Rally Belgio 2021: Thierry Neuville profeta in Patria, si rilancia nella lotta per il titolo

Thierry Neuville (Hyundai i20) è profeta in Patria e si aggiudica il rally del Belgio, ottavo appuntamento del Mondiale 2021. Il belga, infatti, ha condotto con grande sapienza le ultimi quattro stage odierne nelle Ardenne per centrare il primo successo stagionale (dopo cinque terzi posti) e per provare a rimanere ancora in corsa nella lotta per il titolo.

A questo punto la classifica generale, infatti, a quattro tappe dalla conclusione della stagione, vede al comando sempre Sebastien Ogier con 162 punti contro i 124 di Elfyn Evans e Thierry Neuville, mentre Kalle Rovanpera è quarto a 99. 

Il Rally del Belgio 2021 si chiude con Thierry Neuville primo con 30.7 secondi sull’irlandese Craig Breen (Hyundai i20) e 43.1 sul finlandese Kalle Rovanpera (Toyota Yaris). Quarto il britannico Elfyn Evans (Toyota Yaris) a 49.6, mentre è quinto il francese Sebastien Ogier (Toyota Yaris) a 55.8. Sesto a quasi 4 minuti, invece, l’estone Ott Tanak (Hyundai i20).

LA GARA

La mattinata si è aperta con la SS17 Stavelot 1 di 9.05 chilometri, nelle Ardenne. Miglior tempo per Kalle Rovanpera con 1.3 secondi di vantaggio su Ott Tanak e 1.4 su Thierry Neuville che guadagna altri sei secondi su Craig Breen, sesto a 7.6. La SS18, Francorchamps 1, di 11.21 chilometri, si è disputata nei luoghi di Spa, ovvero sul tracciato più famoso del mondo, con Ott Tanak sugli scudi con mezzo secondo su Kalle Rovanpera e 2.9 su Craig Breen, che precede per 1.4 Thierry Neuville che, dal suo canto, mantiene 14.9 di margine nella classifica generale.

Il programma è entrato nelle fasi decisive con le due ripetizioni. Prima la SS19, Stavelot 2, con il successo di Ott Tanak che brucia Thierry Neuville per appena 7 decimi, ma il padrone di casa guadagna altri 9.4 su Craig Breen, che ormai sembra aver mollato la presa. Quindi si chiude con la SS20 Francorchamps 2 [Power Stage], con il successo di Ott Tanak con 2.0 su Sebastien Ogier e 3.6 su Thierry Neuville, che non rischia e si aggiudica il successo finale.

Foto: LPS Gregory-Lenormand

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Moto2, GP Austria 2021. Raul Fernàndez riapre il Mondiale. Ottimo 6° Celestino Vietti, solo 10° Marco Bezzecchi

Canottaggio, Mondiali junior Plovdiv 2021: sette medaglie per l’Italia! Un oro, cinque argenti ed un bronzo per gli azzurrini