Vuelta a España 2021, il borsino dei favoriti di oggi: Roglic può timbrare in maglia rossa sul Picon Blanco. Attenzione a Kuss e Carthy

La Vuelta a España 2021 entrerà nel vivo oggi con la terza tappa, la quale prevede il primo arrivo in quota della corsa sul temibile Picon Blanco, 7,6 chilometri al 9,1%. Stante la lunghezza della salita e le pendenze arcigne, il grande favorito per il successo di tappa è la maglia roja Primoz Roglic (Jumbo-Visma), il quale, nel corso degli anni, ha dimostrato di amare queste erte. L’anno scorso, ad esempio, lo sloveno si impose su un’ascesa molto simile a quella odierna, vale a dire l’Alto de Moncalvillo.

I rivali principali di Roglic sono i due sudamericani della Ineos Egan Bernal e Richard Carapaz.
Ad ogni modo, siccome siamo al terzo giorno di gara, le sorprese potrebbero essere dietro l’angolo. Sulla condizione di Roglic, infatti, c’è ancora qualche incognita, nonostante il successo nel prologo. Bernal, invece, non ha entusiasmato in salita alla recente Vuelta a Burgos. In casa Jumbo-Visma, peraltro, c’è un Sepp Kuss che è uscito alla grande dal Tour de France e che potrebbe sfruttare il fatto che tutti guarderanno Roglic, per mettere gli avversari nel sacco.

Un altro outsider decisamente pericoloso è Hugh Carthy (EF Education-Nippo). Il britannico ha già perso più di un minuto da Roglic in questi primi due giorni e, per questo motivo, potrebbe godere di un po’ più di libertà rispetto ad altri. La sua condizione è indubbiamente buona, dato che alla Vuelta a Burgos ha vinto in solitaria a Lagunas de Neila, e sulle pendenze più toste è solito esaltarsi.

I FAVORITI DELLA TERZA TAPPA DELLA VUELTA 2021

***** Primoz Roglic
**** Egan Bernal, Richard Carapaz
*** Hugh Carthy, Sepp Kuss, Miguel Angel Lopez
** Adam Yates, Enric Mas, Giulio Ciccone, Alexander Vlasov, Jack Haig, Mikel Landa, Romain Bardet
* Geoffrey Bouchard, Clément Champoussin, Ion Izagirre, Oscar Rodriguez, Damiano Caruso, Mark Padun, Gino Mader, Wout Poels, Felix Grosschartner, Guillaume Martin, Andrea Bagioli, Mauri Vansevenant, James Knox, Pavel Sivakov, Odd Christian Eiking, Louis Meintjes, Simon Carr, Harm Vanhoucke, Alejandro Valverde, Lucas Hamilton, Nick Schultz, Michael Storer, Fabio Aru, Sergio Henao, David De la Cruz, Joe Dombrowski, Rafal Majka, Jan Polanc

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tennis, una nuova Camila Giorgi trionfante a Montreal: l’inizio di un’avventura diversa?

Tennis, Masters1000 antipasto di un cambio al vertice inevitabile