Superbike, Rea cala il tris e trionfa anche in gara-2 allungando in classifica. Redding 2° davanti a Locatelli

Jonathan Rea conclude un weekend perfetto e domina anche gara-2 del GP d’Olanda, quinto appuntamento del Mondiale 2021 di Superbike. L’università del motociclismo ha conferito ancora una volta la laurea ad honorem alla leggenda britannica che con i tre successi consecutivi tra ieri e oggi è salito a quota 15 su questo tracciato, record all-time. La gioia di Rea può essere ancora più marcata del solito dopo questa gara, visto che il rivale per il campionato Toprak Razgatlioglu (Yamaha) è stato incolpevolmente atterrato alla prima curva oggi dal compagno di marca Garrett Gerloff e ha dunque segnato un pesantissimo zero che lo ha fatto sprofondare a ben 37 punti dal leader.

In seconda posizione troviamo la Ducati di Scott Redding, distante 1.6″ e autore di una super seconda parte di gara, nella quale ha ripreso un comunque fantastico Andrea Locatelli (Yamaha) che dopo la grande e ingiusta beffa della mattina raccoglie finalmente il meritatissimo podio (+3.4″). Lontanissimi dai primi tre tutti gli altri, con Chaz Davies che ha offerto una solida prestazione oggi terminando quarto a 8.6″ davanti alla Honda di Alvaro Bautista.

Grande deluso di questo pomeriggio è il nostro Michael Rinaldi, dopo il secondo posto della Superpole Race, che è apparso molto in difficoltà sulla sua Panigale sin dai primi giri e ha chiuso ottavo a 13,7″ da Rea, alle spalle anche del padrone di casa Michael Van der Mark (BMW) e l’altra Kawasaki di Alex Lowes.

La cronaca

Clamoroso al via con Gerloff che dopo un super scatto entra in maniera troppo aggressiva alla 1, perde il posteriore e atterra il compagno di marcae e capitano del team Yamaha Razgatlioglu, “guadagnandosi” un drive through. Locatelli si trova dunque in testa, davanti a Rinaldi e alle due Kawasaki, con Rea che per la terza volta nel weekend non è partito benissimo. Anche Redding si infila nella battaglia per le prime posizioni, con Van der Mark e Davies subito dietro.

Locatelli crea una piccola selezione ma Rea col passare dei giri ritrova come sempre il suo ritmo e comincia un’indiavolata rimonta. Le Ducati di Rinaldi e Redding perdono così lentamente terreno e vedono uno scatenato Davies riprenderle. Il britannico decide allora di rompere gli indugi e passare l’azzurro, provando ad andare via da solo. Al sesto giro Rea prende definitivamente Locatelli e lo passa senza problemi in curva 16, con il bergamasco che decide saggiamente di non prendersi rischi e provare a incollarsi al codone della sua Kawaksaki.

Davies continua la sua splendida gara e passa un Rinaldi decisamente meno brillante rispetto alla mattina, forse sofferente sul lato gomma, raggiungendo anche Redding. Cade Gerloff all’ottavo giro e termina così il suo weekend, con il box Yamaha pronto ad aspettarlo per chiedere chiarimenti. Locatelli intanto vede il campione del mondo allungare lentamente ogni giro ma resta concentrato sulla gestione del passo per mantenere a distanza Redding, che negli ultimi giri però aumenta il passo. A due giri dalla fine il sorpasso del ducatista che si prende la seconda posizione dietro all’imprendibile Rea, con Locatelli che questa volta però può finalmente festeggiare il podio per davvero.

Foto: SBK

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto, perché è stata squalificata Benedetta Pilato. Una batosta difficile da metabolizzare

Softball, Olimpiadi Tokyo: Italia sconfitta 5-0 dal Messico e fuori dalla zona medaglie