di Long Beach, ha quest’anno vinto, oltre al Tour Championship (dove però, per il particolare sistema utilizzato, ha realizzato il quarto miglior score effettivo), il BMW Championship e, per la seconda volta in tre anni, il Memorial Tournament. Per lui anche un secondo posto all’American Express e un terzo all’AT&T Pebble Beach Pro-Am. Con le sue performance si è issato fino al numero 4 del ranking mondiale e sarà grande protagonista anche in Ryder Cup, dove sarà tra gli uomini di punta del team americano. Altri candidati per il premio erano Bryson DeChambeau, Harris English, Collin Morikawa e Jon Rahm. Cantlay, contando anche i tornei della stagione 2020-2021 disputati nell’anno scorso, è il primo dall’annata 2016-2017 a vincere quattro (il suo caso) o più tornei: allora ci riuscì Justin Thomas.

Zalatoris, 25 anni, anche lui californiano, ma di San Francisco, ha messo a segno cinque risultati nei primi 10 in questo 2021, tra cui il secondo posto al Masters, ma già lo scorso anno aveva stupito tutti con il sesto allo US Open. La sua è una cavalcata di quelle imprevedibili fino a soltanto due anni fa, quando era numero 672 del mondo a fine anno: ora è salito al 31° posto con un picco al 27°. Ha giocato sul tour principale americano come Special Temporary Member, guadagnando abbastanza punti FedEx Cup (1.296) per acquisire la carta piena per giocare tra i grandi nell’annata che comincia questa settimana. Una situazione come la sua non si verificava da vent’anni: allora fu premiato Charles Howell III. Zalatoris, che riceverà il relativo Arnold Palmer Award, è stato preferito al sudafricano Garrick Higgo.

Le votazioni sono state effettuate da giocatori in possesso della carta sul tour americano e con un minimo di almeno 15 tornei disputati all’interno della FedEx Cup.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Igor Kokoskov non è più l’allenatore della Serbia

Giro di Lussemburgo 2021: Joao Almeida scatenato! Tappa e maglia in apertura, battuto Mollema