Pallanuoto, Olimpiadi Tokyo: la Serbia ringrazia Filipovic, batte la Spagna e raggiunge in finale la Grecia

La Serbia vola in finale e tenterà il bis nel torneo maschile di pallanuoto da Paese con una propria vita distinta. La seconda semifinale del torneo olimpico vede la vittoria dei maestri serbi per 10-9 sulla Spagna, anche se servono tanta fatica e un Filipovic provvidenziale a 26 secondi dalla fine. Sfida, dunque, alla Grecia per la medaglia d’oro, mentre Spagna e Ungheria andranno per il bronzo.

Per larga parte del primo quarto le due squadre, in superiorità numerica o no, hanno parecchia difficoltà a segnare. Questo fino a quando arrivano Filipovic e Prlainovic, che sfruttano proprio due di queste situazioni negli ultimi due minuti per procedere a spedire sul 2-0 gli attuali campioni in carica.

Gli spagnoli non demordono, e nella seconda frazione di reti ne trovano cinque, bucando ripetutamente la difesa serba (in tutti i sensi) con Munarriz Egana (due volte), Bustos Sanchez, Tahull Compte e Perrone Rocha. La Serbia resta comunque vicina grazie alle superiorità sfruttate da Mandic e, proprio a 2 secondi dalla fine del tempo, Jaksic.

Il terzo periodo ricalca per molti aspetti il primo, nel senso che per cinque minuti non si segna. Poi Granados Ortega e Mallarach Guell siglano il +3 iberico, prima di un altro gol con l’uomo in più di Rasovic. Cambia però tutto nell’ultimo quarto, con le varie sostituzioni determinate (anche) dalle esclusioni. La Serbia rimonta fino all’8-8 con Mitrovic a 2′ dalla fine, subisce Tahull Compte, ma pareggia di nuovo con Mandic. Si arriva all’ultima azione, ed è Filipovic dalla distanza a ridare il vantaggio ai suoi. Ci prova dopo il time out la Spagna, ma con un fallo in attacco si chiudono le speranze.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Nuoto artistico, Olimpiadi Tokyo: Russia davanti dopo la routine tecnica, seste le azzurre

Equitazione, Olimpiadi Tokyo: Svezia davanti a tutti dopo le qualifiche del salto, domani la finale