F1, GP Italia 2021: nuovo ordine d’arrivo dopo la penalizzazione di Verstappen. Cosa cambia con l’incidente

Max Verstappen è stato penalizzato per l’incidente con Hamilton oggi pomeriggio nel corso del GP d’Italia 2021, tappa del Mondiale F1 andata in scena sul circuito di Monza. I commissari di gara hanno sanzionato l’olandese, ritenendolo colpevole: dovrà scontare tre posizioni di penalità sulla griglia di partenza del prossimo Gran Premio (tra due settimane in Russia). Doccia fredda per il leader del Mondiale, che a metà gara aveva cercato di superare il rivale all’esterno della prima chicane, finendo sui dissuasori: la Red Bull si è impennata ed è finita sopra alla Mercedes, entrambi i piloti hanno terminato anzitempo le proprie gare.

Verstappen resta in testa al campionato con cinque punti di vantaggio su Hamilton, il quale ha pesantemente attaccato il rivale affermando che ha fatto apposta a effettuare quella manovra. Chiaramente non cambia l’ordine d’arrivo del GP d’Italia, con la vittoria di Daniel Ricciardo (McLaren) davanti al compagno di squadra Lando Norris e a Valtteri Bottas (Mercedes). Charles Leclerc quarto con la Ferrari davanti a Sergio Perez (Red Bull) e al compagno Carlos Sainz. Max Verstappen dovrà scontare la penalizzazione sulla griglia di partenza del GP di Russia, in programma il 26 settembre.

ORDINE ARRIVO GP ITALIA F1 2021

1. Daniel Ricciardo (McLaren)

2. Lando Norris (McLaren)

3. Valtteri Bottas (Mercedes)

4. Charles Leclerc (Ferrari)

5. Sergio Perez (Red Bull), penalizzato di cinque secondi

6. Carlos Sainz (Ferrari)

7. Lance Stroll (Aston Martin)

8. Fernando Alonso (Alpine)

9. George Russell (Williams)

10. Esteban Ocon (Alpine)

11. Nicholas Latifi (Williams)

12. Sebastian Vettel (Aston Martin)

13. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)

14. Robert Kubica (Alfa Romeo)

Rit. Mick Shumacher (Haas)

Rit. Lewis Hamilton (Mercedes)

Rit. Max Verstappen (Red Bull)

Rit. Pierre Gasly (AlphaTauri)

Rit. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Mattia Binotto: “Ci mancano 20 cavalli: si sono visti, ma ci stiamo lavorando. Risultato discreto”

LIVE MotoGP, GP Aragon in DIRETTA: Bagnaia in trionfo. “Mi sono liberato”. Valentino Rossi: “Fiero di averlo cresciuto”