Giro d’Italia donne 2021, ultima tappa a Coryn Rivera. Anna van der Breggen trionfa in Rosa

Parla americano l’ultima tappa del Giro d’Italia al femminile: ad imporsi nella decima frazione partita da Capriva del Friuli e giunta in quel di Cormons dopo 113 chilometri è la statunitense Coryn Rivera (Team DSM) in una volata ristretta. Trionfo olandese nella corsa: dominio assoluto per Anna van der Breggen, alla quarta affermazione dopo quelle del 2015, 2017 e 2020.

Una fuga a cinque, partita da molto lontano, ma con atlete di gran qualità, è andata a decidere questa decima tappa. All’attacco ad oltre 80 chilometri dal traguardo Anna van der Breggen, Elise Chabbey, Coryn Rivera, Lucinda Brand ed Elizabeth Deignan. Il plotone ha provato in tutti i modi a chiudere, senza riuscire però a ridurre un gap che è rimasto costantemente sul minuto.

Battaglia per il successo tra le cinque, sul finale in uno sprint ristretto a spuntarla è stata la ruota più veloce, la statunitense Rivera che ha sconfitto Deignan. Terza piazza per Chabbey, poi van der Breggen.

A regolare il gruppo, giunto a 23”, è stata la danese Norsgaard. In casa Italia da segnalare l’ennesimo piazzamento per Ilaria Sanguineti, settima.

Foto: Valerio Origo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Anna Van der Breggen Coryn Rivera Giro Rosa 2021

ultimo aggiornamento: 11-07-2021


Lascia un commento

F1, Max Verstappen: “Prendevo più rischi perché non avevo nulla da perdere, adesso la mentalità è diversa”

Vela, Italia in trionfo ai Mondiali Junior di Nacra 17! Terzo oro consecutivo per Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei