Lara Mori convocata per le Olimpiadi: “Villa, non mollare. Ferrari un esempio. Se arriverà una finale mi sentirò regina”

Lara Mori festeggia la convocazione per le Olimpiadi di Tokyo 2021. L’infortunio di Giorgia Villa ha aperto la strade verso i Giochi per la toscana. L’incastro è presto detto: Vanessa Ferrari deve sostituire la bergamasca all’interno della squadra (affiancando Martina Maggio, Asia D’Amato, Alice D’Amato) e così cede il suo pass da individualista alla connazionale, che può subentrare in virtù del piazzamento ottenuto nella classifica della Coppa del Mondo di specialità (nello specifico al corpo libero).

La quasi 23enne (spegnerà le candeline il 26 luglio, il giorno dopo le qualifiche), ha dichiarato ai microfoni della Federginnastica: “Non potevo immaginare regalo più bello. Una vigilia di compleanno meravigliosa che vivrò in maniera speciale insieme a Martina Maggio, nata il mio stesso giorno. Ci tengo a dire però che non era questo il modo in cui volevo essere scelta, mi dispiace tantissimo, infatti, per la Villa. Ci alleniamo tutte per lo stesso motivo, e vederlo sfumare proprio all’ultimo è una sensazione orribile. Ci sono passata e quindi posso dirle, non mollare Giorgia, mancano solo tre anni, in fondo, alle prossime Olimpiadi, sei giovane e avrai modo e tempo di tornare più forte di prima. In questo Vanessa è un esempio per noi tutte”.

L’allieva di Stefania Bucci, che a sua volta partecipò alle Olimpiadi di Montreal 1976, ha poi proseguito:L’esercizio? Parte da 5.6 oppure da 5.7 se aggiungeremo il Johnson con un giro. Mi sento pronta e credo di averlo dimostrato sia a Doha sia a Napoli. È a posto anche la trave e credo che gareggerò in entrambe le specialità, con l’obiettivo primario di fare del mio meglio. Poi, con la routine pulita, se arriverà una finale, magari al corpo libero e sulle note dei Queen, mi basterà per sentirmi una regina”.

Foto LiveMedia/Filippo Tomasi

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Tennistavolo, calendario Olimpiadi Tokyo: programma, date, orari, tv, streaming

Tiro a volo, Olimpiadi Tokyo: tutti i qualificati. Italia ad un pass dal contingente pieno