NASCAR, appuntamento in Michigan per due posti nei Playoffs

Manca sempre meno ai NASCAR Playoffs. Il cammino verso la finale della regular season, prevista settimana prossima in quel di Daytona (Florida), prosegue con la prima competizione ed unica del 2021 in Michigan. Regna l’incertezza in quello che è un altro catino molto particolare, uno dei più grandi dell’intero calendario.

Il Michigan Internationale Speedway ha una metratura di 2 miglia con una pendenza di regolare di 18°. Il catino in questione è uno dei più veloci del campionato, l’unico nella serie insieme all’impianto di Auto Club. Quest’ultimo dovrebbe vivere nel 2022 l’ultima competizione con la configurazione da 2 miglia prima di essere trasformato in uno short-track.

La FireKeepers Casino 400, il nome ufficiale di questa competizione, ha visto diversi vincitori diversi negli ultimi anni. Tra gli iscritti alla Cup Series 2021 segnaliamo il doppio successo in questa specifica gara di Joey Logano #22 (2016-2019), Kurt Busch #1 (2003-2015) e Denny Hamlin (2010-2011).

Lo scorso anno vinse Kevin Harvick (Haas #4), pilota che nel 2020 conquistò nove successi. Al momento è presente ancora un pesante zero nella casella delle vittorie dell’ex campione della Cup Series che rischia l’esclusione dai Playoffs. Attenzione questo fine settimana a Kyle Larson che vanta tra affermazioni consecutive in questo impianto tra 2016 e 2017. Ricordiamo inoltre che, il #5 di Hendrick Motorsport, vinse proprio in questo circuito per la prima volta in carriera

Alla vigilia dell’appuntamento di Brooklyn sono ancora due i posti rimasti per accedere alla fase conclusiva. Segnaliamo la presenza virtuale del già citato Harvick e Tyler Reddick (RCR #8) , rispettivamente presenti con 95 e 28 di vantaggio sulla ‘zona d’eliminazione‘. Discorso differente per Denny Hamlin. Il tre volte vincitore della Daytona 500, alfiere del Gibbs Racing, passa matematicamente ai Playoffs nonostante l’assenza di successi dopo la tappa di Indianapolis di settimana scorsa. Ricordiamo che il #11 è in lotta con Larson per il titolo della regular season, risultato che garantisce in automatico 15 punti Playoffs.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Equitazione, Eventing Nations Cup Arville 2021: Italia quinta dopo il dressage

Beach volley, World Tour 2021 Praga. La sfortuna non ferma Scampoli/Bianchin: sono agli ottavi!