Golf, European Tour 2021: Matt Fitzpatrick e Thomas Detry appaiati al comando dello Scottish Open. Italiani attardati

Lo spettacolo dell’European Tour 2021 continua senza intoppi in questo fine settimana che fa da preludio al The Open Championship. Sul percorso par 71 del Renaissence Club di North Berwick (Scozia) i migliori golfisti internazionali sono giunti al termine del terzo round dello Scottish Open (montepremi 8 milioni di dollari).

Lo storico evento vede al comando la coppia composta dal belga Thomas Detry e dall’inglese Matt Fitzpatrick. Entrambi guidano la leaderboard con lo score di -14 (199 colpi) e vantano una lunghezza di margine sull’iberico Jon Rahm. Il numero 1 dell’Official Golf World Ranking continua a cavalcare l’onda della solidità, e nella domenica scozzese sarà l’uomo da battere.

Fuori dal podio momentaneo Lucas Herbert. L’australiano sigla un portentoso -7 di giornata con il quale si issa a -12 risalendo ben 19 posizioni. Quinta piazza a -11 per i connazionali Wade Ormsby e Min Woo Lee, e per lo statunitense Scottie Scheffler. Ottavo posto con -10 e top ten chiusa da un nutrito gruppo di partecipanti composto dai padroni di casa David Law, e Richie Ramsay, dall’inglese Lee Westwood, dallo svedese Alexander Bjork, dallo spagnolo Adrian Otaegui, dal francese Victor Perez, dall’irlandese Padraig Harrington, ed infine dagli americani Xander Schauffele e Ryan Palmer.

Capitolo italiani. Terzo round senza sussulti per la pattuglia azzurra che continua ad assottigliarsi. -6 e 37° posto per Nino Bertasio, Guido Migliozzi ed Edoardo Molinari. Quest’ultimo trova un ottimo -3 recuperando 16 posizioni ed evitando l’ulteriore taglio programmato per il round 3. Par odierno e -4 complessivo per Renato Paratore che si assesta in 57ma piazza con una lunghezza di margine su Francesco Laporta. Eliminato infine Francesco Molinari, che si congeda dall’evento scozzese chiudendo alla pari con il par e da domani potrà programmare al meglio l’imminente Major.

Domenica spazio al quarto e decisivo round, che decreterà il successore dell’inglese Aaron Rai nell’albo d’oro.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Italia-Inghilterra, il pronostico di Pippo Inzaghi: “Immobile? E’ un grandissimo attaccante. Gli auguro di segnare in finale”

Calcio, Gabriele Gravina: “Ce la metteremo tutta per portare la Coppa in Italia”