F1, pagelle GP Italia Monza: show McLaren, Leclerc si supera. Verstappen e Hamilton si fanno male a vicenda

Il Gran Premio d’Italia, quattordicesimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno 2021, farà parlare di sè a lungo. Sul tracciato di Monza abbiamo assistito sì alla splendida vittoria di Daniel Ricciardo, ed alla doppietta della McLaren ma, anche e soprattutto, al clamoroso incidente tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Su una pista storica come quella brianzola, oggi si sono scritte diverse storie importanti. Andiamo, quindi, a consegnare le pagelle della gara italiana.

LE PAGELLE DEL GP D’ITALIA 2O21 – F1

DANIEL RICCIARDO 10: impeccabile. Perfetto. Inesorabile. L’australiano oggi ha fatto vedere che non ha dimenticato di essere quel campione che ha sempre dimostrato di essere. Al via parte dal lato “sporco” del rettilineo, ma infila Max Verstappen alla prima chicane e prende subito il comando delle operazioni. Da quel momento non sbaglia una virgola, procede con un ritmo eccellente e evita i guai. Nella parte conclusiva gestisce vettura e gomme e centra una vittoria che lo riabilita dopo mesi difficili. Che risposta!

LANDO NORRIS 8.5: felicissimo nel team radio finale e sul podio, ma non aver colto lui la vittoria, quella che riporta la McLaren sul gradino più alto del podio dopo quasi 9 anni, brucia un po’. Il classe 1999 sapeva di avere una grande occasione oggi e, come spesso gli capita, non la fallisce. Coglie un secondo posto eccezionale e, giova ricordarlo, è già al quinto podio in carriera. Il sorpasso su Charles Leclerc in Curva Grande merita una standing ovation.

VALTTERI BOTTAS 7: una media tra il 9 della splendida rimonta che mette in scena nella prima parte di gara (partiva ultimo in griglia), ed il 5 per la fase clou. Dopo la ripartenza post-Safety Car aveva tra le mani una W12 formidabile e, soprattutto, le gomme medie mentre tutti avevano le hard. Non riesce a superare che Charles Leclerc, sprecando una occasione veramente ghiottissima rimanendo in scia a Sergio Perez senza mai affondare il colpo. Sprecone!

CHARLES LECLERC 7.5: ha una SF21 che cede 20 cavalli ai rivali e, in una pista come Monza, vuole dire “correre in difesa”. Nonostante questo non molla di un millimetro e dà tutto quello che ha a disposizione. Chiude in quarta posizione e conferma di essere un pilota di livello superiore nonostante le difficoltà. Tenace!

SERGIO PEREZ 5.5: chiude in un amaro quinto posto, ma la sua domenica se l’era già rovinata nelle qualifiche del venerdì. Oggi compie una buona prima parte di corsa e, dopo la Safety Car, si mette alla caccia delle McLaren. Per farlo, però, supera Charles Leclerc tagliando la Variante della Roggia e si becca 5 secondi di penalità. Errore pesante che condiziona la gara del messicano. Sciagurato!

CARLOS SAINZ 6: come la posizione nella quale arriva al traguardo. Soffre e dà tutto quello che ha. Oggi non si poteva chiedere molto di più allo spagnolo, specie dopo il “botto” delle FP2 di ieri.

MAX VERSTAPPEN 5: al via viene bruciato da Daniel Ricciardo e capisce che il suo sogno di prendere e scappare sarà messo in archivio. Prova a superare l’australiano ma non ci riesce vista la clamorosa velocità sul dritto delle McLaren, quindi spera nel cambio gomme. Idea sbagliata. Il team gli fa perdere quasi 10 secondi e la sua gara va in salita. Poi arriva il ruota-a-ruota con Lewis Hamilton alla prima chicane e anche il “botto”. Un errore da condividere con l’inglese? Starà alla giuria deciderlo. Di sicuro chiude anzitempo la sua gara, ma uscire da Monza con 2 punti in più di Lewis Hamilton lo rende davvero soddisfatto…

LEWIS HAMILTON 5.5: gara e weekend da dimenticare. Doveva, e poteva, fare bottino pieno a Monza visto il livello della sua Mercedes, invece se ne va con un pugno di mosche. Oggi deve far fronte a una strategia che lo vede con le gomme hard e spera nella seconda parte di gara, ma non riesce a rendersi protagonista. Quando tutto sembra andare nella sua direzione, anche il team di Brackley gli fa perdere un paio di secondi al pit-stop e si ritrova tra le fauci di Max Verstappen. Il risultato lo sappiamo…

ANTONIO GIOVINAZZI 5: protagonista di un’ottima partenza nella quale va addirittura all’assalto delle Ferrari. Sbaglia alla Variante della Roggia, rientra in maniera avventata e finisce contro le barriere di protezione. Ancora una occasionissima gettata alle ortiche. Se doveva dare una risposta al suo team…

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Lewis Hamilton: “Verstappen l’ha fatto di proposito, è stata una manovra opportunistica”

Volley, l’Italia vola ai quarti agli Europei. Triturata la Lettonia, ora ci sarà la Germania