Giro di Polonia 2021, Nikias Arndt vince una quinta tappa caratterizzata dalle cadute. Terzo un ottimo Stefano Oldani

Il tedesco Nikias Arndt (Team DSM) vince la quinta tappa del Giro di Polonia 2021, la Chochołów-Bielsko-Biała. Il passista veloce teutonico ha battuto il solito Matej Mohoric (Bahrain Victorious), nuovamente secondo, e un ottimo Stefano Oldani (Lotto Soudal). Si è piazzato al quinto posto, invece, Diego Ulissi (UAE Team Emirates), il quale è stato preceduto dal leader Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step), che ha difeso con successo, pure oggi, il simbolo del primato.

La tappa è stata caratterizzata da una fuga di cinque corridori: Evgeniy Fedorov (Astana), Daniel Arroyave (EF Education-Nippo), Emils Liepins (Trek-Segafredo), Jonas Rickaert (Alpecin-Fenix) e Łukasz Owsian (Alpecin-Fenix). Rickaert, successivamente, si è levato di ruota i compagni di fuga, ma, in un secondo momento, sono rientrati su di lui Larry Warbasse (Ag2r), Sean Bennett (Team Qhubeka NextHash) e Tomasz Marczynski (Lotto Soudal).

Rickaert ha staccato anche questi compagni di fuga quando mancavano cinque chilometri all’arrivo. Poco più tardi, però, il gruppo, tirato dal Team Ineos, è andato a riprendere il belga. Si è così andati verso il rettilineo finale classico della frazione di Bielsko-Biała, il quale è in costante salita per oltre mille metri.

Prima dello sprint, però, è successo di tutto. La situazione, infatti, era decisamente caotica e ci sono state ben tre cadute che hanno coinvolto diversi corridori. La volata è così stata solo fra una ventina di atleti e Nikias Arndt è riuscito a superare Mohoric per una questione di pochi centimetri. Diego Ulissi aveva una grande gamba, ma è rimasto chiuso mentre provava a partire.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Boxe, il nipote di Muhammad Alì debutta tra i pro’. Nico Walsh tra i massimi leggeri: “Mio nonno è un mito”

MotoGP, Jack Miller: “Sono abbastanza soddisfatto, sul bagnato ho dimostrato un ottimo ritmo”